Scale portatili: norme tecniche e sicurezza | Geometra.info

Scale portatili: norme tecniche e sicurezza

Le scale portatili permettono di superare dislivelli e raggiungere posti di lavoro in quota. Vediamo le principali caratteristiche e la gestione della sicurezza

image_pdf

Le scale portatili sono attrezzature di lavoro dotate di pioli o gradini sui quali una persona può salire, scendere e sostare per brevi periodi; possono essere trasportate e installate a mano senza l’ausilio di mezzi meccanici.

Le scale portatili possono essere utilizzate:
− nelle lavorazioni nelle quali ci sia la necessità di operare in altezza;
− nei lavori in quota solo nei casi in cui l’uso di altre attrezzature di lavoro considerate più sicure non sia giustificato a causa del limitato livello di rischio e della breve durata di impiego oppure a causa delle caratteristiche esistenti dei siti che il datore di lavoro non può modificare.

Le tipologie di scale portatili secondo la EN 131-1 sono le seguenti:
− scale in appoggio a pioli: semplice (ad un solo tronco), innestabile o all’italiana, a sfilo, a sviluppo manuale o con meccanismo;
− scale in appoggio a gradini: semplice (ad un solo tronco);
− scale doppie a pioli: a uno o a due tronchi di salita;
− scale doppie a gradini: a uno o a due tronchi di salita, a uno o a due tronchi di salita munita di piattaforma e di guardia-corpo;
− scale doppie a pioli e gradini;
− scale trasformabili: a due tronchi, a tre tronchi, multi-posizione con cerniera.

La marcatura delle scale portatili secondo la EN 131 deve riportare le seguenti indicazioni:
− numero della norma: EN 131;
− nome e indirizzo del fabbricante/distributore;
− tipologia (descrizione, numero e lunghezza dei componenti, lunghezza massima della scala durante l’uso);
− mese e anno di produzione e/o numero di serie;
− indicazione dell’inclinazione per le scale dove questo non sia ovvio a causa della loro struttura o forma;
− carico massimo totale portata (kg);
− che la scala deve essere utilizzata da una sola persona alla volta;
− peso della scala (kg);
− isolamento elettrico (se presente).

Leggi anche: Lavori in quota: la scheda di verifica per i ponteggi

La scelta di una scala portatile, quale attrezzatura di lavoro da adottare in una specifica realizzazione, dipende dai rischi da eliminare e/o ridurre, preventivamente individuati nell’attività di valutazione dei rischi. Essa deve avvenire dopo aver considerato che:
A) la scala doppia:
o non è idonea come sistema di accesso ad altro luogo;
o non deve superare l’altezza di 5 metri;
B) la scala in appoggio:
o è idonea come sistema di accesso ad altro luogo;
o usata per l’accesso dovrà essere tale da sporgere a sufficienza (ad esempio, per almeno 1 metro) oltre il livello di accesso, a meno che altri dispositivi garantiscano una presa sicura;
o non deve superare l’altezza di 15 metri;
C) la scala trasformabile:
o nelle sue possibili configurazioni deve essere usata con una altezza massima di 5 metri per la configurazione doppia e con una altezza massima di 15 metri per la configurazione in appoggio;
o in configurazione di scala doppia non è idonea come sistema di accesso ad altro luogo;
o in configurazione di scala in appoggio è idonea come sistema di accesso ad altro luogo;
o in configurazione di scala in appoggio, usata per l’accesso, dovrà essere tale da sporgere a sufficienza (ad esempio, per almeno 1 metro) oltre il livello di accesso, a meno che altri dispositivi garantiscano una presa sicura.

Per tutte le tipologie di scale portatili la scelta deve avvenire dopo aver considerato che:
− si dovrà salire sulla scala fino a un’altezza tale da consentire al lavoratore di disporre in qualsiasi momento di un appoggio e di una presa sicura;
− non ci si dovrà esporre lateralmente per effettuare il lavoro;
− non si dovrà salire/scendere su/dalla scala portando materiali pesanti o ingombranti che pregiudichino la presa sicura;
− una scala a pioli permette un breve posizionamento in altezza della persona;
− una scala a gradini permette un breve posizionamento in altezza della persona, con un confort maggiore rispetto a quella a pioli;
− ogni scala deve essere accompagnata dalle istruzioni di base, nella lingua del Paese in cui la scala è venduta. Il testo delle istruzioni può essere accompagnato da schemi o figure. Il produttore deve fornire l’elenco dei punti da ispezionare e verificare, unitamente ai criteri di valutazione “passa/non passa”. Le istruzioni per ottenere l’elenco devono essere comprese nelle istruzioni per il lavoratore o riportate sulla scala. Le istruzioni possono essere presentate anche nel sito web del fabbricante.

Le scale portatili, quali attrezzature di lavoro, devono essere posizionate ed utilizzate in conformità alle istruzioni d’uso fornite dal fabbricante. In particolare, il posizionamento delle scale in appoggio ad elementi innestabili o all’italiana richiede lo specifico addestramento del lavoratore addetto.

Le considerazioni esposte sono frutto esclusivo del pensiero dell’Autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione.

Leggi anche: Come ottenere il Patentino ponteggi

Copyright © - Riproduzione riservata
L'autore
Scale portatili: norme tecniche e sicurezza Geometra.info