Ancora modifiche alle norme sulla sicurezza nel lavoro | Geometra.info

Ancora modifiche alle norme sulla sicurezza nel lavoro

wpid-3143_sicgeom.jpg
image_pdf

È stato pubblicato nella Gazzetta ufficiale n. 180 di ieri 5 agosto 2009 il decreto legislativo n.106 del 3 agosto 2009 in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.

Il testo che non ha carattere innovativo, ma solo correttivo, apporta alcune significative modifiche che recepiscono le criticità e le lacune emerse nei primi mesi di applicazione del testo unico, evidenziate dalle Commissioni parlamentari e della Conferenza Stato – Regioni, nonché dalle organizzazioni sindacali maggiormente rappresentative dei lavoratori.

Le principali novità:

  • L’ introduzione di un sistema di qualificazione delle imprese e dei lavoratori autonomi attraverso un meccanismo di “patente a punti” per il settore edile per la verifica della loro idoneità tecnico-professionale;
  • Introduzione di un sistema di qualificazione delle imprese e dei lavoratori autonomi in settori a particolare rischio infortunistico;
  • Superamento di un approccio meramente formalistico e burocratico al tema della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro prestando maggiore attenzione ai profili sostanziali;
  • Superamento di una cultura meramente sanzionatoria e repressiva prestando prevalente attenzione alla prevenzione;
  • Integrazione tra le attività del Servizio sanitario nazionale e dell’Inail finalizzate all’assistenza e alla riabilitazione dei lavoratori vittime d’infortuni;
  • Rivisitazione del potere di sospensione dell’impresa, in modo da perfezionare tale procedura, rendendo maggiormente certi sia i requisiti che ne legittimano l’adozione sia i casi nei quali la sospensione possa essere imposta;
  • Integrale ricezione delle proposte avanzate in sede tecnica dalle parti sociali;
  • Definizione di un corpo normativo coerente anche con la realtà e le caratteristiche delle piccole e medie imprese e con le peculiarità delle forme di lavoro atipico e temporaneo;
  • Valorizzazione del ruolo degli enti bilaterali quali strumenti di ausilio alle imprese e ai lavoratori per il corretto adempimento degli obblighi in materia di salute e sicurezza sul lavoro e per l’innalzamento dei livelli di tutela negli ambienti di lavoro;
  • Miglioramento dell’efficacia dell’apparato sanzionatorio, con l’obiettivo di assicurare una migliore corrispondenza tra infrazioni e sanzioni;

Secondo una nota del ministero del lavoro, il decreto è “rigorosamente coerente con i principi e i criteri direttivi della delega concessa dal Parlamento al governo nella passata legislatura in materia di tutela della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro con la legge 3 agosto 2007, n. 123”. “Il decreto non ha dunque carattere innovativo – si spiega – dovendo rispettare i principi e i criteri direttivi stabiliti dal Parlamento nel 2007. Con il provvedimento varato l’Italia è in condizioni di poter vantare un complesso di regole in materia di salute e sicurezza condiviso tra amministrazioni e parti sociali e pienamente in linea con le migliori regolamentazioni europee e internazionali”.

Scarica il decreto

Copyright © - Riproduzione riservata
Ancora modifiche alle norme sulla sicurezza nel lavoro Geometra.info