Ape 2015 è in vigore: TerMus di Acca è aggiornato | Geometra.info

Ape 2015 è in vigore: TerMus di Acca è aggiornato

TerMus di Acca si aggiorna con TerMus-DIM, il software di diagnosi energetica di edifici riqualificati e TerMus-CRT per la contabilizzazione del calore, termoregolazione e ripartizione di spese condominiali

termus-ape-2015-attestato
image_pdf

Dal 1° ottobre, il nuovo Attestato di Prestazione Energetica (Ape) è entrato in vigore. Ape 2015, introdotto dal Dpr n. 75/2013 e dalla Legge n. 90/2013 di recepimento di direttiva 2010/31/UE, è unico per tutto il territorio nazionale, con una metodologia di calcolo omogenea.

TerMus è il software Acca per la certificazione energetica e la verifica delle prestazioni energetiche degli edifici, elaborato per la conformità di calcolo alle norme UNI TS 11300, riconosciuto dal CTI attraverso la procedura di certificazione dei software. Completo, semplice e affidabile, TerMus è stato arricchito con continuità ed efficacia di ulteriori soluzioni specifiche per la progettazione di impianti di riscaldamento, climatizzazione, interventi migliorativi, calcolo dinamico dei ponti termici, serre solari, facciate ventilate, tetti verdi, solare fotovoltaico e solare termico e ora anche per la diagnosi energetica e la contabilizzazione del calore. Oltre alla scalabilità delle soluzioni, TerMus è apprezzato per la versatilità nell’affrontare in modo convincente le problematiche poste dalla materia. Modellato sulle esigenze del cliente, risponde sia a tecnici che vogliono operare con rapidità che a coloro che si trovano ad affrontare situazioni più evolute e complesse.

Chi deve fare un Ape di un edificio esistente con velocità e correttezza può optare per l’input “Ape veloce”, chi , invece, deve calcolare le prestazioni energetiche di un nuovo edificio in una situazione chiaramente più complessa e ottimizzare allo stesso tempo il proprio intervento può semplicemente progettare con un unico input ad oggetti parametrici, questa tecnologia è da sempre un plus di TerMus  per la capacità di semplificare e velocizzare con sicurezza il lavoro del progettista. L’input grafico di TerMus, infatti, non è un banale input grafico per la lettura dei dati geometrici, gli oggetti sono dotati di specifiche proprietà termotecniche (trasmittanze, permeabilità al vapore, massa volumica, ecc.), prelevati da una ricca libreria attraverso semplici operazioni di Drag and Drop e usati per modellare rapidamente l’edificio con calcoli e verifiche prodotti da subito. Non a caso si può correttamente affermare che TerMus è stato il primo BIM termotecnico italiano.

La documentazione tecnica che è possibile produrre con il software è completa e coerente con i disposti normativi in materia (Attestato di Prestazione Energetica per tutte le tipologie di edifici, residenziali e non residenziali esistenti e di nuova costruzione senza limiti di superficie, Attestato di Qualificazione Energetica (A.Q.E.), Classificazione Energetica, Relazione Tecnica di Progetto, etc..). Spesso nella scelta di un software si dovrebbe considerare anche la qualità dei servizi post vendita che fanno la differenza. Chi acquista TerMus ha assistenza gratuita sull’uso del software, libero accesso a servizi quali video tutorial, corsi di avviamento, forum, assistenza on line anche prima dell’acquisto, corsi di formazione sul software e sulla normativa tramite web TV, incontri sul territorio, Multipiattaforma Assistenza Formazione (MAF), diagnostica operativa con alerts molto utili perchè progettazione, calcolo e verifica vengano elaborati in modo corretto. Tutto per far sentire da subito il tecnico padrone del software e dei risultati.

Sempre in tema di efficienza energetica, in occasione del Saie 2015, Acca presenterà due novità: TerMus DIM e TerMus-CRT. Il primo, TerMus-DIM, permette di stimare i valori economici ed energetici prodotti da interventi di riqualificazione energetica. La valutazione energetica sullo stato di fatto dell’edificio viene effettuata attraverso il tailored rating così come descritto nelle UNI/TS 11300. Con un margine di errore tollerabile, il tailored rating energetico descrive la reale conduzione del sistema edificio impianto permettendo di modificare il modello di edificio realizzato adattandolo all’effettivo profilo di utilizzo. Una volta definito il modello è possibile simulare il risparmio realizzato attraverso varie soluzioni.

TerMus-CRT, invece , permette di contabilizzare il calore, ripartire le spese di riscaldamento e quelle per la produzione di acqua calda sanitaria per condomini composti da singoli o da più edifici. Per ogni singola unità immobiliare è possibile definire il tipo di contabilizzazione (diretta o indiretta) con dettagli specifici (servizi e impianti presenti, fabbisogni, vettori energetici, rilievo e calcolo delle potenze dei corpi scaldanti, etc…), inoltre, grazie a tabelle di correlazione, è possibile ottenere dal calcolo energetico effettuato con TerMus valori per fabbisogno, perdite, rendimenti, consumi, etc.. La progettazione di un impianto di termoregolazione, cosa fattibile con TerMus-CRT, è una naturale conseguenza della contabilizzazione per una migliore organizzazione ed efficienza del condominio.

Progettare un impianto di termoregolazione risulta semplice e funzionale, un wizard ottimizza step by step il progetto evitando di commettere errori e anche gli elaborati che il software produce sono completi e funzionali al tipo di esigenza specifica per un condominio (relazione tecnica del sistema di termoregolazione e contabilizzazione; certificato di potenza termica installata nelle singole unità immobiliari; prospetto millesimale riassuntivo; prospetto riassuntivo delle prestazioni energetiche dell’edificio; prospetto previsionale di ripartizione delle spese; prospetto consuntivo di ripartizione delle spese; computo metrico dei componenti dell’impianto). Con TerMus-CRT si ha tutto l’occorrente per un corretta contabilizzazione del calore e una corretta ripartizione delle spese condominiali.

Qui di seguito è possibile scaricare la scheda tecnica di TerMus in formato pdf. Per maggiori informazioni, consultare il sito di Acca.

Copyright © - Riproduzione riservata
Ape 2015 è in vigore: TerMus di Acca è aggiornato Geometra.info