MINISTERO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE - DECRETO 2 Novembre 2007 | Geometra.info

MINISTERO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE – DECRETO 2 Novembre 2007

MINISTERO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE - DECRETO 2 Novembre 2007 - Riparto tra le regioni e province autonome dello stanziamento di euro 27.000.000,00 per il potenziamento dei servizi per l'impiego per l'anno 2007, ai sensi dell'articolo 1, comma 1165, della legge 27 dicembre 2006, n. 296, per le finalita' di cui all'articolo 117, comma 5, della legge 23 dicembre 2000, n. 388. (GU n. 272 del 22-11-2007 )

MINISTERO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE

DECRETO 2 Novembre 2007

Riparto tra le regioni e province autonome dello stanziamento di euro
27.000.000,00 per il potenziamento dei servizi per l’impiego per
l’anno 2007, ai sensi dell’articolo 1, comma 1165, della legge
27 dicembre 2006, n. 296, per le finalita’ di cui all’articolo 117,
comma 5, della legge 23 dicembre 2000, n. 388.

IL DIRETTORE GENERALE
del mercato del lavoro

Visto il decreto legislativo 3 febbraio 1993, n. 29 e successive
modifiche e integrazioni;
Visto il decreto legislativo 23 dicembre 1997, n. 469, recante il
conferimento alle regioni e agli enti locali di funzioni e compiti in
materia di mercato del lavoro;
Visto in particolare l’art. 2 del sopra citato decreto legislativo
n. 469 che conferisce alle regioni le funzioni ed i compiti in
materia di collocamento e di politica attiva del lavoro;
Visto l’art. 1, comma 1165, della legge 27 dicembre 2006, n. 296
(legge finanziaria 2007) che stanzia, per l’esercizio finanziario
2007, l’ammontare di euro 27.000.000,00 a carico del Fondo
dell’occupazione per le finalita’ di cui all’art. 117, comma 5, della
legge 23 dicembre 2000, n. 388 (legge finanziaria 2001);
Ritenuto di calcolare il riparto tra le regioni e le province
autonome, su base provinciale, tenendo conto del numero delle persone
in cerca di lavoro, con il calcolo del 60% dello stanziamento, e, per
il restante 40%, dei residenti di eta’ superiore ai 15 anni, in
quanto principali fruitori delle azioni avviate dai servizi per
l’impiego;
Considerato che la Regione siciliana ha realizzato il processo di
decentramento istituzionale di compiti e funzioni ai sensi degli
articoli 14 e 15 dello Statuto della regione stessa ma che
l’organizzazione interna non consente alle province regionali di
acquisire direttamente le risorse da erogare;
Tenuto conto dei dati pubblicati sull’annuario ISTAT “Forze di
lavoro – media 2005”, tav. 2.1 dai quali risulta il numero delle
persone in cerca di lavoro ed il numero della popolazione residente
di eta’ superiore ai 15 anni, calcolati su base provinciale;
Visto che la rilevazione di cui ai suddetti dati statistici non
riporta la situazione relativa alle nuove province della regione
Sardegna di recente istituzione: Carbonia-Iglesias, Medio-Campidano,
Ogliastria e Olbia-Tempio;
Ritenuto pertanto necessario prevedere, per l’annualita 2007, un
importo forfetario pari a euro 400.000,00 complessive, da ripartire
in parti uguali, tra le suddette Province di recente istituzione;
Visto altresi’ il decreto del Presidente della Repubblica n. 231
del 18 aprile 2006, recante la nuova disciplina del collocamento
della gente di mare a norma dell’art. 2, comma 4, del decreto
legislativo n. 297/2002, in base al quale vengono ridefinite le
procedure di tale tipologia di collocamento e nel contempo gli Uffici
di collocamento della gente di mare operanti presso le Capitanerie di
porto vengono posti alle dipendenze funzionali del Ministero del
lavoro e della previdenza sociale;
Considerato pertanto che, ai sensi del suddetto decreto del
Presidente della Repubblica n. 231/2006, gli uffici di collocamento
della gente di mare dovranno assicurare le funzioni di cui al decreto
legislativo n. 181/2000 come modificato e integrato dal decreto
legislativo n. 297/2002 e, in particolare, provvedere alla
registrazione dei lavoratori, alla predisposizione della scheda
anagrafica per ciascuno, alla ricezione della dichiarazione di
disponibilita’ la lavoro dei lavoratori del settore e alla diffusione
in ambito nazionale avvalendosi dei servizi della Borsa Continua
Nazionale del Lavoro, istituita presso il Ministero del lavoro e
della previdenza sociale, nonche’ alla predisposizione di una
apposita Borsa del lavoro marittimo;
Tenuto conto della necessita’ di individuare e attuare forme di
integrazione e cooperazione tra servizi pubblici per l’impiego, che
operano sul territorio, e uffici di collocamento della gente di mare,
operanti presso le Capitanerie di porto, come individuate ai sensi
dell’art. 2 del regio decreto-legge 24 maggio 1925, n. 1031 e
successive modifiche e integrazioni;
Ritenuto quindi di destinare alle Province dove operano le suddette
Capitanerie di porto una quota delle risorse finanziarie
dell’annualita’ 2007, pari a complessivamente euro 500.000,00,
ripartite secondo le necessita’ di potenziamento delle funzioni del
collocamento della gente di mare e per il raccordo con i servizi per
l’impiego che attuano sul territorio l’incontro domanda e offerta di
lavoro ed erogano i servizi connessi a tale funzione;
Ritenuto che le risorse finanziarie attribuite a ciascuna provincia
sulla base dei criteri sopra individuati devono essere utilizzate in
coerenza con la programmazione regionale;
Visto il parere espresso ai sensi dell’art. 9, comma 3, del decreto
legislativo 28 agosto 1997, n. 281, dallaConferenza unificata presso
la Presidenza del Consiglio dei Ministri nella seduta del 18 ottobre
2007 sulla proposta di ripartizione delle risorse per l’anno 2007,
tra le regioni e le province, per il potenziamento dei servizi per
l’impiego, di cui all’art. 1, comma 1165, della legge 27 dicembre
2006;

Decreta:

Art. 1.
Tenuto conto di quanto indicato in premessa, lo stanziamento di
euro 27.000.000,00, relativo all’annualita’ 2007, destinato al
potenziamento dei servizi per l’impiego ai sensi dell’art. 1,
comma 1165, legge n. 296/2006 (Legge finanziaria 2007), e’ ripartito
tra le regioni e le province autonome, con attribuzione diretta alle
province, come da tabella allegata al presente decreto del quale
costituisce parte integrante.
Per la Regione siciliana l’erogazione sara’ effettuata alla Regione
stessa che dovra’ destinare le risorse finanziarie alle aree
territoriali secondo la ripartizione fissata nella tabella allegata.

Art. 2.
Sara’ cura del Ministero del lavoro e previdenza sociale,
avvalendosi dell’assistenza tecnica dell’Isfol, monitorare, con l’UPI
e le Regioni l’utilizzo delle risorse e fornire entro il 31 dicembre
2008 alla Conferenza Unificata un quadro dei risultati conseguiti.

Art. 3.
Con successivo provvedimento saranno definiti i criteri di
ripartizione delle risorse finanziarie pari a euro 51.645.690,00,
stanziate per l’annualita’ 2008 ai sensi dell’art. 1, comma 1165,
legge n. 296/2006.

Art. 4.
La spesa di euro 27.000.000,00 gravera’ sul capitolo
7202-Occupazione dell’esercizio finanziario 2007 e sara’ impegnata
dalla direzione generale degli ammortizzatori sociali e incentivi
all’occupazione con successivo provvedimento.
Il presente decreto sara’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana.
Roma, 2 novembre 2007

Il direttore generale: Menziani

Allegato

—-> Vedere a pag. 12 in formato zip/pdf

MINISTERO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE – DECRETO 2 Novembre 2007

Geometra.info