INAIL : La "Nuvola" di Fuksas saluta i suoi giovani "esperti" in sicurezza | Geometra.info

INAIL : La "Nuvola" di Fuksas saluta i suoi giovani "esperti" in sicurezza

wpid-4934_Nuvolafuksas.jpg
image_pdf

Bisogna sgolarsi un po’ per farsi ascoltare, ma è una cosa normale se la platea è composta da una novantina di giovani studenti di sei istituti superiori romani. Il risultato è una cerimonia di saluto che ha il sapore di una festa, magari un po’ chiassosa, ma piacevolmente estranea ai formalismi delle cerimonie "ingessate". Si è conclusa così, a Roma – presso il cantiere del Nuovo Centro Congressi dell’Eur – il progetto "La Nuvola della sicurezza: l’INAIL adotta un cantiere", l’iniziativa dedicata alla cultura della prevenzione che – promossa dalla direzione del Lazio dell’Istituto – ha coinvolto gli studenti in quindici ore di teoria in aula e in venti di stage presso la Nuvola di Fuksas (la seconda opera per importanza attualmente in costruzione nella Capitale, subito dopo le metropolitane). Ai partecipanti è stato consegnato un attestato personale e un cd realizzato in collaborazione col "Leon Battista Alberti", una delle scuole partecipanti, e contenente l’intero percorso del seminario formativo.
"Grazie per l’entusiasmo che avete manifestato", ha esordito Antonio Napolitano, direttore INAIL Lazio, "e, soprattutto, per avere capito che basta usare la testa per riuscire a svolgere senza problemi anche dei mestieri complessi come quelli che un domani, vi apprestate a fare in strutture come questa". Napolitano ha sottolineato, così, come al centro del percorso formativo ci sia stato il principio "dell’unicità dell’esperienza del cantiere". "Ogni cantiere è unico", ha affermato, "e ogni cantiere, per essere sicuro, deve essere considerato tale. La sicurezza non può mai prescindere da questa consapevolezza. Per questo il nostro desiderio non è stato tanto quello di trasmettervi un insieme di nozioni pratiche, ma di offrirvi l’opportunità di questa esperienza".
A prendere la parola successivamente è stato Gianluigi Carnovali, capo della segreteria del presidente dell’INAIL, Marco Fabio Sartori. "A nome del presidente esprimo la soddisfazione per un progetto che è intenzione dell’Istituto ripetere in futuro anche in numerosi altri cantieri del paese", ha detto. "In questi ultimi anni l’INAIL ha investito molte risorse sulla prevenzione e nei corsi di formazione, ritenendo la diffusione di una più solida cultura della sicurezza un obiettivo di importanza strategica. Il traguardo, forse utopistico ma comunque perseguibile, è arrivare, in futuro, alla soglia degli ‘zero’ incidenti. Per riuscire in questo obiettivo il mondo del lavoro deve contare su persone consapevoli come voi e per questo l’INAIL non può che affermare di avere bisogno del vostro entusiasmo".
Soddisfazione per il progetto è stata espressa anche da Paola Rita Stella, assessore provinciale alla scuola, che ha inserito l’iniziativa nel Piano di offerta formativa. "Anche a nome del presidente Zingaretti voglio sottolineare l’importanza della sinergia con INAIL Lazio. Credo che questo protocollo porterà dei benefici importanti per tanti giovani: scuola e mondo del lavoro devono trovare sempre più occasioni di condivisione d’intenti per consentire l’affermazione di future professionalità solide e competenti". Alla cerimonia erano anche presenti Riccardo Mancini, amministratore delegato di Eur Spa, Claudio Ceccarelli, direttore del cantiere, e Marco Ferraro, responsabile sicurezza/ambiente della Società Italiana per Condotte d’Acqua.

Copyright © - Riproduzione riservata
INAIL : La "Nuvola" di Fuksas saluta i suoi giovani "esperti" in sicurezza Geometra.info