DECRETO LEGISLATIVO 6 Novembre 2007, n. 193 - Attuazione della direttiva 2004/41/CE relativa ai controlli in materia di sicurezza alimentare e applicazione dei regolamenti comunitari nel medesimo settore. (GU n. 261 del 9-11-2007 | Geometra.info

DECRETO LEGISLATIVO 6 Novembre 2007, n. 193 – Attuazione della direttiva 2004/41/CE relativa ai controlli in materia di sicurezza alimentare e applicazione dei regolamenti comunitari nel medesimo settore. (GU n. 261 del 9-11-2007

DECRETO LEGISLATIVO 6 Novembre 2007, n. 193 - Attuazione della direttiva 2004/41/CE relativa ai controlli in materia di sicurezza alimentare e applicazione dei regolamenti comunitari nel medesimo settore. (GU n. 261 del 9-11-2007 - Suppl. Ordinario n.228)

DECRETO LEGISLATIVO 6 Novembre 2007 , n. 193

Attuazione della direttiva 2004/41/CE relativa ai controlli in
materia di sicurezza alimentare e applicazione dei regolamenti
comunitari nel medesimo settore.

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA
Visti gli articoli 76 e 87, della Costituzione;
Vista la direttiva 2004/41/CE del Parlamento europeo e del
Consiglio, del 21 aprile 2004, che abroga alcune direttive recanti
norme sull’igiene dei prodotti alimentari e le disposizioni sanitarie
per la produzione e la commercializzazione di determinati prodotti di
origine animale destinati al consumo umano e che modifica le
direttive 89/662/CEE e 92/118/CEE e la decisione 95/408/CE del
Consiglio;
Vista la legge 25 gennaio 2006, n. 29, ed in particolare l’articolo
1, commi 1 e 3, l’articolo 3, comma 1, lettera b), e l’allegato A);
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 21 luglio 1982, n.
728, recante attuazione della direttiva 72/461/CEE relativa a
problemi di polizia sanitaria in materia di scambi intracomunitari di
carni fresche;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 10 settembre 1982,
n. 889, recante attuazione della direttiva 72/462/CEE relativa ai
problemi sanitari e di polizia sanitaria all’importazione di animali
della specie bovina e suina e di carni fresche in provenienza da
Paesi terzi nonche’ direttiva 77/96/CEE relativa alla ricerca delle
trichine all’importazione da Paesi terzi di carni fresche provenienti
da animali domestici della specie suina;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 17 maggio 1988, n.
194, attuazione delle direttive 77/99/CEE, 80/214/CEE, 80/215/CEE,
80/1100/CEE, 83/201/CEE, 85/321/CEE, 85/327 ed 85/328/CEE relative ai
problemi sanitari in materia di scambi intracomunitari di prodotti a
base di carne;
Visto il decreto del Ministro della sanita’ 5 ottobre 1991, n. 375,
recante regolamento concernente l’attuazione delle direttive
87/491/CEE e 88/660/CEE, che modificano la direttiva 80/215/CEE,
relativa a problemi di polizia sanitaria negli scambi intracomunitari
di prodotti a base di carne;
Visto il decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 530, recante
attuazione della direttiva 91/492/CEE che stabilisce le norme
sanitarie applicabili alla produzione e commercializzazione dei
molluschi bivalvi vivi;
Visto il decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 531, attuazione
della direttiva 91/493/CEE che stabilisce le norma sanitarie
applicabili alla produzione e commercializzazione dei prodotti della
pesca, tenuto conto delle modifiche apportate dalla direttiva
92/48/CEE che stabilisce le norme igieniche minime applicabili ai
prodotti della pesca ottenuti a bordo di talune navi;
Visto il decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 537, recante
attuazione della direttiva 92/5 che modifica e sostituisce la
direttiva 77/99/CEE relativa a problemi sanitari in materia di
produzione e commercializzazione di prodotti a base di carne e di
alcuni prodotti di origine animale;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 30 dicembre 1992,
n. 558, recante regolamento per l’attuazione della direttiva
91/494/CEE relativa alle norme di polizia sanitaria intracomunitaria
e le importazioni in provenienza da Paesi terzi di carni fresche di
volatili da cortile;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 30 dicembre 1992,
n. 559, recante regolamento per l’attuazione della direttiva
91/495/CEE relativa ai problemi sanitari e di polizia in materia di
produzione e commercializzazione di carni di coniglio e di selvaggina
di allevamento;
Visto il decreto legislativo 4 febbraio 1993, n. 65, recante
attuazione della direttiva 89/437/CEE concernente i problemi igienici
e sanitari relativi alla produzione ed immissione sul mercato degli
ovoprodotti;
Visto il decreto legislativo 18 aprile 1994, n. 286, attuazione
delle direttive 91/497/CEE e 91/498/CEE, che modificano e
sostituiscono la direttiva 64/433, concernente problemi sanitari in
materia di produzione ed immissione sul mercato di carni fresche;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 17 ottobre 1996,
n. 607, concernente regolamento recante norme per l’attuazione della
direttiva 92/45/CEE relativa ai problemi sanitari e di polizia
sanitaria in materia di uccisione di selvaggina e di
commercializzazione delle relative carni;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 14 gennaio 1997,
n. 54, concernente regolamento recante attuazione delle direttive
92/46/CEE e 92/47/CEE in materia di produzione ed immissione sul
mercato di latte e di prodotti a base di latte;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 10 dicembre 1997,
n. 495, concernente regolamento recante norme di attuazione della
direttiva 92/116/CEE, che modifica la direttiva 71/118/CEE, relativa
a problemi sanitari in materia di produzione ed immissione sul
mercato di carni fresche di volatili da cortile;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 3 agosto 1998, n.
309, concernente regolamento recante norme di attuazione della
direttiva 94/65/CE relativa ai requisiti applicabili all’immissione
sul mercato di carni macinate e di preparazioni di carni.
Visto il regolamento (CE) n. 178/2002 del Parlamento europeo e del
Consiglio, del 28 gennaio 2002, che stabilisce i principi ed i
requisiti generali della legislazione alimentare, istituisce
l’Autorita’ europea per la sicurezza alimentare e fissa procedure nel
campo della sicurezza alimentare;
Visto il regolamento (CE) n. 852/2004 del Parlamento europeo e del
Consiglio, del 29 aprile 2004, sull’igiene dei prodotti alimentari, e
successive modificazioni;
Visto il regolamento (CE) n. 853/2004 del Parlamento europeo e del
Consiglio, del 29 aprile 2004, che stabilisce norme specifiche in
materia di igiene per gli alimenti di origine animale e successive
modificazioni;
Visto il regolamento (CE) n. 854/2004 del Parlamento europeo e del
Consiglio, del 29 aprile 2004, che stabilisce norme specifiche per
l’organizzazione di controlli ufficiali sui prodotti di origine
animale destinati al consumo umano, e successive modificazioni;
Visto il regolamento (CE) n. 882/2004 del Parlamento europeo e del
Consiglio, relativo ai controlli ufficiali intesi a verificare la
conformita’ alla normativa in materia di mangimi e di alimenti e alle
norme sulla salute e sul benessere degli animali e successive
modificazioni;
Vista la legge 30 aprile 1962, n. 283, in materia di disciplina
igienica della produzione e della vendita delle sostanze alimentari e
delle bevande, e successive modificazioni;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 26 marzo 1980, n.
327, recante regolamento di esecuzione della legge 30 aprile 1962, n.
283, e successive modificazioni, in materia di disciplina igienica
della produzione e della vendita delle sostanze alimentari e delle
bevande;
Vista la preliminare deliberazione del Consiglio dei Ministri,
adottata nella riunione del 27 luglio 2007;
Acquisiti i pareri delle competenti Commissioni parlamentari della
Camera dei deputati e del Senato della Repubblica;
Acquisito il parere della Conferenza permanente per i rapporti tra
lo Stato, le regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano;
Vista la deliberazione definitiva del Consiglio dei Ministri,
adottata nella riunione del 23 ottobre 2007;
Sulla proposta del Ministro per le politiche europee e del Ministro
della salute, di concerto con i Ministri degli affari esteri, della
giustizia, dell’economia e delle finanze, per gli affari regionali e
le autonomie locali e delle politiche agricole alimentari e
forestali;
E m a n a
il seguente decreto legislativo:
Art. 1.
Finalita’ ed ambito di applicazione
1. Le disposizioni del presente decreto legislativo sono emanate al
fine di abrogare la normativa nazionale di attuazione delle direttive
comunitarie a loro volta abrogate dalla direttiva 2004/41.

Avvertenza:
Il testo delle note qui pubblicato e’ stato redatto
dall’amministrazione competente per materia ai sensi
dell’art. 10, commi 2 e 3 del testo unico delle
disposizioni sulla promulgazione delle leggi,
sull’emanazione dei decreti del Presidente della Repubblica
e sulle pubblicazioni ufficiali della Repubblica italiana,
approvato con D.P.R. 28 dicembre 1985, n. 1092, al solo
fine di facilitare la lettura delle disposizioni di legge
modificate o alle quali e’ operato il rinvio. Restano
invariati il valore e l’efficacia degli atti legislativi
qui trascritti.
– Per le direttive CEE vengono forniti gli estremi di
pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale delle Comunita’
europee (GUCE).
Note alle premesse:
– L’art. 76 della Costituzione stabilisce che
l’esercizio della funzione legislativa non puo’ essere
delegato al Governo se non con determinazione di principi e
criteri direttivi e soltanto per tempo limitato e per
oggetti definiti.
– L’art. 87 della Costituzione conferisce, tra l’altro,
al Presidente della Repubblica il potere di promulgare le
leggi e di emanare i decreti aventi valore di legge ed i
regolamenti.

[Continua nel file zip allegato]

DECRETO LEGISLATIVO 6 Novembre 2007, n. 193 – Attuazione della direttiva 2004/41/CE relativa ai controlli in materia di sicurezza alimentare e applicazione dei regolamenti comunitari nel medesimo settore. (GU n. 261 del 9-11-2007

Geometra.info