Rivalutazione immobili, Napoli con +93,8% e' la prima citta' italiana | Geometra.info

Rivalutazione immobili, Napoli con +93,8% e’ la prima citta’ italiana

wpid-23221_NapolivedutaNapoli.jpg
image_pdf

Secondo l’ultima indagine dell’Ufficio Studi Gruppo Tecnocasa, tra il 1998 e il 2013, limitando l’esame alle grandi città italiane si nota che quella che si è rivalutata maggiormente è stata Napoli con il 93,8%ed è proprio il capoluogo partenopeo quello che, nel corso del tempo, ha avuto rivalutazioni record: +202% dal 1998 al secondo semestre del 2006. A seguire nella classifica troviamo Roma con l’83,1% e Milano con il 68,4%.

Analizzando la fase discendente del mercato, a partire dal 2007 e fino al 2013, a livello nazionale si registra una diminuzione del 31,6%. La città dove gli immobili hanno perso maggiormente valore è stata Bologna con il -40,8%,seguita da Bari con -39,2%. Gli immobili hanno ceduto meno a Milano (-22,3%) e Roma (-27,4%). 

Nei capoluoghi di provincia e nell’hinterland delle grandi città, la rivalutazione delle abitazioni è stata rispettivamente del 19,4% e del 29,9%, quindi, meno forte di quella che si è avuta nelle grandi città. In queste realtà sull’onda del boom immobiliare dalla fine degli anni ’90 agli inizi del 2000 molte nuove costruzioni sono state messe in cantiere e questo ha contribuito a calmierare i prezzi di mercato.

Ancora nel periodo 1998-2013, l’analisi delle rivalutazioni di tutti i capoluoghi di provincia per realtà geografiche vede un maggior incremento di valore nei capoluoghi del Sud (+39,7%), del Centro (+21,4%) e del Nord (+9,8%). I picchi di rivalutazione sono stati rispettivamente del 113,1% al Sud Italia, dell’83,5% al Centro e del 63% al Nord Italia.

Dal secondo semestre del 2007 ad oggi, la perdita di valore nelle diverse realtà territoriali è stata abbastanza vicina: -31,6% per le grandi città, -33,5% per i capoluoghi di provincia e -32,8% per l’hinterland. La diminuzione di valore dal secondo semestre del 2007 è stata più forte per le località del Sud Italia (-34,2%), seguite dal Centro (-33,8%) e dal Nord (-32,6%). Specifichiamo però che il ribasso al Sud è iniziato un semestre dopo, e cioè nel primo semestre del 2008, per cui la perdita di valore è stata più repentina a causa soprattutto della forte difficoltà di accesso al credito acuita da problematiche di disoccupazione.

Copyright © - Riproduzione riservata
Rivalutazione immobili, Napoli con +93,8% e’ la prima citta’ italiana Geometra.info