Pacchetto Sblocca Italia: il punto sulle novita' per la casa | Geometra.info

Pacchetto Sblocca Italia: il punto sulle novita’ per la casa

wpid-24638_CarticoloupiImagepp.jpg
image_pdf

Il Consiglio dei Ministri il 29 agosto scorso, ha approvato il decreto legge “Sblocca Italia” contenente misure urgenti per l’apertura dei cantieri, la realizzazione delle opere pubbliche, la digitalizzazione del Paese, la semplificazione burocratica, l’emergenza del dissesto idrogeologico e per la ripresa delle attività produttive.

Tra le norme più attese contenute nel pacchetto varato dal Governo, ancorché oggetto di revisione ed in attesa di adeguate coperture (conseguentemente, sul punto vi sarà da attendere le versioni definitive), vi sono quelle recanti incentivi e semplificazioni per la casa. Più nel dettaglio si tratta:

  • degli interventi nelle unità immobiliari: le opere di “frazionamento” e “accorpamento” delle abitazioni, effettuate nel rispetto dei limiti volumetrici, non richiedono più l’autorizzazione del Comune, né il versamento di un contributo. Sarà sufficiente l’invio della Scia. Al riguardo si fa presente che il mancato gettito attualmente derivante ai Comuni a titolo di contributo per i suddetti interventi potrà essere compensato attraverso l’Imu, la Tasi e la Tari;
  • dell’acquisto e successiva locazione dell’immobile: è stata prevista una deduzione Irpef del 20 per cento del prezzo di acquisto (con un tetto massimo di 300 mila euro), utilizzabile in 8 anni, a favore di privati, cooperative edilizie ed Onlus che acquistano dall’impresa costruttrice un immobile nuovo o completamente ristrutturato in classe energetica A o B e si impegnano a concederlo in locazione a canone concordato. Ai fini dell’agevolazione in esame, l’acquirente non può affittare a parenti di primo grado (come ad esempio genitori o figli);
  • della “rottamazione” di abitazioni a bassa prestazione energetica: prevista l’introduzione di un regime fiscale di favore a favore dei privati che procedono alla “rottamazione” di un’abitazione a bassa prestazione energetica, oppure alla cessione dell’abitazione a fronte dell’acquisto di una nuova casa (tale “permuta” dev’essere però effettuata con società di costruzioni o di recupero edilizio che nell’atto di acquisto si impegnano a rivendere l’abitazione entro 5 anni dopo averla riqualificata, con un miglioramento del 50 per cento del consumo energetico o una certificazione di classe A o B in caso di interi edifici). Le agevolazioni consistono:

  nell’applicazione delle imposte di registro, ipotecaria e catastale in misura fissa;

  nella detrazione Irpef:

          – del 50 per cento dei costi sostenuti, con un tetto di 150 mila euro in 10 anni;

          – del 65 per cento dei costi sostenuti, con un tetto di 200 mila euro, nel caso in cui l’impresa di costruzioni abbia abbattuto l’edificio per realizzarne uno nuovo;

  • degli interventi antisismici: a decorrere dal 1° gennaio 2015, ai proprietari che effettuano interventi per l’adeguamento sismico di interi edifici spetta una detrazione Irpef in misura variabile dal 50 al 65 per cento dei costi sostenuti, con il limite di 60 mila euro;
  • delle fonti rinnovabili: a decorrere dal 1° gennaio 2015, ai proprietari che installano impianti “basati sull’impiego delle fonti rinnovabili”, spetta una detrazione del 50 per cento delle spese, con un tetto di 96 mila euro.

L’autore


Stefano Setti

Dottore commercialista in Milano, Stefano Setti ha svolto attività di consulenza fiscale in materia di imposte indirette per studi di primaria importanza, sia nazionali che internazionali. Attualmente svolge funzioni di assistenza e rappresentanza in materia tributaria per svariate società, nonché per professionisti che operano nel settore edile. Ha curato, tra l’altro, il volume “Appalti pubblici. Edilizia. Professionisti. Imprese” e le voci relative alla fiscalità nel “Codice Tecnico Edilizia e Urbanistica”, entrambi per Utet Scienze Tecniche, ed è autore, insieme ad Alessandro Tomasi, del volume “Edilizia e immobili”, edito da Ipsoa Indicitalia. Nel 2012, per quest’ultimo editore, ha curato una serie di e-book, tra i quali: “Imu: come calcolare e versare il saldo 2012″,”Ristrutturazioni, manutenzione e risparmio energetico. Come e quando applicare le nuove agevolazioni”, “Le detrazioni fiscali per la casa 2012” e “Il Regime dei minimi 2012”.

Riferimenti Editoriali


TeknoSolution

Strumenti integrati per le professioni tecniche

TeknoSolution è la nuova banca dati realizzata per rappresentare la soluzione alle problematiche legate allo svolgimento delle professioni tecniche. Il prodotto si rivolge ai professionisti tecnici (ingegneri, architetti, geometri, periti, studi tecnici associati, studi di consulenza, grandi aziende del settore edile) collegati al mondo degli immobili (da costruire, costruiti e inseriti nell’ambiente) e si propone di fornire un sistema di ricerca integrato di contenuti a carattere tecnico-normativo, di orientamento pratico-operativo, in materia di edilizia, urbanistica, appalti, ambiente, antincendio e sicurezza nei cantieri.

Autore:   •   Editore: Wolters Kluwer Italia   •   Anno:

Vai all’approfondimento tematico

Copyright © - Riproduzione riservata
Pacchetto Sblocca Italia: il punto sulle novita’ per la casa Geometra.info