Geometra.info - Geometra.info | Geometra.info

Regolamento recante modalità di applicazione dell'articolo 18, ...

Regolamento recante modalità di applicazione dell'articolo 18, comma 5, della legge 5 gennaio 1994, n. 36, in materia di risorse idriche (1) (2).

DM 25/02/1997 n. 00000090 VIGENTE

ACQUE PUBBLICHE
Decreto ministeriale 25 febbraio 1997, n. 90 (in Gazz. Uff., 3 aprile
1997, n. 77). — Regolamento recante modalità di applicazione
dell’articolo 18, comma 5, della legge 5 gennaio 1994, n. 36, in
materia di risorse idriche (1) (2).

(1) In luogo di Ministro/Ministero del tesoro e di
Ministro/Ministero del bilancio e della programmazione economica,
leggasi Ministro/Ministero del tesoro, del bilancio e della
programmazione economica, ex art. 7, l. 3 aprile 1997, n. 94 e art.
2, d.lg. 5 dicembre 1997, n. 430.
(2) Con d.lg. 31 marzo 1998, n. 112 sono state devolute alle
regioni e agli enti locali tutte le funzioni amministrative inerenti
alla materia delle risorse idriche e della difesa del suolo, ad
eccezione di quelle espressamente mantenute allo Stato.

(Omissis).

Art. 1.

1. Ferme restando le esenzioni vigenti, a decorrere dal 1° gennaio
1994 i canoni annui per le utenze di acqua pubblica previsti
dall’articolo 35 del testo unico delle disposizioni di legge sulle
acque e sugli impianti elettrici, approvato con regio decreto 11
dicembre 1933, n. 1775, e successive modificazioni, sono stabiliti in
relazione agli usi nelle misure indicate all’articolo 18, commi 1 e
2, della legge 5 gennaio 1994, n. 36.

Art. 2.

1. Le entrate derivanti dalla riscossione delle maggiorazioni dei
canoni disposte dall’articolo 18 della legge 5 gennaio 1994, n. 36,
nonché quelle derivanti da eventuali maggiorazioni dei predetti
canoni rispetto alle misure vigenti alla data di entrata in vigore
della legge medesima, sono versate sull’apposito capitolo dello Stato
di previsione dell’entrata, per essere riassegnate con decreti del
Ministro del tesoro al Fondo speciale per il finanziamento degli
interventi relativi al risparmio idrico e al riuso delle acque
reflue, istituito nello stato di previsione del Ministero del tesoro,
nonché per essere utilizzate per le finalità di cui alla legge 18
maggio 1989, n. 183, e successive modificazioni.

Art. 3.

1. A decorrere dal 1° gennaio 1997 i canoni di cui all’articolo 1
sono aggiornati, in relazione al tasso di inflazione programmato per
il triennio 1997-1999, con decreto del Ministro delle finanze, di
concerto con il Ministro del tesoro.
2. All’aggiornamento si procede maggiorando i canoni in misura pari
al tasso di inflazione programmato per il primo anno. Per il secondo
anno, la misura dei canoni così risultante, è incrementata del tasso
di inflazione programmato relativo all’anno stesso. Analogamente si
fa luogo all’aggiornamento dei canoni relativi all’ultimo anno del
triennio.
3. Con le stesse modalità si procede all’aggiornamento dei canoni
per i trienni successivi.

Geometra.info