Il ruolo delle professioni intellettuali nell’economia della conoscenza | Geometra.info

Il ruolo delle professioni intellettuali nell’economia della conoscenza

wpid-fenice.jpg
image_pdf

Il ruolo delle professioni intellettuali nell’economia della conoscenza
Venezia 18 marzo 2006 – Teatro la Fenice

Il crescente processo di globalizzazione, reso possibile dalla rivoluzione tecnologica, comporta la trasformazione dell’intero sistema capitalistico verso forme sempre più smaterializzate e ad elevato contenuto di conoscenza. Laddove un tempo l’obiettivo principale era quello di produrre mezzi, oggi è sempre più strategico produrre conoscenza, ossia beni e servizi implicanti un crescente contenuto di capitale intellettuale. Produrre conoscenza comporta saperi condivisi, responsabilità, etica nei contenuti e nei comportamenti, soprattutto da parte di quegli attori che hanno il compito di orientare e favorire questa transizione tramite servizi ad elevato valore aggiunto.
Tra questi attori, un ruolo cruciale compete al sistema delle professioni intellettuali che oggi può rappresentare il propulsore di questa nuova fase di sviluppo.
Da sempre radicate nel territorio le professioni intellettuali hanno significativamente contribuito a plasmare la cultura, la società, le istituzioni e le economie in cui si sono sviluppate.
Facendo tesoro del proprio patrimonio di esperienze il mondo delle professioni rappresenta l’anello fondamentale per connettere “l’economia dei luoghi” con l’emergente “economia dei flussi”, in un contesto che vede crescere il ruolo del “capitale intellettuale” rispetto a quello di altri fattori.

Download pieghevole – Adobe Acrobat Document 1.26Mb

Copyright © - Riproduzione riservata
Il ruolo delle professioni intellettuali nell’economia della conoscenza Geometra.info