Geometra.info - Geometra.info | Geometra.info

Norme in materia di previdenza per gli ingegneri e gli architetti....

Norme in materia di previdenza per gli ingegneri e gli architetti.

INGEGNERE, ARCHITETTO E GEOMETRA
C) Previdenza per gli
ingegneri e gli architetti
L. 3 gennaio 1981, n. 6 (1).

Norme
in materia di previdenza per gli
ingegneri e gli
architetti.

1. Prestazioni. Ä La Cassa nazionale di
previdenza ed
assistenza per gli ingegneri ed architetti
corrisponde le
seguenti pensioni:
a) di vecchiaia;

b) di anzianit…;
c) di inabilit… e
invalidit…;
d) ai superstiti, di reversibilit… o
indirette.
Tutte le pensioni sono corrisposte su domanda
degli aventi
diritto. I trattamenti pensionistici decorrono dal
primo giorno
del mese successivo a quello in cui Š avvenuta
la presentazione
della domanda, ad esclusione delle pensioni di
cui alle lettere
a) e d) del precedente comma, che decorrono dal
primo giorno del
mese successivo al verificarsi dell’evento da
cui nasce il
diritto. Su richiesta dell’interessato la
decorrenza della
pensione di cui alla lettera a) del primo comma
Š differita al
primo giorno del mese successivo a quello
nel quale Š stata
presentata la domanda, semprech‚
tale decorrenza sia stata
indicata contestualmente alla
presentazione della domanda stessa
(2).
Le pensioni
corrisposte dalla Cassa sono cumulabili con altri
trattamenti
(2).

2. Pensione di vecchiaia. Ä La pensione di
vecchiaia Š
corrisposta a coloro che abbiano compiuto almeno
sessantacinque
anni di et…, dopo almeno trenta anni
di iscrizione e
contribuzione alla Cassa. La pensione Š
pari, per ogni anno di
iscrizione e contribuzione, al due per
cento della media dei pi£
elevati dieci redditi annuali
professionali rivalutati,
dichiarati dall’iscritto ai fini
dell’imposta sul reddito delle
persone fisiche (IRPEF) risultanti
dalle dichiarazioni relative
ai quindici anni solari anteriori
alla maturazione del diritto a
pensione o alla domanda di
pensione presentata ai sensi del
secondo comma dell’articolo 1
(3).
Per il calcolo della media di cui sopra si considera solo
la
parte di reddito professionale soggetta al contributo di
cui
all’articolo 9, primo comma, lettera a); i redditi
annuali
dichiarati, escluso l’ultimo, sono rivalutati a
norma
dell’articolo 14 della presente legge.
La misura della
pensione non pu• essere inferiore a otto volte
il contributo
soggettivo minimo in vigore alla data dalla quale
decorre la
pensione (3).
[La misura della pensione minima non
pu• in alcun caso
superare la media del reddito
professionale di cui al primo
comma, rivalutato ai sensi
del secondo comma del presente
articolo nella misura del cento
per cento] (4). Se la media dei
redditi Š superiore a lire
20 milioni, la percentuale dell’1,75
per cento di cui al primo
comma Š ridotta come segue:
a) all’1,50 per cento per lo
scaglione da lire 20 milioni a
lire 30 milioni (5);
b)
all’1,30 per cento per lo scaglione di reddito da lire 30
milioni
a lire 35 milioni (5);
c) all’1 per cento per lo scaglione da
lire 35 milioni a
lire 40 milioni (5).
Il titolare della
pensione di vecchiaia che resti iscritto
all’albo
professionale ha diritto ad una pensione pari ai due
terzi di
quella determinata secondo i commi precedenti (6).
Sono comunque
fatti salvi i trattamenti in atto alla data di
entrata in vigore
della presente legge, se pi— favorevoli al
pensionato.

Coloro che dopo la data di decorrenza della pensione

continuano l’esercizio della professione, hanno diritto a

supplemento di pensione per ogni ulteriore biennio d’iscrizione
e
contribuzione. Tale supplemento Š pari, per ognuno dei due

anni, alla percentuale di cui al primo comma del presente

articolo, riferita alla media dei redditi professionali prodotti

nei due anni solari antecedenti la scadenza del biennio stesso.

Tali redditi sono rivalutati a norma dell’articolo 14. In caso

di cancellazione si fa riferimento al periodo maturato al

momento della cancellazione stessa, anche se inferiore a due

anni (3).

3. Pensione di anzianit…. Ä La
pensione di anzianit… Š
corrisposta a coloro che
abbiano compiuto almeno 35 anni di
effettiva iscrizione di
contribuzione alla Cassa.
La corresponsione della pensione
Š subordinata alla
cancellazione dall’albo professionale
ed Š incompatibile con
l’iscrizione a qualsiasi albo
professionale o elenco di
lavoratori autonomi e con
qualsiasi attivit… di lavoro
dipendente.
La
pensione Š determinata con applicazione dei commi dal primo

al quinto dell’articolo 2 (7).
Verificandosi uno dei casi di
incompatibilit… di cui al
secondo comma, la pensione di
anzianit… Š revocata con effetto
dal momento in cui
si verifica l’incompatibilit….

4. Pensione di
inabilit…. Ä La pensione di inabilit… spetta

all’iscritto qualora concorrano le seguenti condizioni:
a) la
capacit… dell’iscritto all’esercizio della professione
sia
esclusa, a causa di malattia od infortunio sopravvenuti

all’iscrizione, in modo permanente e totale;
b) l’iscritto
abbia compiuto almeno cinque anni di effettiva
iscrizione e
contribuzione, anche non continuativi. Si prescinde

dall’anzianit… minima quando l’inabilit… Š causata da
infortunio
(8).
Per il calcolo della pensione si applicano
le disposizioni di
cui all’articolo 2. Gli anni ai quali va
commisurata la pensione
sono aumentati di 10, sino ad un massimo
complessivo di 35,
salvo che l’iscritto disponga di altri
redditi, imponibili o
esenti da imposte, in misura
complessivamente superiore a 12
milioni annui; si considera a
tal fine la media del triennio
precedente alla domanda di
pensione di inabilit….
Successivamente alla concessione
della pensione, quando il
titolare fruisca del beneficio di
cui al comma precedente,
questi deve dimostrare l’entit…
dei propri redditi ogni tre
anni, con riferimento al triennio
trascorso, pena la perdita del
beneficio stesso.
La
concessione della pensione Š subordinata alla cancellazione

dall’albo professionale ed Š revocata in caso di nuova

iscrizione.
Entro i dieci anni dalla concessione della
pensione, la Cassa
pu• in qualsiasi momento assoggettare a
revisione la permanenza
delle condizioni di inabilit….
L’erogazione della pensione Š
sospesa nei confronti del
pensionato che non si presti alla
revisione.

5. Pensione di invalidit…. Ä La pensione di
invalidit…
spetta all’iscritto la cui capacit…
all’esercizio della
professione sia ridotta in modo
continuativo per infermit… o
difetto fisico o mentale,
sopravvenuti dopo l’iscrizione, a meno
di un terzo. Debbono
altres concorrere le condizioni di cui
all’articolo 4, primo
comma, lettera b).
Sussiste diritto a pensione anche quando
le infermit… o
difetti fisici o mentali invalidanti
preesistano al rapporto
assicurativo, purch‚ vi sia
stato successivo aggravamento o
siano sopraggiunte nuove
infermit… che abbiano provocato la
riduzione a meno di
un terzo della capacit… lavorativa.
La misura della
pensione Š pari al 70 per cento di quella
risultante
dall’applicazione dell’articolo 4, secondo comma.
La Cassa
accerta ogni tre anni, limitatamente alle pensioni
che all’atto
della concessione non siano state dichiarate non
revisionabili,
la persistenza dell’invalidit… e, tenuto conto
anche
dell’esercizio professionale eventualmente svolto dal

pensionato, conferma o revoca la concessione della pensione. La

concessione Š definitiva quando l’invalidit…, dopo
la
concessione, Š stata confermata altre due volte.
L’erogazione
della pensione Š sospesa nei confronti del
pensionato che non si
presti alla revisione.
Il pensionato
per invalidit… che abbia proseguito l’esercizio
della
professione e maturato il diritto alla pensione di

vecchiaia o di anzianit… pu• chiedere la
liquidazione di
quest’ultima, ai sensi dell’articolo 2, in
sostituzione della
pensione di invalidit….

6.
Norme comuni alle pensioni di inabilit… e invalidit…. Ä
Le
modalit… per l’accertamento dell’inabilit… e
dell’invalidit…
sono stabilite con regolamento deliberato
dal Comitato nazionale
dei delegati ed approvato con decreto del
Ministro del lavoro e
della previdenza sociale di concerto con il
Ministro del tesoro.
In caso di infortunio, le pensioni di
inabilit… e invalidit…
non sono concesse, o, se sono
revocate qualora il danno sia
stato risarcito ed il
risarcimento ecceda la somma
corrispondente alla
capitalizzazione della pensione annua
dovuta; sono invece
proporzionalmente ridotte nel caso che il
risarcimento sia
inferiore.
A tali effetti non si tiene conto del risarcimento
derivante
da assicurazione per infortunio stipu…

[Continua nel file zip allegato]

Geometra.info