Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 25 maggio 2016 (riqualificazione urbana, periferie) | Geometra.info

Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 25 maggio 2016 (riqualificazione urbana, periferie)

Approvazione del bando con il quale sono definiti le modalità e la procedura di presentazione dei progetti per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie delle città metropolitane, dei comuni capoluogo di provincia e della citta' di Aosta. (16A04166) (G.U. Serie Generale n. 127 del 1-6-2016)

(Omissis)

Art. 1
Approvazione e contenuti del bando

1. Ai sensi dell’art. 1, commi 975 e 976, lett. b) e c), della
legge 28 dicembre 2015, n. 208, e’ approvato il bando allegato, con
il quale sono definiti: le modalita’ e la procedura di presentazione
dei progetti per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle
periferie delle citta’ metropolitane, dei comuni capoluogo di
provincia e della citta’ di Aosta; la documentazione che gli enti
interessati devono allegare ai progetti; il relativo cronoprogramma
di attuazione e i criteri per la valutazione dei progetti.
2. Ai fini del presente decreto e del bando allegato, si
considerano periferie le aree urbane caratterizzate da situazioni di
marginalita’ economica e sociale, degrado edilizio e carenza di
servizi.
3. Il bando allegato costituisce parte integrante del presente
decreto.

Art. 2
Istituzione e funzionamento del Nucleo

1. Ai sensi dell’art. 1, comma 976, lett. a), della legge 28
dicembre 2015, n. 208, presso la Presidenza del Consiglio dei
ministri e’ istituito un Nucleo per la valutazione dei progetti per
la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie (di seguito
Nucleo).
2. Il Nucleo e’ composto dal Segretario generale della Presidenza
del Consiglio dei ministri, con funzioni di presidente, e da sei
esperti di particolare qualificazione professionale, anche estranei
alla pubblica amministrazione, due dei quali designati,
rispettivamente, dalla Conferenza delle regioni e delle province
autonome e dall’Associazione nazionale dei comuni italiani.
3. I componenti del Nucleo sono nominati, dopo il termine ultimo di
presentazione dei progetti, con decreto del Segretario generale della
Presidenza del Consiglio dei ministri.
4. Si applicano le speciali disposizioni in materia di
incompatibilita’ e inconferibilita’ degli incarichi.
5. Il Nucleo ha sede presso la Presidenza del Consiglio dei
ministri, Segretariato generale.
6. Il Nucleo viene convocato dal presidente. Il presidente convoca
la prima seduta entro sette giorni dalla scadenza del termine per la
presentazione delle domande. Nella prima seduta sono definite le
modalita’ operative di funzionamento del Nucleo stesso, nonche’ gli
ulteriori criteri di valutazione dei progetti.
7. Il Nucleo opera ordinariamente fino al completo espletamento
della procedura di valutazione dei progetti. Conclusa tale fase, puo’
essere riconvocato laddove residuino risorse a seguito della revoca
parziale o totale dei finanziamenti concessi per la realizzazione di
alcuni progetti, o non si proceda alla stipula delle convenzioni o
degli accordi previsti dall’articolo 10 del bando.
8. Il Nucleo si avvale di una segreteria tecnico-amministrativa,
istituita con decreto del Segretario generale, operante presso il
Segretariato generale della Presidenza del Consiglio dei ministri.
9. Il Nucleo puo’ avvalersi del supporto di enti pubblici o
privati, ovvero di esperti dotati delle necessarie competenze.
10. Ai componenti del Nucleo e della segreteria
tecnico-amministrativa non e’ corrisposto alcun emolumento o
indennita’. E’ previsto il rimborso delle sole spese di viaggio per i
componenti del Nucleo non residenti a Roma.
11. Agli esperti estranei alla pubblica amministrazione di cui al
precedente comma 2, puo’ essere riconosciuto un compenso
omnicomprensivo nel limite massimo di 10.000 euro ciascuno.

(Omissis)

N.B.: Nella Gazzetta Ufficiale del 3 giugno 2016, n. 128 è stata pubblicata l’errata-corrige relativa al D.P.C.M. 25 maggio 2016 recante: “Approvazione del bando con il quale sono definiti le modalita’ e la procedura di presentazione dei progetti per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie delle citta’ metropolitane, dei comuni capoluogo di provincia e della citta’ di Aosta”. (Decreto pubblicato nella Gazzetta Ufficiale – Serie generale – n. 127 del 1° giugno 2016):
“Nel bando allegato al decreto citato in epigrafe, pubblicato nella sopraindicata Gazzetta Ufficiale, alla pagina 17, prima colonna, all’art. 6, comma 1, lettera b), secondo rigo, dove e’ scritto: “I soggetti proponenti possono presentare anche progetti di carattere preliminare.”, leggasi: “I soggetti proponenti possono presentare anche progetti di fattibilita’ tecnica ed economica.”.

(Scaricare l’allegato)

Documento allegato

A questa pagina é allegato un file.

Scarica l file allegato
Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 25 maggio 2016 (riqualificazione urbana, periferie)

Geometra.info