Esami di abilitazione geometri: il Miur fa chiarezza sui requisiti di accesso | Geometra.info

Esami di abilitazione geometri: il Miur fa chiarezza sui requisiti di accesso

Il ministero dell'Istruzione risponde a una serie di domande poste dal Consiglio nazionale geometri in merito agli esami di abilitazione all'esercizio della libera professione del geometra e del geometra laureato

esami
image_pdf

In vista delle sessioni degli Esami di abilitazione alla professione di geometra e geometra laureato, il Consiglio nazionale geometri e geometri laureati ha posto alcune domande al ministero dell’Istruzione, circa in particolare l’Ordinanza Ministeriale che riporta date, sedi e requisiti per accedere agli esami di Stato.

In particolare, il Consiglio geometri ha rivolto specifiche istanze sull’articolo 2, commi 1 (lettera A) e 2 (lettera B). Di seguito, viene riportato in sintesi l’esito del Miur precisando che, per un completo approfondimento, è stata emessa e diffusa una apposita circolare, che si può scaricare alla fine dell’articolo.

Nel merito dell’articolo 2 comma 1, lettera A, il Miur ha risposto che possono accedere agli esami di abilitazione, per la sessione 2016, i candidati geometri che hanno maturato 18 mesi di attività tecnica subordinata svolti secondo quanto previsto dalle direttive del Consiglio Nazionale sul praticantato.

Nel merito dell’articolo 2, comma 2, lettera B (candidati geometri laureati), l’Ordinanza Ministeriale prevede tra i requisiti di accesso: “laurea di cui alle classi indicate dall’art. 55, comma 2, del DPR n. 328/2001 e riportate nella tabella D dell’ordinanza, comprensiva di un tirocinio di sei mesi, di cui all’art. 55, comma 1, del citato DPR, svolto anche secondo le modalità indicate dall’art. 6, commi da 3 a 9, del DPR 7 agosto 2012, n. 137….(omissis)”.

Per saperne di più, scarica la circolare dei geometri.

Copyright © - Riproduzione riservata
Esami di abilitazione geometri: il Miur fa chiarezza sui requisiti di accesso Geometra.info