Green belts anche per le città italiane | Geometra.info

Green belts anche per le città italiane

wpid-9502_roofs.jpg
image_pdf

Le città italiane saranno più verdi e vi saranno piantati 500.000 alberi in più ogni anno. E’ quanto previsto da una proposta avanzata dal Governo e dal Pdl, che la Camera esaminerà dopo la pausa estiva. Il provvedimento è finalizzato a diffondere una nuova e consapevole cultura ambientale, riprendendo una legge del 1992 che prevedeva un albero piantato per ogni bambino nato, in comuni con più di 15.000 abitanti, entro tre mesi dalla nascita.

L’obiettivo è creare una “green belt” attorno alle città italiane e perché questo sia possibile s’istituirà anche un Comitato per lo Sviluppo del verde pubblico e un “bilancio arboreo”, una sorta di censimento, che i comuni dovranno redigere annualmente.

Diffusione di cultura ambientale anche nelle scuole: questo sarà possibile con una Giornata nazionale degli alberi, prevista per il 21 novembre, con iniziative riguardanti il verde e l’educazione all’ambiente.

Sarà prevista anche la tutela dei “giardini storici”, che sono parte del patrimonio di una città. Si proporrà un Piano nazionale con criteri e linee guida per la realizzazione di aree verdi permanenti intorno alle aree urbane e di filari alberati lungo le strade, le cosiddette “green belt”, appunto,  nei nuovi quartieri cittadini. In più il Piano dovrà dare linee che “consentano un adeguamento dell’edilizia e delle infrastrutture pubbliche e scolastiche, che garantisca la  riqualificazione degli edifici, anche attraverso il rinverdimento delle pareti e dei lastrici solari e la creazione di giardini e orti, e il miglioramento degli spazi”.

Il verde urbano assorbe  CO2 e abbassa la temperatura degli edifici, per tale ragione si favorirà la trasformazione dei lastrici solari in giardini pensili ed orti urbani, così come il rinverdimento delle pareti degli edifici, attraverso tecniche di verde pensile verticale. Saranno accettati anche sponsor privati per favorire questo tipo di iniziative.

C.C.

Copyright © - Riproduzione riservata
Green belts anche per le città italiane Geometra.info