Scuole al sicuro | Geometra.info

Scuole al sicuro

wpid-6203_bbfzoom.jpg
image_pdf

E’ stato raggiunto un accordo per un progetto nazionale, promosso dall’Aniem, l’Associazione delle pmi edili manifatturiere della Confapi che, con la collaborazione della Protezione Civile nazionale e la Provincia di Modena, che ha come obiettivo la messa in sicurezza sismica delle scuole italiane. La fase sperimentale partirà da una ricognizione puntuale e sistematica di tutte le scuole sia pubbliche che private, presenti in sette comuni del territorio modenese classificati a rischio sismico. Dopodiché si passerà al territorio della provincia di Perugia e verrà poi esteso a tutto il territorio nazionale.

Secondo il presidente Dino Piacentini, “il patrimonio scolastico richiede una manutenzione costante, ma soprattutto una garanzia di sicurezza ad iniziare proprio dalle connotazioni antisismiche”. E aggiunge: “con questo progetto, che porteremo anche in Umbria nei prossimi giorni, l’Aniem intende uscire da una logica meramente rivendicativa di spazi e risorse, assumendo un ruolo sempre più propositivo e collaborativo con le Istituzioni. La presenza della Protezione Civile garantirà la qualità e l’adeguatezza degli interventi rispetto alle normative vigenti”.

Ma da dove arriveranno i finanziamenti utili alla realizzazione del progetto? Alcuni mesi fa il ministro Gelmini ha spiegato che saranno utilizzati per l’edilizia scolastica 20 milioni di euro annui, derivanti dai risparmi sulle spese per la politica. Inoltre, attraverso un accordo con l’INAIL, sono stati definitivamente assegnati agli enti locali 70 milioni di euro ed è stato opportunamente reperito un miliardo di euro dal fondo FAS per l’edilizia scolastica, di cui 226 milioni sono serviti alla ricostruzione delle scuole in Abruzzo. Della restante parte, dopo faticose trattative, è stato ripartito un primo stralcio di circa 300 milioni.

Un progetto importante per l’edilizia scolastica italiana che registra un’incidenza di pericolosità pari al 54,4% degli edifici. Secondo il rapporto Impararesicuri 2010, realizzato in collaborazione con la Protezione Civile, poco più di una scuola su tre possiede la certificazione di agibilità statica (37%) e, ad aggravare ulteriormente la situazione, è la posizione degli edifici, molti dei quali in zone sismiche.

Copyright © - Riproduzione riservata
Scuole al sicuro Geometra.info