Diplomi post-riforma e iscrizione agli albi: il Miur chiarisce | Geometra.info

Diplomi post-riforma e iscrizione agli albi: il Miur chiarisce

Il Miur smentisce alcune categorie professionali che sostenevano che non vi fosse equivalenza tra i vecchi e i nuovi diplomi post-riforma, in particolare per l'accesso agli albi professionali

iscrizione_22
image_pdf

I nuovi diplomi post-riforma sono validi per l’iscrizione agli albi professionali delle professioni tecniche: è quanto è stato chiarito in un parere emesso dall’Ufficio legislativo del Ministero dell’Istruzione a seguito di una riunione tenutasi il 29 settembre in cui si è dibattutto proprio del valore dei nuovi diplomi post-riforma Gelmini ai fini dell’iscrizione negli Albi professionali degli Agrotecnici e degli Agrotecnici laureati, dei Geometri, dei Periti agrari e dei Periti industriali.

A rendere nota la questione è il Consiglio nazionale geometri: “E’ con nostra grande soddisfazione che rendiamo noto il parere dell’Ufficio Legislativo del Miur in ordine alla validità/efficacia dei nuovi diplomi, fra i quali, il titolo di istruzione tecnica Cat, ai fini dell’accesso agli esami di abilitazione all’esercizio delle specifiche professioni”, spiega Maurizio Savoncelli, presidente Cngegl. “Si conclude positivamente e in base a quanto da noi sostenuto l’equipollenza dei diplomi in esame a quelli del previgente ordinamento (per i geometri il diploma rilasciato dall’ITG, ndr). I diplomati degli Istituti Cat potranno partecipare agli esami di Stato per l’accesso alla professione di geometra secondo le disposizioni normative attualmente vigenti. Finalmente, conclude il Presidente Savoncelli,ora possiamo preoccuparci solo delle migliaia di ragazzi che ambiscono a completare il percorso di formazione e all’accesso all’esame di abilitazione per la professione”.

Il chiarimento arriva a seguito di una controversia scatenata da alcune categorie professionali, in particolare dai Periti industriali ma anche i Periti agrari, i quali sostenevano invece che non vi era alcuna “equivalenza” giuridica fra vecchi e nuovi diplomi, per cui non sarebbe più stato possibile, già dal corrente anno 2015 (il primo che vede i nuovi diplomati post-riforma) iscriverli nei Registri dei praticanti tenuti dagli Albi.

A fare chiarezza è stato lo stesso Miur, confermando l’equivalenza dei nuovi diplomi e mettendo così la “parola” fine alla polemica.

Copyright © - Riproduzione riservata
Diplomi post-riforma e iscrizione agli albi: il Miur chiarisce Geometra.info