Geometra.info - Geometra.info | Geometra.info

Attuazione delle direttive 86/662/CEE e 89/514/CEE in materia di ...

Attuazione delle direttive 86/662/CEE e 89/514/CEE in materia di limitazione del rumore prodotto dagli escavatori idraulici e a funi, apripista e pale caricatrici (1).

DLT 27/01/1992 n. 00000135 VIGENTE

INQUINAMENTO
Decreto legislativo 27 gennaio 1992, n. 135 (in Gazz. Uff., 19
febbraio 1992, n. 41, s.o.). — Attuazione delle direttive 86/662/CEE
e 89/514/CEE in materia di limitazione del rumore prodotto dagli
escavatori idraulici e a funi, apripista e pale caricatrici (1).

(1) A partire dal 1 gennaio 1999 ogni sanzione pecuniaria penale o
amministrativa espressa in lire nel presente provvedimento si intende
espressa anche in Euro secondo il tasso di conversione
irrevocabilmente fissato ai sensi del Trattato CE. A decorrere dal 1
gennaio 2002 ogni sanzione penale o amministrativa espressa in lire
nel presente provvedimento è tradotta in Euro secondo il tasso di
conversione irrevocabilmente fissato ai sensi del Trattato CE. Se
tale operazione di conversione produce un risultato espresso anche in
decimali, la cifra è arrotondata eliminando i decimali (art. 51,
d.lg. 24 giugno 1998, n. 213).

(Omissis).

Art. 1.

Campo di applicazione.

1. Il presente decreto si applica al livello di potenza acustica
del rumore prorogato nell’ambiente ed al livello di pressione
acustica del rumore al posto di guida degli escavatori idraulici, a
funi, apripista, pale caricatrici e caricatori-escavatori, di seguito
denominati <<macchine di movimento-terra>>, impiegati per
l’esecuzione di lavori nei cantieri edili e di lavori pubblici, a
condizione che la loro potenza installata sia inferiore a 500 Kw (1).

(1) Comma così modificato dall’art. 1, d.m. 26 giugno 1998, n. 308.

Art. 2.

Definizioni.

1. Ai sensi del presente decreto si intende per:
a) Escavatore idraulico e a funi: macchina costituita da un carro
semovente e da una sovrastruttura in grado di effettuare una
rotazione di oltre 360°. La macchina scava, issa o solleva e scarica
materiali mediante il movimento del braccio, dell’avambraccio e del
cucchiaio (cucchiaio frontale, cucchiaio rovescio) o mediante il
movimento della benna, azionata da un argano (dragline, benna
mordente).
b) Apripiste: macchina semovente, gommata o cingolata, munita
frontalmente di una lama che consente in particolare di spostare o di
spargere materiali.
c) Pala caricatrice: macchina semovente, gommata o cingolata,
munita frontalmente di un cucchiaio. La macchina carica, solleva,
trasporta e scarica materiali, grazie ai movimenti del cucchiaio e
della macchina stessa.
d) Caricatore-escavatore: macchina semovente, gommata o
cingolata, concepita per portare sin dall’origine una pala
caricatrice nella parte anteriore e un braccio escavatore nella parte
posteriore. La pala caricatrice carica, solleva, trasporta e scarica
materiali, grazie ai movimenti del cucchiaio e della macchina stessa.
La benna scava, solleva e scarica materiali mediante il movimento del
braccio, dell’avambraccio e del cucchiaio.

Art. 3.

Condizioni per la vendita, l’immissione in servizio e
l’utilizzazione.

1. La vendita, l’immissione in servizio e l’utilizzazione secondo
la destinazione delle macchine di movimento-terra di cui all’articolo
2 sono subordinate al possesso della certificazione di conformità del
fabbricante, nonché all’apposizione sull’attrezzatura delle
indicazioni e del simbolo di cui all’allegato V, con l’osservanza
delle disposizioni del presente decreto.

Art. 4.

Attestati di certificazione CE (1).

1. Con decreto del Ministro dell’industria, del commercio e
dell’artigianato, di concerto con i Ministri della sanità, del lavoro
e della previdenza sociale e dell’ambiente, da emanarsi entro sei
mesi dall’entrata in vigore del presente decreto legislativo, saranno
determinate le condizioni e le modalità per il rilascio delle
autorizzazioni alle effettuazioni dei controlli sulle macchine di
movimento-terra, nonché per l’estensione, con riguardo alle macchine
stesse, delle autorizzazioni già rilasciate agli organismi di cui al
decreto del Ministro per il coordinamento delle politiche comunitarie
28 novembre 1987, n. 592.
2. Sino all’acquisizione dell’autorizzazione in estensione di cui
al comma 1, gli organismi già autorizzati ai sensi del decreto del
Ministro per il coordinamento delle politiche comunitarie 28 novembre
1987, n. 588, espletano i compiti ivi indicati e rilasciano gli
attestati di certificazione CE anche con riguardo alle macchine di
movimento-terra (2).
3. L’ispettorato tecnico dell’industria provvede alla istruttoria
delle istanze autorizzatorie. La pronuncia sulle istanze
autorizzatorie deve intervenire entro centottanta giorni dal loro
ricevimento. Il Ministero dell’industria, del commercio e
dell’artigianato comunica tramite il Ministero affari esteri alla
Commissione CEE (3) l’elenco degli organismi autorizzati abilitati ad
eseguire prove ed ogni successiva modifica.
4. Gli organismi autorizzati rilasciano l’attestato di
certificazione CE ad ogni tipo di macchina di movimento-terra di cui
all’articolo 2 alle seguenti condizioni (4):
a) fino al 29 dicembre 1996 compreso, qualora il livello di
potenza acustica del rumore propagato nell’ambiente atmosferico,
misurato alle condizioni di funzionamento dinamico reale di cui
all’allegato I della direttiva 79/113/CEE, modificata dalla direttiva
81/1051/CEE e completata dell’allegato I della direttiva 86/662/CEE,
non superi il livello ammissibile Lwa in dB(A)/1 pW, in funzione
della potenza netta installata P in kW, come indicato nella tabella
seguente:

XTAB
—————————————————————-
| Potenza netta | Livello di potenza acustica |
|installata in KW| ammissibile Lawin dB(A)/1 pW |
| | |
| | |
| | |
—————–+———————————————-
| P

Geometra.info