Strage amianto: inizia il processo Eternit | Geometra.info

Strage amianto: inizia il processo Eternit

wpid-3769_amianto.jpg
image_pdf

Si è dato il via al processo del secolo che vede alla sbarra Eternit, la multinazionale svizzera che per anni ha trattato amianto. Imputati gli ex vertici della multinazionale svizzera accusati di omissione dolosa di cautele antinfortunistiche e disastro doloso. Dall’altra quasi 3 mila vittime, oltre 4 mila parti civili e  la richiesta di 5 miliardi di risarcimento.

Per il processo sono state allestite a Torino tre maxi aule, una sala attrezzata nel Palazzo della Provincia riservata al pubblico, tutte collegate in videoconferenza e una ventina di autobus e un volo charter.

Oggi in aula a rappresentare le vittime c’è, per la prima volta in Europa, un collegio legale internazionale che vede insieme avvocati italiani, francesi, belgi, tedeschi e svizzeri in rappresentanza di oltre 1600 persone costituitesi parte civile, tra lavoratori ancora viventi (298) e deceduti (930), ma anche per la prima volta cittadini viventi (17) ma anche deceduti (365), in qualità di persone esposte al rischio amianto.

“Auspichiamo che il processo faccia il suo percorso – ha sottolineato Vincenzo Scudiere, segretario piemontese della Cgil – che sia un percorso breve e che sia fatta giustizia, sia per coloro che non ci sono più ma anche per chi della malattia porta ancora oggi i segni”.

Per Bruno Pesce coordinatore vertenza amianto “’si tratta di una grande operazione verità, di un debito nei confronti della verità che va pagato con un’operazione giustizia, anche se il danno è stato irreparabile”. “In aula – ha concluso – ci sarà una vera e propria multinazionale delle vittime”.

“I lavoratori hanno diritto a vivere e lavorare in salute nel rispetto delle norme di sicurezza – ha spiegato uno dei legali belgi, Yan Fermont – per questo speriamo che il processo che si apre a Torino sia utile anche per rafforzare simili iniziative anche in altri paesi europei”.

“Ci sono stime di mortalità da amianto – ha proseguito l’avvocato francese, Jean Paul Teissoniere – che indicano in 100 mila le vittime nella sola Francia tra il 1995 e il 2005, e in 500 mila in tutta Europa nello stesso periodo e noi speriamo di poter fare presto in Francia quello che sta accadendo a Torino. Ovviamente ciò che conta non è solo iniziare ma anche portare avanti un risultato, sappiamo che incontreremo non poche difficoltà”.

“In Francia – ha concluso Pesce – da anni c’è un fondo nazionale che risarcisce le vittime da amianto. A noi piacerebbe che lo stesso avvenisse anche in Italia”.

I tempi ipotizzati per la sentenza si aggirano intorno a 18 mesi. Ma questo sarà solo l’inizio, infatti, questo processo non sarà l’unico: in questi stessi giorni proseguono le indagini preliminari di quello che può essere definito il caso Eternit bis che riguarda le vittime dopo il febbraio 2008 che conta 427 le vittime già accertate.

Copyright © - Riproduzione riservata
Strage amianto: inizia il processo Eternit Geometra.info