Osservatorio calcestruzzo: il bilancio delle attivita' 2013 | Geometra.info

Osservatorio calcestruzzo: il bilancio delle attivita’ 2013

wpid-23460_c.jpg
image_pdf

L’Osservatorio sul calcestruzzo e sul calcestruzzo armato, istituito nel 2011 presso il Consiglio superiore dei lavori pubblici con la condivisione delle rappresentanze più qualificate delle componenti del settore, ha contribuito ad accrescere la consapevolezza nei confronti delle problematiche specifiche del mondo del calcestruzzo e del calcestruzzo armato. Ciò si è tradotto non solo in iniziative condivise avviate all’interno dello stesso Osservatorio, ma anche in una maggiore efficacia delle attività quotidiane delle singole istituzioni competenti in tema di normative e di controlli.

Le iniziative promosse dall’Osservatorio nel corso del 2013 hanno seguito principalmente due filoni: la promozione dei controlli e il contrasto dei comportamenti scorretti; l’aggiornamento normativo e la redazione di documentazione tecnica.

Risultato di grande importanza, ottenuto nell’ambito del gruppo di coordinamento che raccoglie le componenti istituzionali dell’Osservatorio, è stata la condivisione di un manuale contenente le “Istruzioni operative per i controlli sulle forniture di calcestruzzo strutturale”, uno strumento a supporto dei soggetti preposti alla vigilanza sulla produzione, sul trasporto e sull’utilizzo del calcestruzzo preconfezionato.

Il manuale comprende tre diverse check list per coadiuvare i controlli presso gli impianti di produzione, durante il trasporto e alla consegna in cantiere. Il documento è stato messo a punto all’interno dell’Osservatorio e sarà utilizzato nell’ambito dei progetti Sicur.Net del Consiglio superiore dei lavori pubblici per la formazione del personale addetto ai controlli sulle forniture di calcestruzzo e per una più agile registrazione dei risultati delle visite ispettive attraverso una piattaforma telematica dedicata.

Altro strumento operativo propedeutico al contrasto dei comportamenti scorretti e fondamentale per rendere sempre più efficaci i controlli sul territorio sono state la raccolta e, soprattutto, l’esame delle segnalazioni, inviate all’Osservatorio direttamente dal mercato e dagli operatori del settore e gestite dal Gruppo di coordinamento. Le segnalazioni, che ad oggi ammontano circa a 30, sono l’esempio più continuativo e concreto del filone legato alla promozione della legalità con cui l’Osservatorio prosegue la sua attività più importante.

Ta le altre attività, un Gruppo di lavoro coordinato dall’Atecap (Associazione tecnico economica del calcestruzzo preconfezionato) ha messo a punto una proposta di modifica alla normativa vigente che sarà presentata nel corso della prima riunione dell’Osservatorio del 2014. Attraverso la proposta di alcuni emendamenti al dpr 380/2001 “Testo unico per l’edilizia” e al dm 14 gennaio 2008 “Norme tecniche per le costruzioni” si auspica di poter adeguare e integrare il sistema di vigilanza esistente per renderlo realmente efficace ai fini della qualificazione degli operatori del settore e del contrasto dei comportamenti scorretti.

Ancora in corso è, invece, il lavoro di revisione delle Linee guida per la valutazione delle caratteristiche del calcestruzzo in opera e di quelle per la messa in opera del calcestruzzo strutturale, due documenti di riferimento per l’applicazione delle Norme tecniche per le costruzioni. Il Gruppo che sta lavorando alle due Linee guida ha ritenuto utile avviare parallelamente anche una sperimentazione sui controlli in opera con l’intento di chiarirne alcuni aspetti operativi. Sono stati così realizzati alcuni muri in calcestruzzo sui quali effettuare prove non distruttive e carotaggi per la valutazione della resistenza in opera. L’esecuzione della campagna di prove è stata possibile grazie alla collaborazione di produttori di calcestruzzo preconfezionato associati ad Atecap e laboratori di prove. In considerazione dell’importanza dei risultati attesi per l’applicazione dei controlli e dall’esame dei primi dati ottenuti si è ritenuto opportuno proseguire nella sperimentazione avviando una seconda campagna di prove.

Un’importanza strategica per l’applicazione dei controlli ha avuto sicuramente l’avvio dei progetti SICUR.net, realizzati dal Cslp nell’ambito del “Piano operativo nazionale Sicurezza per lo sviluppo” del ministero dell’Interno, con l’obiettivo di migliorare le attività di vigilanza e controllo per fronteggiare efficacemente possibili fenomeni di infiltrazioni criminali nel settore delle costruzioni. In questo caso, pur non essendo coinvolto direttamente, l’Osservatorio ha avuto comunque un ruolo operativo molto importante, fornendo utili spunti per la nascita delle iniziative nonché supporto tecnico per la loro realizzazione nell’ambito delle opere in calcestruzzo e calcestruzzo armato. L’estensione a tutto il mondo delle costruzioni consentirà di gettare le basi per un sistema di vigilanza a tutto tondo che trovi la sua maggiore efficacia nella messa a fattor comune delle competenze e delle esperienze.

Sulla scia dei risultati ottenuti, per il 2014 è stato definito un fitto programma di iniziative che porteranno alla finalizzazione delle attività in corso, allo sviluppo di nuovi strumenti di qualificazione e di percorsi di formazione dedicati a tutti gli operatori della filiera, ma soprattutto al rafforzamento delle attività di vigilanza e controllo attraverso una sempre più efficace sinergia fra le diverse componenti istituzionali.

Copyright © - Riproduzione riservata
Osservatorio calcestruzzo: il bilancio delle attivita’ 2013 Geometra.info