AGENZIA PER LE EROGAZIONI IN AGRICOLTURA - CIRCOLARE 31 marzo 2011, n. 250 - Attuazione della riforma della PAC (Regolamento (CE) n. 73/2009. Modifiche ed integrazioni alle circolari ACIU.2005.736 del 30 novembre 2005, ACIU.2007.128 del 2 marzo 2007 | Geometra.info

AGENZIA PER LE EROGAZIONI IN AGRICOLTURA – CIRCOLARE 31 marzo 2011, n. 250 – Attuazione della riforma della PAC (Regolamento (CE) n. 73/2009. Modifiche ed integrazioni alle circolari ACIU.2005.736 del 30 novembre 2005, ACIU.2007.128 del 2 marzo 2007

AGENZIA PER LE EROGAZIONI IN AGRICOLTURA - CIRCOLARE 31 marzo 2011, n. 250 - Attuazione della riforma della PAC (Regolamento (CE) n. 73/2009. Modifiche ed integrazioni alle circolari ACIU.2005.736 del 30 novembre 2005, ACIU.2007.128 del 2 marzo 2007 e ACIU.2009.812 del 18 maggio 2009 - titoli definitivi 2010. (11A05119) - (GU n. 89 del 18-4-2011 )

AGENZIA PER LE EROGAZIONI IN AGRICOLTURA

CIRCOLARE 31 marzo 2011 , n. 250

Attuazione della riforma della PAC (Regolamento (CE) n. 73/2009.
Modifiche ed integrazioni alle circolari ACIU.2005.736 del 30
novembre 2005, ACIU.2007.128 del 2 marzo 2007 e ACIU.2009.812 del 18
maggio 2009 – titoli definitivi 2010. (11A05119)

All’Organismo Pagatore AGEA
via Palestro, 81 – 00185 Roma
All’A.R.T.E.A. via S. Donato, 42/1 – 50127
Firenze Fax 055/3241799
All’A.G.R.E.A. Largo Caduti del Lavoro, 6 –
40122 Bologna Fax 051/284910
All’A.V.E.P.A Centro Tommaseo
via N. Tommaseo, 67 C-3° p – 35131 Padova
Fax 049/7708750
All’Organismo Pagatore della Regione
Lombardia P.zza Citta’ di Lombardia, 1 -20124
Milano Fax 02/67655673
All’ ARPEA via Bogino, 23 – 10123 Torino Fax
011/3025199
All’ APPAG via G.B. Trener, 3 – 38100 Trento
Fax 0461/495810
All’OPPAB via Crispi, 15 – 39100 Bolzano Fax
0471/413009
Al Centro Assistenza Agricola Coldiretti
S.r.l. via XXIV Maggio, 43 – 00187 Roma
Al C.A.A. Confagricoltura S.r.l Corso
Vittorio Emanuele II, 101 – 00185 Roma
Al C.A.A. CIA S.r.l. Lungotevere
Michelangelo, 9 – 00192 Roma
Al CAA Copagri S.r.l. via Calabria, 32 –
00187 Roma
Al Coordinamento CAA c/o CAALPA via L.Serra,
37 – 00153 Roma c/o CAA AIPO, via Alberico
II, 35 – 00193 Roma c/o CAAGCI, via
A.Bargoni, 78 – 00153 Roma
e, p.c. Al Ministero delle Politiche Agricole
Alimentari e Forestali Dipartimento
Politiche europee ed Internazionali Via XX
Settembre, 20 – 00186 ROMA
Alla Regione Puglia Assessorato alle risorse
agroalimentari Coordinamento Commissione
Politiche agricole Lungomare N. Sauro, 45/47
– 71100 Bari
All’ ARCEA via E.Mole’ – 88100 Catanzaro Fax
0961/852065

1. Premessa
La presente circolare integra e modifica le circolari AGEA
ACIU.2005.736 del 30 novembre 2005, ACIU.2007.128 del 2 marzo 2007 e
ACIU.2009.812 del 18 maggio 2009 in seguito all’entrata in vigore
della riforma della PAC per il regime di estirpazione dei vigneti e
di quanto disposto dal Reg. CE 73/2009 in materia di integrazione di
nuovi settori nel Regime di pagamento unico.
1.1. Riferimenti normativi principali (in ordine cronologico)
1.1.1. Normativa comunitaria
Regolamento (CE) n. 1782/03 del Consiglio del 29 settembre
2003, pubblicato nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea L 270
del 21 ottobre 2003, che stabilisce norme comuni relative ai regimi
di sostegno diretto nell’ambito della politica agricola comune ed
istituisce taluni regimi di sostegno a favore degli agricoltori e che
modifica i regolamenti (CEE) n. 2019/93, (CE) n. 1452/2001, (CE) n.
1453/2001, (CE) n. 1454/2001, (CE) n. 1868/94, (CE) n. 1251/1999,
(CE) n. 1254/1999, (CE) n. 1673/2000, (CEE) n. 2358/71 e (CE) n.
2529/2001.
Regolamento (CE) n. 73/2009 del Consiglio del 19 gennaio 2009,
pubblicato nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea L 30/16 del
31gennaio 2009, che stabilisce norme comuni relative ai regimi di
sostegno diretto agli agricoltori nell’ambito della politica agricola
comune e istituisce taluni regimi di sostegno a favore degli
agricoltori, e che modifica i regolamenti (CE) n. 1290/2005, (CE) n.
247/2006, (CE) n. 378/2007 e abroga il regolamento (CE) n. 1782/2003.
Regolamento (CE) n. 1120/2009 della Commissione del 29 ottobre
2009 recante modalita’ di applicazione del regime di pagamento unico
di cui al titolo III del regolamento (CE) n. 73/2009 del Consiglio
che stabilisce norme comuni relative ai regimi di sostegno diretto
nell’ambito della politica agricola comune e istituisce taluni regimi
di sostegno a favore degli agricoltori.
Regolamento (CE) n. 1122/2009 della Commissione del 30 novembre
2009 recante modalita’ di applicazione del regolamento (CE) n.
73/2009 del Consiglio per quanto riguarda la condizionalita’, la
modulazione e il sistema integrato di gestione e di controllo
nell’ambito dei regimi di sostegno diretto agli agricoltori di cui al
medesimo regolamento e modalita’ di applicazione del regolamento (CE)
n. 1234/2007 del Consiglio per quanto riguarda la condizionalita’
nell’ambito del regime di sostegno per il settore vitivinicolo.
1.1.2. Normativa nazionale
Decreto MiPAAF n. 1867 del 9 dicembre 2009 – Disposizioni per
l’attuazione della riforma della politica agricola comune nel settore
del frumento duro.
Decreto MiPAAF n. 1868 del 9 dicembre 2009 – Disposizioni
relative alla gestione dei pagamenti diretti
Decreto MiPAAF del 10 novembre 2009 – Disposizioni per
l’attuazione della riforma della politica agricola comune ai fini
dell’assegnazione dei titoli all’aiuto nell’ambito del regime di
pagamento unico agli agricoltori che aderiscono al regime di
estirpazione dei vigneti.
2. Titoli definitivi 2010
A. Con l’entrata in vigore della riforma della PAC per il regime
dell’estirpazione dei vigneti e per l’aiuto specifico del grano duro
di qualita’, sono stati attribuiti agli agricoltori i relativi titoli
definitivi, ovvero sono stati conseguentemente modificati, se del
caso e secondo le modalita’ stabilite con la presente circolare, i
titoli definitivi ad essi gia’ assegnati ai produttori nel corso
degli anni 2005, 2006 e 2008.
B. Inoltre sono stati modificati i titoli gia’ assegnati ai
produttori che sono stati interessati dalla restituzione delle
trattenute effettuate ai fini della costituzione del plafond
utilizzato per l’erogazione degli aiuti di cui all’art.69 del Reg.
(CE) n. 1782/2003, cosi’ come indicato nella circolare AGEA
ACIU.2010.354 del 11 maggio 2010.
C. I titoli provenienti dal disaccoppiamento del tabacco sono stati
ricalcolati, con riguardo al valore attribuito, al fine di applicare
una percentuale unica di disaccoppiamento pari al 50%, ai sensi
dell’allegato 7, punto I, del reg. (CE) n. 1782/2003. Tale
percentuale unica sostituisce quelle precedentemente applicate sul
territorio nazionale (ad eccezione della regione Puglia, cui si
applicava una percentuale del 100%).
I titoli derivano dai dati di riferimento per il regime di
estirpazione dei vigneti, e per l’aiuto per il grano duro di
qualita’, definiti a seguito dei movimenti aziendali registrati
durante la ricognizione preventiva attuata nei detti settori, nonche’
ai fini della restituzione di cui alla lettera B.
I titoli sono registrati nel Registro nazionale titoli di cui alle
circolari prot. n. ACIU.2005.736 del 30 novembre 2005 e ACIU.2007.128
del 2 marzo 2007.
L’Organismo pagatore competente rende disponibili agli interessati
le informazioni registrate secondo modalita’ dallo stesso definite.
3. Caratteristiche dei titoli definitivi 2010
I titoli definitivi sono stati oggetto di una riduzione lineare del
loro valore, cosi’ come stabilito dal decreto ministeriale 29 luglio
2009 che detta le «disposizioni per l’attuazione dell’art. 68 del
Reg. CE n. 73/2009 del Consiglio del 19 gennaio 2009». Tale riduzione
e’ stata pari al 3,8 % del relativo plafond di settore (10% per i
settori del tabacco e dello zucchero).
In applicazione degli articoli 64 e 65 del Regolamento (CE) n.
73/2009, gli agricoltori che hanno acquistato, ricevuto o che sono
gia’ stati assegnatari di titoli definitivi entro il 15 giugno 2006
(titoli definitivi del 2005) oppure entro il 15 giugno 2007 (titoli
definitivi del 2006) oppure entro il 15 maggio 2009 (titoli
definitivi del 2008) e che sono stati interessati nel 2010
dall’attribuzione di importi e superfici di riferimento collegati
all’attivita’ agricola svolta nel regime di estirpazione dei vigneti
per l’anno 2008 o 2009 e/o dell’aiuto specifico del grano duro di
qualita’ ai sensi del Reg. (CE) n. 1782/2003 e/o dalla restituzione
delle trattenute di cui alla lettera B. del paragrafo 2 della
presente circolare, ricevono dei titoli ricalcolati nel modo
seguente:
il numero dei titoli all’aiuto e’ uguale al numero dei titoli
all’aiuto detenuti, eventualmente maggiorato del numero di ettari
determinato a norma dell’allegato IX, lettera B) del regolamento (CE)
n. 73/2009 e del decreto ministeriale del 10 novembre 2009, per il
regime di estirpazione dei vigneti;
il valore si ottiene dividendo la somma del valore dei titoli
all’aiuto detenuti e dell’importo di riferimento calcolato a norma
dell’art. 36 del regolamento (CE) n. 73/2009 per il regime di
estirpazione dei vigneti e/o dell’importo calcolato, ai sensi
dell’art. 64 del reg. CE 73/2009, per l’aiuto specifico del grano
duro di qualita’ ai sensi del Reg. (CE) n. 1782/2003 e/o dell’importo
calcolato, ai sensi dell’art.65 del Reg. CE n.73/2009, per la
restituzione delle trattenute di cui alla lettera B. del paragrafo 2
della presente circolare, per il numero di titoli determinato come
descritto al punto precedente.
Non sono ricompresi nel calcolo di cui sopra: i titoli speciali da
soccida e i titoli posseduti in affitto.
In sede di calcolo dei titoli definitivi relativi al frumento duro
e di restituzione delle trattenute effettuate ai sensi dell’art. 69
del reg. (CE) n. 1782/2003, si applica quanto disposto dall’art. 65
del Reg. (CE) n. 73/2009, come modificato dal Reg. (CE) n. 1250/2009,
e in particolare :
1. se l’agricoltore non deteneva titoli all’aiuto basati sulla
superficie nell’anno 2010, sono stati calcolati titoli:
a) il cui numero e’ pari al numero di ettari che ha dichiarato
nella domanda unica 2010, a norma dell’art. 35, paragrafo 1, del reg.
(CE) n. 73/2009;
b) il cui valore e’ stabilito dividendo l’importo risultante
dall’applicazione dell’art. 64, paragrafo 1, per il numero di titoli
stabilito a norma della precedente lettera a);
2. in deroga a tale modalita’ di calcolo se l’agricoltore non
deteneva titoli all’aiuto basati sulla superficie nel 2010 ma
deteneva titoli all’aiuto presi in affitto, sono stati calcolati
titoli:
a) il cui numero e’ stato calcolato come la differenza tra gli
ettari ammissibili dichiarati in domanda unica 2010 e il numero di
titoli detenuti a titolo provvisorio;
b) il cui valore e’ stato determinato dividendo l’importo
risultante dall’applicazione dell’art. 64, par.1 per il numero di
diritti determinati alla lettera a), tenendo presente che il valore
di ciascun diritto assegnato non deve superare i 5.000 euro.
3. se al termine della procedura di calcolo descritta al punto 2.
e’ presente un importo di riferimento residuo, vengono assegnati
all’agricoltore dei titoli con valore massimo unitario pari a 5.000
euro.
Tali titoli, in deroga all’art. 35 del Reg. (CE) 73/2009, non
necessitano della dichiarazione degli ettari corrispondenti e sono
soggetti alle disposizioni e limitazioni stabilite dall’art. 64 del
Reg. (CE) 1782/2009.
4. se un agricoltore ha subito la trattenuta di cui all’art. 69
del Reg. (CE) n. 1782/2003, la restituzione degli importi in
questione si effettua, se l’agricoltore stesso non dispone di
superficie ammissibile, ovvero se l’importo dei titoli calcolati a
tal fine supera i 5.000 Euro per ettaro, mediante l’attribuzione di
titoli speciali del valore massimo unitario di 5.000 Euro per ettaro.
Per quanto riguarda i titoli derivanti dalla riserva nazionale, le
medie regionali di cui all’art. 2 del decreto ministeriale n. D/118
del 24 marzo 2005, applicabili per il 2010, sono le seguenti:

Parte di provvedimento in formato grafico

I titoli oggetto della presente circolare sono definitivi, in
quanto non piu’ suscettibili di variazione, sia in aumento che in
diminuzione, nel numero e nel valore, fatte salve le variazioni
determinate dall’applicazione di nuova normativa comunitaria, ovvero
di accertamenti effettuati al fine di garantire la loro corretta
attribuzione.
Sono possibili unicamente ricalcoli afferenti singoli produttori in
presenza di casi particolari (contenzioso, anomalie risolte,
circostanze eccezionali) che giustifichino la variazione dei titoli
assegnati o l’assegnazione di nuovi titoli.
Le domande di accesso alla riserva nazionale possono essere
riesaminate. Pertanto, i titoli da riserva possono variare nel numero
e nel valore, in aumento o in diminuzione, in funzione di tale
riesame.
4. Modalita’ di calcolo dei titoli definitivi 2010
In applicazione di quanto previsto dalla normativa comunitaria ed
in considerazione di quanto disposto dal decreto ministeriale 10
novembre 2009, per il calcolo degli importi e delle superfici di
riferimento dei titoli attribuiti agli agricoltori per il regime
dell’estirpazione vigneti e’ stato considerato il valore unitario di
350 euro per ettaro e la superficie estirpata cosi’ come definita
dall’art.75 del Reg. (CE) n. 555/2008.
In applicazione di quanto previsto dai DD.MM. n.1867 e n. 1868 del
9 dicembre 2009, per il calcolo degli importi e delle superfici di
riferimento dei titoli attribuiti per l’aiuto al grano duro di
qualita’ e degli importi di riferimento relativi alla restituzione
della trattenuta di cui alla lettera B. del paragrafo 2. della
presente circolare, oltre ai criteri descritti nel precedente
paragrafo 3., sono stati utilizzati gli algoritmi di calcolo
riportati nell’Allegato 1.
5. Registro Nazionale Titoli
La presente circolare e’ emanata in applicazione di quanto disposto
dall’art. 25 del Reg. (CE) n. 1120/2009. A tale scopo si dispone la
sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica.
In ogni caso, i titoli attribuiti a ciascun agricoltore sono
inseriti nel Registro Nazionale Titoli (RNT) di cui alle circolari
prot. n. ACIU.2005.736 del 30 novembre 2005 e ACIU.2007.128 del 2
marzo 2007.
Il Registro Nazionale Titoli e’ replicato sui sistemi informativi
degli Organismi Pagatori ed e’ consultabile da parte dei soggetti
interessati, attraverso le procedure messe a disposizione dagli
Organismi Pagatori stessi.
Il Registro e’ liberamente e direttamente consultabile nel
fascicolo aziendale del produttore interessato, nonche’ sul sito web
dell’AGEA, all’indirizzo www.agea.gov.it.
6. Disposizione finale
Per tutto quanto non espressamente disposto con la presente
circolare, si rimanda alle precedenti circolari prot. n.
ACIU.2005.736 del 30 novembre 2005, ACIU.2007.128 del 2 marzo 2007 e
ACIU.2009.812 del 18.05.2009.
Roma, 31 marzo 2011

Il direttore dell’area di coordinamento: Nanni

Parte di provvedimento in formato grafico

AGENZIA PER LE EROGAZIONI IN AGRICOLTURA – CIRCOLARE 31 marzo 2011, n. 250 – Attuazione della riforma della PAC (Regolamento (CE) n. 73/2009. Modifiche ed integrazioni alle circolari ACIU.2005.736 del 30 novembre 2005, ACIU.2007.128 del 2 marzo 2007

Geometra.info