Lavori in quota: il ponte su ruote o trabattello | Geometra.info

Lavori in quota: il ponte su ruote o trabattello

Il ponte su ruote o trabattello è uno degli strumenti di cantiere per effettuare lavori in quota

trabattello
image_pdf

Il ponte su ruote a torre, detto anche trabattello, è un ponteggio mobile, costituito da tubi ed elementi metallici e tavole d’impalcato prefabbricate, che dispone di una stabilità propria. Il ponte su ruote presenta uno o più impalcati collocati a quote differenti denominati ponti e sottoponti.

L’accesso ai piani di lavoro (ponti) avviene dall’interno per mezzo di scale a pioli o a gradini, inclinate o verticali. È usato prevalentemente per l’esecuzione di lavori di manutenzione e finitura (imbiancatura, intonacatura ecc.) all’interno o all’esterno degli ambienti di lavoro e dei cantieri edili, per lavori in quota al di sopra dei 2 m.

I ponti su ruote normalmente in commercio sono fra loro simili, spesso si diversificano solo per i materiali usati dal costruttore, che possono essere l’acciaio o l’alluminio. Gli impalcati in dotazione possono essere realizzati sia in legno (massiccio o multistrato) che in metallo (acciaio o alluminio), con botole di passaggio, del tipo richiudibile con coperchio praticabile, attraverso le quali avviene l’accesso al piano di lavoro.

Ponte su ruote a torre Fonte: www.svelt.it

Ponte su ruote a torre Fonte: www.svelt.it

 

Oggi l’idoneità di tali attrezzature è disciplinata esclusivamente dall’art. 140 del D.Lgs. 81/2008 e s.m.i. Ogni fabbricante e ogni utilizzatore del ponte su ruote, ciascuno per quanto di propria competenza, deve garantire che:

  • il ponte abbia una base ampia in modo da resistere, con largo margine di sicurezza, ai carichi e alle oscillazioni cui possa essere sottoposto durante gli spostamenti o per colpi di vento e in modo che non possa essere ribaltato;
  • il piano di scorrimento delle ruote risulti livellato e il carico del ponte sul terreno sia opportunamente ripartito con tavoloni o con altro mezzo equivalente;
  • le ruote del ponte in opera siano saldamente bloccate con cunei dalle due parti o con sistemi equivalenti, in modo che dispositivi appropriati impediscano lo spostamento involontario dei ponti su ruote durante l’esecuzione dei lavori in quota;
  • il ponte su ruote sia ancorato alla costruzione almeno ogni due piani, fatta salva la deroga a tale obbligo per i ponti su ruote a torre conformi all’Allegato XXIII;
  • la verticalità dei ponti su ruote sia controllata con livello o con pendolino;
  • i ponti, esclusi quelli usati nei lavori per le linee elettriche di contatto, non siano spostati quando su di essi si trovano lavoratori o carichi.
    Si ha la possibilità di derogare all’obbligo dell’ancoraggio ogni due piani (Allegato XXIII del D.Lgs. n. 81/2008 e s.m.i.) qualora la costruzione del ponte su ruote avvenga in conformità alla Norma UNI EN 1004.

Ai sensi dell’art. 111 del D.Lgs. n. 81/2008 e s.m.i., il datore di lavoro/utilizzatore sceglierà e impiegherà un ponte su ruote a torre quale posto di lavoro in quota soltanto se le condizioni meteorologiche non mettono in pericolo la sicurezza e la salute dei lavoratori e dopo aver effettuato l’analisi del rischio che ha determinato la scelta del ponte, quale attrezzatura più idonea all’attività che deve essere svolta, considerando anche il contesto operativo e essendosi accertato della completezza e veridicità della documentazione fornitagli dal fabbricante.

Inoltre il datore di lavoro, ai sensi dell’art. 71 del D.Lgs. n. 81/2008 e s.m.i., prenderà le misure necessarie affinché l’attrezzatura di lavoro sia installata e utilizzata in conformità alle istruzioni d’uso, sia oggetto di idonea manutenzione al fine di garantire nel tempo la permanenza dei requisiti di sicurezza, sia corredata sempre dal ‘‘libretto’’ del ponte su ruote a torre (manuale d’istruzioni) e sia montata/usata solo dai lavoratori incaricati allo scopo che abbiano ricevuto un’informazione, formazione e addestramento adeguati.
Gli obblighi dei lavoratori-operatori sono descritti nell’art. 20 del D.Lgs. n. 81/2008 e s.m.i., e, in particolare, gli stessi devono utilizzare correttamente i ponti su ruote, così come descritto nel libretto delle istruzioni, e partecipare ai programmi di formazione e di addestramento organizzati dal datore di lavoro.
“Le considerazioni esposte sono frutto esclusivo del pensiero degli Autori e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione.”

Copyright © - Riproduzione riservata
L'autore
L'autore
Lavori in quota: il ponte su ruote o trabattello Geometra.info