Autocertificazioni e agevolazioni fiscali in edilizia | Geometra.info

Autocertificazioni e agevolazioni fiscali in edilizia

wpid-2347_geometra.jpg
image_pdf

L’autocertificazione è una dichiarazione che l’interessato redige e sottoscrive nel proprio interesse su stati, fatti e qualità personali e che utilizza nei rapporti con la pubblica amministrazione e con i concessionari ed i gestori di pubblici servizi. Per “autocertificazione” si intende quindi “la certificazione prodotta dall’interessato” e rappresenta cioè la possibilità per il cittadino di fornire le stesse notizie presenti in un registro pubblico in modo più semplice e con meno oneri.

Nell’ambito delle misure di semplificazione e snellimento dei procedimenti amministrativi, l’articolo 13 del D.L. n. 83/2012 (“Misure urgenti per la crescita del Paese”) prevede che, sia nel caso di segnalazione certificata di inizio attività (Scia), non solo i pareri, ma ogni atto di organi o enti appositi, previsto dalla normativa legislativa o regolamentare, è sostituito da autocertificazioni, attestazioni e asseverazioni o certificazioni, salvo le verifiche successive degli organi competenti.

Vale a dire che, in caso di Scia, se la normativa prevede pareri e atti preliminari nonché verifiche preventive, questi sono sostituiti da autocertificazioni o asseverazioni di professionisti. Questo vale anche per la materia edilizia, su cui il D.L. n. 83/2012 interviene modificando la denuncia di inizio attività ex articolo 23, D.P.R. n. 380/2001.

Viene quindi demandato al professionista incaricato il compito di individuare e classificare esattamente l’opera nelle varie fattispecie previste dalla legge, in particolare per quanto riguarda le opere da eseguire su immobili esistenti. Il professionista assume quindi un ruolo di primaria importanza non solo ai fini dell’ottenimento delle autorizzazioni ma anche ai fini dell’accesso a tutte le detrazioni fiscali e della corretta applicazione delle imposte relative all’attività edilizia da parte dei committenti.

Quest’ultima argomentazione interessa il mondo professionale non solo come soggetto dichiarante, ma come consulente e tecnico di fiducia del committente il quale deve essere indirizzato, sin dall’inizio, alla corretta applicazione delle varie normative fiscali e tributarie riguardanti gli immobili oggetto di attività edilizia.

Oltre alle agevolazioni fiscali per gli interventi di  ristrutturazione e riqualificazione energetica, ricordiamo in particolare la delicata questione dell’Iva in edilizia per la quale sussistono diverse modalità di applicazione in relazione alla tipologia dei singoli interventi.

È evidente che il professionista incaricato della progettazione di un intervento edilizio non può più esimersi dalla competenza anche fiscale che ricade sugli immobili.

Alberto Bonino e Stefano M. Perego

Agefis

 

Copyright © - Riproduzione riservata
Autocertificazioni e agevolazioni fiscali in edilizia Geometra.info