Geometra.info - Geometra.info | Geometra.info

Disciplina concernente le deroghe alle caratteristiche di qualità de...

Disciplina concernente le deroghe alle caratteristiche di qualità delle acque destinate al consumo umano.

dm 16/10/1995

ACQUE POTABILI E ACQUEDOTTI
Decreto Ministeriale 16 ottobre 1995 (in Gazz. Uff., 28 ottobre, n.
253). — Disciplina concernente le deroghe alle caratteristiche di
qualità delle acque destinate al consumo umano.

Il Ministro della sanità, di concerto con il Ministro
dell’ambiente:
Visti gli articoli 16, 17 e 18 del decreto del Presidente della
Repubblica 24 maggio 1988, n. 236, pubblicato nel supplemento
ordinario alla Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 152
del 30 giugno 1988; Vista la motivata richiesta avanzata dalla
Regione Sicilia per la determinazione del valore massimo ammissibile
di superamento della concentrazione massima ammissibile di 50 µg/l
per il parametro manganese e di 50 mg/l per il parametro magnesio;
Sentito il Consiglio superiore di sanità che si è espresso in data 14
dicembre 1994 per la concessione della deroga con valore massimo
ammissibile di 250 µg/l per il manganese e di 200 mg/l per il
magnesio;
Decreta:

Art. 1. 1. Le deroghe ai requisiti di qualità delle acque destinate
al consumo umano che possono essere disposte dalla Regione Sicilia ai
sensi degli articoli 17 e 18 del decreto del Presidente della
Repubblica 24 maggio 1988, n. 236, non possono superare i valori
massimi ammissibili (VMA) indicati nel successivo art. 2.

Art. 2. 1. I parametri con i rispettivi valori massimi ammissibili
che possono essere raggiunti in presenza di particolari situazioni
idrogeologiche relative al bacino di alimentazione delle acque,
individuati ai sensi dell’art. 16 del decreto del Presidente della
Repubblica 24 maggio 1988, n. 236, sono i seguenti:

Parametro (V.M.A.)
—— —
Manganese (µg/l) Mn ……………………… 250
Manganese (mg/l) Mg ……………………… 200

Art. 3. 1. Fermo restando il valore massimo ammissibile di cui
all’art. 2, nell’esercizio dei poteri di deroga di cui all’art. 18
del decreto del Presidente della Repubblica 24 maggio 1988, n. 236,
la Regione di cui all’art. 1 è tenuta ad adottare i valori che
assicurino l’erogazione dell’acqua della migliore qualità possibile.

Art. 4. 1. L’esercizio delle deroghe è subordinato alla osservanza
delle disposizioni di cui all’art. 18, comma 3, del decreto del
Presidente della Repubblica 24 maggio 1988, n. 236.
2. La mancanza di conformità alle citate disposizioni comporta la
decadenza della facoltà di deroga.
3. Gli obiettivi dei piani di intervento devono essere raggiunti
entro il 20 gennaio 1997 per il parametro manganese ed entro il 31
dicembre 1999 per il parametro magnesio; a tale data cessa la
possibilità di concedere deroghe ai sensi del presente provvedimento.
Il presente decreto entra in vigore il giorno della sua
pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.

Geometra.info