Geometra.info - Geometra.info | Geometra.info

Proroga dei termini per la dismissione di gas halons....

Proroga dei termini per la dismissione di gas halons.

dm 10/03/1999

INQUINAMENTO
Decreto Ministeriale 10 marzo 1999 (in Gazz. Uff., 30 aprile, n.
100). – Proroga dei termini per la dismissione di gas halons.

Il Ministro dell’ambiente, di concerto con il Ministro
dell’industria, del commercio e dell’artigianato:
Vista la legge 16 giugno 1997, n. 179, art. 2, comma 3, che
attribuisce al Ministero dell’ambiente, di concerto con il Ministero
dell’industria, la competenza per la regolamentazione della
dismissione o della limitazione delle produzioni e degli usi delle
sostanze di cui alle tabelle A e B allegate alla legge 28 dicembre
1993, n. 549; Visto il decreto dei Ministri dell’ambiente e
dell’industria del 26 marzo 1996, art. 2, lettera b), e art. 5, che
disciplina in particolare la dismissione e la sostituzione degli
halons, sostanze di cui alla tabella A della legge 28 dicembre 1993,
n. 549; Visto il decreto-legge 4 ottobre 1996, n. 520, che recepisce
i termini del decreto dei Ministri dell’ambiente e dell’industria del
26 marzo 1996; Vista la legge 16 giugno 1997, n. 179, art. 7, comma
1, che conferma la validità dei provvedimenti adottati degli effetti
prodottisi, e dei rapporti giuridici sorti sulla base del
decreto-legge 4 ottobre 1996, n. 520; Considerato che il rapporto del
1998 sullo stato dell’ozono, predisposto dall’Organismo scientifico
del Protocollo di Montreal ratificato dall’Italia con legge 23 agosto
1988, n. 393, mette in evidenza che la distruzione della fascia di
ozono risulta accelerata anche per effetto della crescente
concentrazione nella stratosfera dei composti del bromo derivanti
dall’uso degli halons, che hanno il potere di distruzione dell’ozono
più elevato tra tutte le sostanze pericolose ed un rilevante potere
di riscaldamento dell’atmosfera; Viste le decisioni X/7 e X/16,
adottate al Cairo il 24 novembre 1998 dalla decima riunione delle
Parti firmatarie del Protocollo di Montreal, secondo le quali i paesi
devono stabilire entro il 2000 una strategia nazionale per la
dismissione degli halons, e devono essere considerati in modo
integrato i programmi per la protezione della fascia di ozono
stratosferico e per la prevenzione dei cambiamenti climatici;
Considerato che l’Italia intende perseguire gli obiettivi per la
protezione dell’ozonosfera e del clima globale in modo coordinato, ai
sensi dell’art. 130T del Trattato di Roma; Considerato che il
programma di dismissione degli halons entro il 31 dicembre 1998 non
risulta completato nelle condizioni e nei termini stabiliti dal
decreto ministeriale 26 marzo 1996; Considerata l’esigenza di
consentire il completamento del programma di dismissione degli halons
per corrispondere agli obiettivi di tutela dell’ambiente e di
protezione della fascia stratosferica di ozono;
Decreta:

Art. 1. 1. Il termine stabilito dal decreto ministeriale 26 marzo
1996, art. 2, comma 1, lettera b), per la dismissione degli halons in
tutti gli apparecchi ed impianti dagli usi non considerati critici, è
prorogato al 31 dicembre 2000.
2. La proroga suddetta non trova applicazione nei seguenti casi:
a) se dopo il 31 marzo 1996 ha avuto luogo un collaudo;
b) se dopo il 31 marzo 1996 vi è stata una ricarica.
3. Qualora il collaudo o la ricarica di cui al comma precedente
intervengano tra la data di entrata in vigore del presente decreto e
il 31 dicembre 2000, la proroga è limitata alla data del collaudo o
della ricarica.

Art. 2. Ogni detentore di halons entro sessanta giorni dalla data
di entrata in vigore del presente decreto deve trasmettere ai
Ministeri dell’ambiente e dell’industria una relazione illustrativa
sul programma di dismissione da attuare entro il 31 dicembre 2000.

Art. 3. Entro lo stesso termine di sessanta giorni dalla data di
entrata in vigore del presente decreto i soggetti tenuti alla
comunicazione di cui all’art. 5 del decreto ministeriale 26 marzo
1996, devono inoltrarla ai Ministeri dell’ambiente e dell’industria
qualora non abbiano già provveduto.

Art. 4. Il presente decreto entra in vigore alla data della sua
pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.

Geometra.info