Consumo di suolo: le Regioni bocciano il disegno di legge | Geometra.info

Consumo di suolo: le Regioni bocciano il disegno di legge

wpid-17646_Consumodelsuolo.jpg
image_pdf

Oltre al rischio di portare a un blocco degli strumenti urbanistici vigenti, è sostanzialmente privo di una visione strategica e complessiva del territorio. Sono queste, informa l’Ance, le principali critiche mosse dalle Regioni sul disegno di legge approvato dal Cdm sul contenimento del consumo di suolo.

In vista della Conferenza Unificata, che dovrà esaminare lo schema di articolato approvato lo scorso 15 giugno dal Consiglio dei Ministri avente a oggetto “Contenimento del consumo di suolo e riuso del suolo edificato”, i tecnici delle Regioni, competenti in materia di governo del territorio, si sono infatti riuniti per una prima valutazione.

Piuttosto critica la posizione espressa, dalla quale emerge la condivisone dei principi di fondo ma, al tempo stesso, la sostanziale contrarietà alla struttura del disegno di legge che affronta il tema, di per sé complesso e strategico, in un’ottica settoriale senza cioè una visione integrata del territorio. Tale percorso normativo dovrebbe essere, invece, affrontato unitamente alla riforma del governo del territorio a livello statale. Necessità, quest’ultima, peraltro più volte auspicata e ribadita dalle stesse Regioni anche nell’ambito del Comitato interministeriale per le politiche urbane (Cipu) e nel documento finale che qualche mese fa è stato divulgato.

Tra l’altro, evidenziano i tecnici delle Regioni, lo schema di ddl oltre a ledere le competenze legislative delle Regioni sembrerebbe voler perseguire l’ambizioso obiettivo di riduzione del consumo di suolo attraverso, di fatto, un sostanziale – e inaccettabile –blocco degli strumenti urbanistici vigenti.

 

Copyright © - Riproduzione riservata
Consumo di suolo: le Regioni bocciano il disegno di legge Geometra.info