I geometri del futuro contro le barriere architettoniche | Geometra.info

I geometri del futuro contro le barriere architettoniche

Si e' tenuta a Roma la premiazione della 3a edizione di "I futuri geometri progettano l'accessibilita'", progetto che vede coinvolti gli studenti dei Cat

wpid-3176_geometriaccessibilita.jpg
image_pdf

Si è tenuta a Roma, lo scorso 4 giugno 2015, la cerimonia di premiazione del progetto “I futuri Geometri progettano l’accessibilità”, ideato da Fiaba Onlus e sostenuto da Consiglio Nazionale dei Geometri e Geometri Laureati, Cipag e Geoweb. Il progetto (alla 3a edizione) raccoglie gli studenti degli Istituti Tecnici, Costruzioni, Ambiente e Territorio, i ‘futuri geometri’ italiani, impegnati nella progettazione dell’abbattimento delle barriere architettoniche. 

Hanno partecipato complessivamente all’iniziativa 41 scuole e relativi Collegi Provinciali dei Geometri, oltre 25 i progetti sviluppati, di cui 9 per l’abbattimento delle barriere architettoniche nelle scuole, 9 negli spazi urbani, 5 nei siti di interesse culturale e 2 negli impianti sportivi, che successivamente alla manifestazione saranno consegnati nella mani degli Amministratori delle città.

Alla cerimonia di premiazione hanno partecipato studenti da 16 Istituti Tecnici Cat, che arrivano da Velletri, Guidonia Montecelio, Lanciano, Avellino, L’Aquila, Sessa Aurunca, Marigliano (NA), Pavia, Casale Monferrato, Asti, Nichelino (TO), Vercelli, Bari, Rovereto. Tutto ciò alla presenza di Maurizio Savoncelli, presidente Cngegl, Diego Buono, Vicepresidente Cipag,  Francesco Gerbino, ad Geoweb.

“Il nostro ruolo istituzionale è quello di essere al fianco dei futuri geometri, sia nel loro percorso scolastico, sia nello sviluppo delle loro carriere professionali”, ha spiegato  Savoncelli. “Nel primo caso, ci siamo avvalsi della collaborazione di Fiaba Onlus, che da tre anni cura questo importante progetto, e nel secondo di Geoweb, una società partecipata, una realtà dinamica che, da oltre 15 anni, offre un insieme di servizi mirati a semplificare l’attività professionale degli iscritti alla categoria. Formarsi per progettare un` “architettura accessibile” è una necessità per i ragazzi del CAT e insieme una grande opportunità di lavoro qualificato domani per rimediare a quella che oggi è una grossa crepa delle nostre costruzioni. La vera Fiaba allora è la concretezza di una buona preparazione che offra occasioni di lavoro per contribuire a creare una culla di pari opportunità e luoghi di benessere e creatività per l`uomo del terzo millennio”.

Copyright © - Riproduzione riservata
I geometri del futuro contro le barriere architettoniche Geometra.info