Certificazione energetica: quali novità in Lombardia? | Geometra.info

Certificazione energetica: quali novità in Lombardia?

Anche la normativa regionale in Lombardia si adegua ai tre decreti sulla certificazione energetica recentemente firmati dal Mise. Gli ingegneri di Logical Soft ci spiegano come

certificazione
image_pdf

Nei giorni scorsi il Mise ha firmato i 3 attesi decreti sul tema della certificazione energetica, del nuovo Ape e della relazione tecnica di progetto. La pubblicazione del decreto Requisiti Minimi e delle nuove Linee Guida per la certificazione porta innovazioni rilevanti nella legislazione nazionale in materia di progetto e certificazione energetica degli edifici.

Di seguito riportiamo un contributo dell’Ing. Marco Carta, Responsabile Progetto CENED 2.0 di Logical Soft, dedicato agli effetti dei nuovi decreti sul sistema di certificazione attivo in Lombardia e sugli strumenti software per il calcolo.

Cosa cambia in Lombardia con i nuovi decreti? (Ing. Marco Carta)

Il 1° luglio sono stati pubblicati dal Ministero dello Sviluppo Economico tre importanti provvedimenti che completano il quadro normativo nazionale in materia di efficienza energetica degli edifici. Il decreto Requisiti Minimi istituisce le nuove modalità di calcolo della prestazione energetica ed i nuovi requisiti minimi di efficienza energetica per gli edifici nuovi e ristrutturati. Le Linee Guida Nazionali contengono il nuovo modello di APE e di annuncio commerciale validi per tutte le regioni e impongono l’istituzione di un archivio informatico nazionale dei certificati energetici (SIAPE). Un ulteriore decreto aggiorna infine gli schemi di relazione tecnica di progetto (ex Legge 10) per nuove costruzioni, ristrutturazioni importanti e riqualificazioni energetiche.

Regione Lombardia si adegua ai contenuti della norma nazionale e nello specifico:

– A partire dal 1° ottobre 2015 sarà introdotto per tutti gli edifici esistenti il nuovo formato di APE, uguale a quello nazionale

– La procedura di calcolo si baserà sulle norme UNI TS 11300 e sui contenuti del DM Requisiti Minimi e delle Linee Guida per la certificazione

– Per il calcolo di progetto sarà necessario utilizzare l’edificio di riferimento come richiesto dal DM Requisiti Minimi

– I certificatori energetici saranno abilitati in conformità al DPR 75 del 2013, quindi non sarà più necessaria la frequenza di un corso abilitante per alcune categorie di professionisti iscritti all’ordine (vedi slide Regione Lombardia qui sotto)

Rispetto alla norma nazionale vengono poi introdotte alcune novità specifiche per il territorio lombardo:

– Sarà pubblicata la delibera regionale di recepimento comprendente la nuova procedura di calcolo conforme alle UNI TS 11300

– Sarà istituito un nuovo catasto energetico regionale dei certificati per la registrazione dei file formato XML con i dati di input e di output

– A partire dal 1° ottobre 2015 dovrà essere utilizzato obbligatoriamente il motore di calcolo CENED+2 Motore per la produzione dei certificati energetici e dei file XML per gli edifici esistenti

– A partire dal 1° gennaio 2016 sarà obbligatorio redigere l’APE secondo il nuovo formato anche per gli edifici nuovi

– A partire dal 1° gennaio 2016 saranno anticipati di 5 anni (3 per gli edifici pubblici) gli obblighi di progetto degli edifici nZEB a energia quasi zero. In pratica tutti gli edifici di nuova costruzione o le ristrutturazioni rilevanti il cui progetto viene presentato a partire dal 01 gennaio 2016 dovranno rispondere ai requisiti nZEB.

Per la certificazione energetica Regione Lombardia mette a disposizione il software di calcolo CENED+ 2.0 costituito da due componenti: CENED+2 Motore, il motore di calcolo adibito all’elaborazione degli algoritmi, e CENED+2 Client, l’interfaccia utente per l’acquisizione dei dati.

Per la relazione di progetto (ex Legge 10) anche in Lombardia si farà riferimento al DM Requisiti Minimi. Le verifiche ed il progetto energetico possono quindi essere realizzati con il software TERMOLOG EpiX 6.

È importante sottolineare che in Lombardia sarà obbligatorio l’utilizzo del solo CENED+2 Motore ed ogni certificatore potrà scegliere tra l’interfaccia base CENED+2 Client e le interfacce di software commerciali come TERMOLOG EpiX 6 che integra già il motore di calcolo CENED+2 Motore sviluppato proprio da Logical Soft, in questo modo il certificatore energetico avrà sempre la sicurezza dell’affidabilità dei calcoli e la possibilità di scegliere per il proprio lavoro l’interfaccia più efficiente ed evoluta.

TERMOLOG naturalmente offre in più un potente input grafico abbinato ad un efficiente input tabellare, archivi commerciali dei produttori e dei generatori tradizionali e da fonti rinnovabili, lo strumento Confronta indispensabile per valutare gli interventi migliorativi oltre a tutta una serie di moduli specialistici per una progettazione integrata e conforme agli edifici nZEB obbligatori in Lombardia dal 1° gennaio.

TERMOLOG EpiX 6 è in grado anche di convertire i file XML da CENED+ 1.2 a CENED+ 2.0 consentendo di recuperare il lavoro svolto con la versione precedente del software di Regione Lombardia.

Copyright © - Riproduzione riservata
Certificazione energetica: quali novità in Lombardia? Geometra.info