Da aziende agricole a agriturismi: in Sicilia i fondi sono del PSR | Geometra.info

Da aziende agricole a agriturismi: in Sicilia i fondi sono del PSR

Pubblicato il bando PSR Sicilia 2014-2020 per il supporto alla diversificazione dell’attività agricola verso la creazione e sviluppo di attività extra agricole

Panorama agricolo siciliano
image_pdf

La Regione Sicilia con il Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020 ha messo a disposizione delle aziende agricole siciliane ben 20 milioni di euro per la diversificazione della attività agricole verso attività extra agricole con la finalità di incrementare la redditività e la dimensione economica delle imprese agricole sicule, grazie alla diversificazione delle attività contribuendo a migliorare e rafforzare gli attori della filiera agroalimentare.

I destinatari

Possono fare richiesta di finanziamento gli agricoltori con attività di agriturismo e gli imprenditori agricoli singoli o associati. Nel caso vi siano agricoltori con coadiuvanti familiari, questi ultimi devono risultare stabilmente dediti all’attività ed essere iscritti negli appositi elenchi previdenziali dell’azienda.

Le modalità di partecipazione

Per la richiesta di ammissione al finanziamento, il richiedente deve dimostrare la sostenibilità finanziaria dell’investimento e il miglioramento globale dell’impresa. Questa documentazione va affiancato con un Piano di Sviluppo Aziendale e idonea documentazione bancaria che dimostri la disponibilità finanziaria di almeno il 25% del finanziamento richiesto, a copertura dei costi che l’imprenditore agricolo deve sostenere a carico suo.

Il Piano di Sviluppo Aziendale, stampato e firmato, dovrà essere prodotto mediante l’applicazione software scaricabile dal portale PSA-Web Sicilia;

La domanda telematica di partecipazione, invece dovrà essere generata tramite il portale SIAN di AGEA e portata in forma cartacea, entro 10 giorni dalla generazione on line, presso gli uffici della Regione Sicilia – Dipartimento Regionale Agricoltura.

La selezione

La selezione delle richieste di finanziamento avverrà mediante un insieme di criteri mediante i quali si otterrà un punteggio complessivo. I criteri di valutazione sono:

  • Grado innovazione delle strutture fino ad un massimo di 16 punti;
  • Coerenza con gli obiettivi dell’operazione e con gli obiettivi orizzontali (ambiente, clima etc) fino ad un massimo di 12 punti;
  • Localizzazione territoriale dell’impresa fino ad un massimo di 4 punti;
  • Tipologia del proponente fino ad un massimo di 16 punti;
  • Miglioramento energetico fino ad un massimo di 19 punti;
  • Rapporto costi/benefici fino ad un massimo di 16 punti;
  • Creazione di maggiori opportunità occupazionali fino ad un massimo di 13 punti;

Il richiedente, per essere ammesso deve totalizzare un minimo di 30 punti. Inoltre sarà data priorità, a parità di punteggio, a chi presenterà prima la documentazione.

Il dettaglio della bando della Regione Sicilia è consultabile qui.

Gli interessati potranno caricare le domande sul potale SIAN di AGEA dal 20/09/2018 al 20/12/2018.

 

 

 

Copyright © - Riproduzione riservata
L'autore
Da aziende agricole a agriturismi: in Sicilia i fondi sono del PSR Geometra.info