I geometri protestano a Roma: i perche' della manifestazione del 26 febbraio | Geometra.info

I geometri protestano a Roma: i perche’ della manifestazione del 26 febbraio

Promossa dai gruppi 'Geomobilitati', la protesta dei geometri del 26 febbraio e' indirizzata contro l'iniquita' del sistema Cipag per la previdenza

wpid-3116_protesta.jpg
image_pdf

È stata annunciata per il 26 febbraio 2015 a Roma una manifestazione nazionale “contro il sistema previdenziale dei geometri e per la difesa della categoria”. A promuoverla sono i Gruppi di Base dei Geometri Liberi Professionisti “Geomobilitati”, che già protestarono nel 2012 in occasione di una giornata per la difesa delle competenze professionali dei geometri.

Il sit in in programma si terrà dalle 10 del mattino in Piazza del Popolo, a circa 300 metri dalla sede della Cassa italiana previdenza e assistenza geometri (Cipag), principale oggetto della protesta, e si concluderà con l’incontro di una delegazione dei manifestanti con i vertici nazionali della categoria.

Verranno consegnate circa mille firme relative ad una petizione online in cui Geomobilitati sostiene che gli aumenti in atto dalla Cipag per l’anno 2015 e per gli anni a seguire siano “indiscriminati ed inadeguati all’attuale situazione economica che sta affrontando la professione e l’Italia intera”. Inoltre, verrà consegnato un documento nel quale saranno avanzate delle specifiche proposte “per affrontare l’insostenibilità dei contributi annuali minimi richiesti dalla Cipag ai propri iscritti e per chiedere un maggiore impegno del Consiglio Nazionale Geometri e Geometri Laureati nella difesa della categoria”.

Riportiamo di seguito le richieste principali contenute nel documento: “la riduzione dei contributi Cipag per i giovani iscritti per tutti gli altri la proporzionalità al reddito prodotto; l’adozione del nuovo regolamento professionale in sostituzione di quello vigente che risale al 1929; il dimezzamento delle indennità e dei gettoni per i consiglieri e presidenti Cipag e Cngegl nonché la riduzione numerica e dei costi degli organismi e dei comitati costituenti la governance della categoria”.

Il gruppo dei geometri liberi professionisti di ‘Geomobilitati’ ha anche annunciato la partecipazione, per venerdì 27 febbraio 2015, assieme agli “Archivisti in Movimento”, ingegneri, architetti, e geologi del “Comitato Professioni Tecniche” alla manifestazione promossa in Roma dall’Mga e dalla Federazione Nazionale Parafarmacie Italiane (Fnpi) per l’equità fiscale e previdenziale.

Copyright © - Riproduzione riservata
I geometri protestano a Roma: i perche’ della manifestazione del 26 febbraio Geometra.info