CIRCOLARE 14/01/2001 | Geometra.info

CIRCOLARE 14/01/2001

CIRCOLARE 14/01/2001 n. 44 - Conguaglio di fine anno dei contributi previdenziali e assistenziali

Circolare 14/01/2001 n. 44

Conguaglio di fine anno dei contributi
previdenziali e assistenziali.

In considerazione del fatto che, in
base alla deliberazione del Consiglio di Amministrazione I.N.P.S. n. 5
del 26 marzo 1993, approvata con Decreto Ministeriale 7 ottobre 1993,
i datori di lavoro possono effettuare le operazioni di conguaglio,
oltre che con la denuncia di competenza del mese di dicembre (con
scadenza 16 gennaio 2001), anche con quella di competenza del
successivo mese di gennaio (scadenza 16 febbraio 2001) senza incorrere
nell’aggravio di oneri accessori, provvediamo a riproporre i
contenuti della Circolare I.N.P.S. n. 219 del 27 dicembre 2000, con
cui la Direzione Generale dell’I.N.P.S. ha riepilogato le
operazioni di conguaglio che, al termine dell’anno solare,
possono rendersi necessarie per i datori di lavoro, al fine
dell’esatta quantificazione dell’imponibile contributivo,
dell’applicazione puntuale delle aliquote correlate
all’imponibile stesso, della corretta imputazione di alcuni
elementi variabili della retribuzione imponibile.

Nella Circolare in
oggetto, l’Istituto esamina le fattispecie successivamente
indicate, fornendo chiarimenti ed alcune integrazioni alle direttive
precedentemente emanate sui seguenti punti:

decontribuzione degli
importi previsti dalla contrattazione collettiva aziendale, ovvero
provinciale, la cui erogazione sia incerta e la cui struttura sia
correlata alla misurazione di incrementi di produttività, qualità e
altri elementi di competitività assunti come indicatori
dell’andamento economico dell’impresa e dei suoi risultati
(Legge 23 maggio 1997, n. 135, articolo 2);

massimale annuo per la
base contributiva e pensionabile dei soggetti iscritti in data
successiva al 31 dicembre 1995 a forme pensionistiche obbligatorie
privi di anzianità contributiva, ovvero per coloro che opteranno per
il calcolo della pensione secondo il sistema contributivo (Legge 8
agosto 1995, n. 335, Articolo 2, comma 18);

aliquota aggiuntiva
dell’1%, a carico del lavoratore, sulla quota di retribuzione
eccedente la prima fascia di retribuzione pensionabile (Legge 14
novembre 1992, n. 438, Articolo 3 ter);

elementi variabili della
retribuzione individuati dalla Delibera del Consiglio di
Amministrazione dell’I.N.P.S. n. 5 del 26 marzo 1993, approvata
con Decreto Ministeriale 7 ottobre 1993;

erogazioni liberali,
concesse in occasione di festività o ricorrenze alla generalità o a
categorie di dipendenti, non superiori nel periodo d’imposta a
Lire 500.000 (Articolo 48, comma 2, lettera b) del Testo Unico delle
Imposte sui Redditi, approvato con Decreto del Presidente della
Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917, come sostituito
dall’articolo 3 del Decreto Legislativo n. 314/1997;

Fringe
Benefit: l’Articolo 48, comma 3 del Testo Unico delle Imposte
sui Redditi n. 917/1986, nel testo modificato dall’Articolo 3
del Decreto Legislativo n. 314/1997 stabilisce che non concorre a
formare reddito di lavoro dipendente il valore dei beni ceduti e dei
servizi prestati se, complessivamente, di importo non superiore,
nell’arco del periodo di imposta considerato, a Lire 500.000 e
che, se il valore in questione è superiore a questo limite, lo stesso
concorre interamente a formare reddito.

Allegato 1: Circolare
I.N.P.S. n. 219 del 27 dicembre 2000 in formato zip

CIRCOLARE 14/01/2001

Geometra.info