AGENZIA DELLE ENTRATE - PROVVEDIMENTO 23 Ottobre 2007 | Geometra.info

AGENZIA DELLE ENTRATE – PROVVEDIMENTO 23 Ottobre 2007

AGENZIA DELLE ENTRATE - PROVVEDIMENTO 23 Ottobre 2007 - Approvazione dei nuovi modelli di versamento "F24" ed "F24 accise", per l'esecuzione dei versamenti unitari di cui all'articolo 17 del decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 241, e successive modificazioni. (GU n. 259 del 7-11-2007 - Suppl. Ordinario n.226)

AGENZIA DELLE ENTRATE

PROVVEDIMENTO 23 Ottobre 2007

Approvazione dei nuovi modelli di versamento “F24” ed “F24 accise”,
per l’esecuzione dei versamenti unitari di cui all’articolo 17 del
decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 241, e successive
modificazioni.

IL DIRETTORE DELL’AGENZIA

In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel
seguito del presente provvedimento;

Dispone:

Art. 1.

Approvazione del nuovo modello F24 per l’esecuzione dei versamenti
unitari

1. E’ approvato il modello F24 di cui all’allegato 1, contenente
l’indicazione di due codici fiscali. Tale modello consente di gestire
i versamenti unitari, di cui all’art. 17 del decreto legislativo
9 luglio 1997, n. 241, e successive modifiche, che necessitano di
tali informazioni, quali, a mero titolo esemplificativo, quelli
dovuti da eredi, genitori/tutori e curatori fallimentari.
2. A partire dal 29 ottobre 2007, il predetto modello deve essere
utilizzato da tutti i soggetti titolari di partita IVA, tenuti ai
versamenti di cui all’art. 17, decreto legislativo 9 luglio 1997, n.
241, esclusivamente con modalita’ telematiche e dai soggetti non
titolari di partita IVA che intendano avvalersi delle modalita’ di
versamento on-line.
3. I soggetti titolari di partita IVA esentati dall’obbligo di
esecuzione dei versamenti unitari con modalita’ telematiche,
individuati nella circolare 30 del 29 settembre 2006, qualora
intendano utilizzare il nuovo modello F24 cartaceo contenente
l’indicazione del doppio codice fiscale, possono prelevarlo
esclusivamente dal sito Internet www.agenziaentrate.gov.it
4. A partire dal 1° gennaio 2008, il modello F24 cartaceo,
contenente il doppio codice fiscale, sostituira’ la modulistica
preesistente e sara’ disponibile anche presso tutti gli sportelli
degli intermediari della riscossione.

Art. 2.

Approvazione del nuovo modello F24 accise

1. E’ approvato il modello F24 accise di cui all’allegato 2,
contenente l’indicazione di due codici fiscali. Tale modello consente
di gestire i versamenti unitari, di cui all’art. 17 del decreto
legislativo 9 luglio 1997, n. 241, e successive modifiche, che
necessitano di tali informazioni, quali, a mero titolo
esemplificativo, quelli dovuti dai curatori fallimentari.
2. A partire dal 29 ottobre 2007, il predetto modello deve essere
utilizzato da tutti i soggetti titolari di partita IVA, tenuti al
versamento esclusivamente con modalita’ telematiche, delle imposte,
dei contributi e dei premi, di cui all’art. 17, del decreto
legislativo 9 luglio 1997, n. 241, e successive modificazioni, in
sostituzione della modulistica preesistente.
3. I soggetti titolari di partita IVA esentati dall’obbligo di
esecuzione dei versamenti unitari con modalita’ telematiche,
individuati nella circolare 30 del 29 settembre 2006, utilizzeranno
il nuovo modello F24 cartaceo prelevabile esclusivamente dal sito
internet dell’Agenzia delle entrate www.agenziaentrate.gov.it

Art. 3.

Approvazione specifiche tecniche

1. Sono approvate le specifiche tecniche di cui all’allegato 3,
per la trasmissione telematica, utilizzando i servizi on-line
dell’Agenzia delle entrate, dei modelli F24 ed F24 accise contenenti
il doppio codice fiscale.
Motivazioni.
Il nuovo modello di versamento F24 consentira’ una piu’
efficiente gestione dei versamenti eseguiti da tutti i contribuenti.
In particolare, dei versamenti effettuati dai soggetti responsabili
in solido al pagamento ovvero dai soggetti che effettuano il
versamento in sostituzione del soggetto debitore, in modo che i
relativi dati siano immediatamente disponibili all’amministrazione
finanziaria.
Il provvedimento rende obbligatorio, a tutti i contribuenti che
si avvalgono di modalita’ di versamento telematiche, l’utilizzo dei
nuovi modelli F24 ed F24 accise, a partire dal 29 ottobre 2007.
L’obbligo di utilizzo del nuovo modello F24 cartaceo e’ stato
differito alla data del 1° gennaio 2008, per consentire agli
intermediari della riscossione di smaltire le scorte dei modelli
disponibili. Dal 29 ottobre 2007 al 31 dicembre 2007, i soggetti che
intendano utilizzare il nuovo modello cartaceo contenente il doppio
codice fiscale, possono prelevarlo esclusivamente dal sito Internet
www.agenziaentrate.gov.it
I modelli sono stati variati rispetto al modello di pagamento
approvato con provvedimento del direttore dell’Agenzia delle entrate
del 3 gennaio 2003, sia nel frontespizio che nel testo delle
avvertenze. In particolare e’ stato inserito nella sezione
“Contribuente”, un campo dove e’ possibile indicare il codice fiscale
del coobligato, erede genitore/tutore o curatore fallimentare ed il
relativo codice identificativo.

———————-

Riferimenti normativi.
Attribuzioni del direttore dell’Agenzia delle entrate.
Decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300 (art. 8, comma 1; art.
57; art. 62; art. 66; art. 67, comma 1; art. 68, comma 1; art. 71,
comma 3, lettera a); art. 73, comma 4).
Statuto dell’Agenzia delle entrate, pubblicato nella Gazzetta
Ufficiale n. 42 del 20 febbraio 2001 (art. 5, comma 1; art. 6,
comma 1).
Regolamento di amministrazione dell’Agenzia delle entrate,
pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 36 del 13 febbraio 2001 (art.
2, comma 1).
Decreto del Ministro delle finanze 28 dicembre 2000, pubblicato
nella Gazzetta Ufficiale n. 9 del 12 febbraio 2001.
Disciplina normativa di riferimento.
Decreto-legge 4 luglio 2006, n. 223 (art. 37, comma 49),
convertito, con modificazioni, dalla legge 4 agosto 2006, n. 248:
“Disposizioni urgenti per il rilancio economico e sociale, per il
contenimento e la razionalizzazione della spesa pubblica, nonche’
interventi in materia di entrate e di contrasto all’evasione
fiscale”, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 153 del 4 agosto
2006.
Provvedimento del direttore dell’Agenzia delle entrate del
3 gennaio 2003.
Decreto del Presidente della Repubblica 22 luglio 1998, n. 322:
“Regolamento recante modalita’ per la presentazione delle
dichiarazioni relative alle imposte sui redditi, all’imposta
regionale sulle attivita’ produttive e all’imposta sul valore
aggiunto, ai sensi dell’art. 3, comma 136, della legge 23 dicembre
1996, n. 662”, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 208 del
7 settembre 1998.
Decreto dirigenziale 31 luglio 1998, e successive modificazioni.
Legge 27 dicembre 1997, n. 449 (art. 24, commi 39 e 40; art. 25,
comma 5, recanti norme in materia di riscossione).
Decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 241: “Norme di
semplificazione degli adempimenti dei contribuenti in sede di
dichiarazione dei redditi e dell’imposta sul valore aggiunto, nonche’
di modernizzazione del sistema di gestione delle dichiarazioni”,
pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 174 del 28 luglio 1997.
Il presente provvedimento sara’ pubblicato nella Gazzetta
Ufficiale della Repubblica italiana.
Roma, 23 ottobre 2007

Il direttore dell’Agenzia: Romano

Allegato 1

—-> Vedere immagini da pag. 7 a pag. 13 in corso di
inserimento

Allegato 2

—-> Vedere immagini da pag. 15 a pag. 22 in corso di
inserimento

Allegato 3

—-> Vedere immagini da pag. 23 a pag. 91 in corso di
inserimento

AGENZIA DELLE ENTRATE – PROVVEDIMENTO 23 Ottobre 2007

Geometra.info