COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA - DELIBERAZIONE 18 novembre 2010 | Geometra.info

COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA – DELIBERAZIONE 18 novembre 2010

COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA - DELIBERAZIONE 18 novembre 2010 - Programma statistico nazionale 2008-2010. Aggiornamento per l'anno 2010.(Deliberazione n. 95/2010). (11A02801) - (GU n. 51 del 3-3-2011 )

COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA

DELIBERAZIONE 18 novembre 2010

Programma statistico nazionale 2008-2010. Aggiornamento per l’anno
2010.(Deliberazione n. 95/2010). (11A02801)

IL COMITATO INTERMINISTERIALE
PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA

Vista la legge 17 maggio 1999, n. 144, concernente, tra l’altro,
misure in materia di investimenti;
Visto il decreto legislativo 6 settembre 1989, n. 322, recante
norme sul Sistema statistico nazionale (SISTAN) e sulla
riorganizzazione dell’Istituto nazionale di statistica (ISTAT), ai
sensi dell’art. 24 della legge 23 agosto 1988, n. 400;
Visto in particolare l’art. 6-bis del predetto decreto legislativo
– introdotto dall’art. 11 del decreto legislativo 30 luglio 1999, n.
281, concernente le disposizioni in materia di trattamento dei dati
personali per finalita’ storiche, statistiche e di ricerca
scientifica;
Visto inoltre il successivo art. 13 del medesimo decreto
legislativo n. 322/1989, concernente il Programma statistico
nazionale (PSN) e la sua procedura di approvazione;
Visti l’art. 2, comma 4, l’art. 6, comma 1, l’art. 8, comma 1 e
l’art. 9, comma 3, del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281,
che demandano, fra l’altro, alla Conferenza permanente per i rapporti
tra lo Stato, le regioni e le province autonome il compito di
favorire l’interscambio di dati e di informazioni sull’attivita’
posta in essere dalle amministrazioni centrali e regionali e dalle
province autonome;
Visto il decreto legislativo 6 dicembre 1997, n. 430 e successive
modificazioni e integrazioni;
Visti la propria delibera del 21 dicembre 2007, n. 146 (Gazzetta
Ufficiale n. 123/2008), e il decreto del Presidente del Consiglio dei
Ministri 6 agosto 2008 (Gazzetta Ufficiale n. 252/2008), con i quali
e’ stato approvato il Programma statistico nazionale per il triennio
2008-2010;
Vista la propria delibera del 12 dicembre 2008, n. 118 (Gazzetta
Ufficiale n. 71/2009), con la quale e’ stato approvato
l’aggiornamento per il biennio 2009-2010 al citato Programma
statistico nazionale per il triennio 2008-2010;
Viste le note 25 giugno 2010, n. 718 e 8 ottobre 2010, n. 6078, con
cui il presidente dell’ISTAT richiede l’inserimento del tema
all’ordine del giorno del Comitato e con cui si trasmettono
l’aggiornamento 2010 del PSN 2008-2010, la delibera 9 marzo 2009 di
approvazione dello stesso da parte del Comitato di indirizzo e
coordinamento dell’informazione statistica (COMSTAT), il documento di
dettaglio per la ripartizione dei costi dei soli progetti con anno di
esecuzione 2010 e il relativo materiale istruttorio;
Considerato che il Programma statistico nazionale costituisce lo
strumento d’indirizzo per la rilevazione dei dati e delle
informazioni d’interesse comune per tutti i soggetti del SISTAN, in
un’ottica di armonizzazione della funzione statistica a livello
comunitario, tenendo altresi’ conto del trasferimento di funzioni a
regioni ed enti locali, e ribadita l’esigenza di sviluppare
qualitativamente e quantitativamente l’informazione statistica,
attraverso il coinvolgimento e la valorizzazione di tutti i soggetti
del Sistema statistico nazionale di cui all’art. 2 del citato decreto
legislativo n. 322/1989;
Considerata l’opportunita’ che l’ISTAT, in attuazione degli inviti
piu’ volte formulati da questo Comitato da ultimo con la citata
delibera n. 118/2008, provveda ad analizzare i costi delle attivita’
programmate per l’intero periodo di riferimento, comprese quelle
svolte dagli altri soggetti del SISTAN che partecipano al Programma;
Tenuto conto che la programmazione del Programma statistico
nazionale, a partire da quello 2008-2010, e’ a triennio fisso e non
piu’ a triennio slittato, e che questo Comitato, ai sensi del citato
decreto legislativo n. 322/1989, si esprime sia sul Programma
triennale, sia sugli aggiornamenti annualmente predisposti dall’ISTAT
con riferimento al periodo residuo;
Acquisito il parere favorevole, espresso dalla Commissione per la
garanzia dell’informazione statistica (COGIS) nella seduta del 15
luglio 2009, e tenuto conto delle osservazioni ivi esposte;
Acquisito il parere favorevole della Conferenza unificata
sull’aggiornamento del Programma in esame, espresso nella seduta del
29 ottobre 2009, contenente le osservazioni formulate dalle regioni e
dagli enti locali;
Sentito il Garante per la protezione dei dati personali, che ha
espresso il proprio parere favorevole in data 10 giugno 2010;
Su proposta del presidente dell’Istituto nazionale di statistica;

Delibera:

E’ approvato l’aggiornamento per l’anno 2010 del Programma
statistico nazionale 2008-2010 trasmesso dall’Istituto nazionale di
statistica. Il documento in esame aggiorna gli indirizzi
dell’informazione statistica per i soggetti appartenenti al SISTAN e
da’ conto di 1.141 progetti, di cui:
piu’ della meta’ (616) e’ volta al consolidamento e miglioramento
della produzione statistica a sostegno delle decisioni di politica
economica, nonche’ di quelle di imprese e cittadini;
115 progetti rispondono all’esigenza di integrare e armonizzare la
produzione e i metodi statistici in ambito europeo e internazionale;
109 contribuiscono allo sviluppo di nuova produzione statistica in
aree cruciali, a forte domanda informativa (ambiente, cultura,
giustizia, immigrazione, innovazione tecnologica, mercati dei beni e
dei servizi);
67 sono finalizzati allo sviluppo di sistemi informativi integrati;
50 sono mirati alla valorizzazione delle fonti informative
organizzate private e pubbliche gia’ esistenti;
i restanti 184 progetti programmati contribuiscono al rafforzamento
della cultura statistica, allo sviluppo di rilevazioni e metodi,
all’utilizzo di nuova tecnologia e al monitoraggio delle esigenze
dell’utente.
Nell’ambito dei singoli settori di interesse, il SISTAN prevede di
perseguire i seguenti principali obiettivi:
l’armonizzazione delle statistiche nazionali nel contesto europeo,
l’ampliamento del periodo delle serie storiche, la georeferenziazione
delle informazioni statistiche, al fine di caratterizzare i
territori, nel rispetto del principio del contenimento dei costi
della statistica ufficiale e dell’onere per i rispondenti;
le attivita’ volte alla progettazione, organizzazione e
realizzazione dei censimenti generali;
l’ampliamento delle statistiche in materia di mercato del lavoro,
immigrazione, sistema sanitario, assistenza e previdenza, pubblica
amministrazione, giustizia, istruzione;
l’adozione della nuova classificazione Ateco 2007, il miglioramento
del sistema delle statistiche sui prezzi al consumo, il
consolidamento dell’informazione statistica sul sistema economico e
competitivita’ delle imprese e lo sviluppo di iniziative prototipali
di interesse locale.

Invita:

L’ISTAT ad approfondire, ed estendere a tutto il periodo di
riferimento del Programma, l’analisi dei costi delle attivita’
programmate, fondamentale per l’attivita’ di programmazione della
produzione statistica ufficiale, coerentemente con quanto osservato
dalla Commissione per la garanzia dell’informazione statistica nel
citato parere reso il 15 luglio 2009.
Roma, 18 novembre 2010

Il Presidente:
Berlusconi
Il segretario: Micciche’

Registrato alla Corte dei conti il 21 febbraio 2011
Ufficio controllo Ministeri economico-finanziari, registro n. 2
Economia e finanze, foglio n. 299

COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA – DELIBERAZIONE 18 novembre 2010

Geometra.info