MINISTERO DELLA SALUTE - DECRETO 20 aprile 2011 | Geometra.info

MINISTERO DELLA SALUTE – DECRETO 20 aprile 2011

MINISTERO DELLA SALUTE - DECRETO 20 aprile 2011 - Istituzione del Centro di Referenza Nazionale per i metodi alternativi, benessere e cura degli animali da laboratorio. (11A08025) - (GU n. 143 del 22-6-2011 )

MINISTERO DELLA SALUTE

DECRETO 20 aprile 2011

Istituzione del Centro di Referenza Nazionale per i metodi
alternativi, benessere e cura degli animali da laboratorio.
(11A08025)

IL MINISTRO DELLA SALUTE

Vista la legge 13 novembre 2009, n. 172, recante «Istituzione del
Ministero della salute e incremento del numero complessivo dei
Sottosegretari di Stato»;
Visto il decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300 e ss. mm.,
recante «Riforma dell’organizzazione del governo a norma dell’art. 11
della legge 15 marzo 1997 n. 59»;
Visto il decreto legislativo 30 giugno 1993, n. 270, recante
«Riordinamento degli Istituti zooprofilattici sperimentali, a norma
dell’art. 1, comma 1, lettera h), della legge 23 ottobre 1992, n.
421» e, in particolare, l’art. 2, comma 3, lett. l);
Vista la legge 23 giugno 1970, n. 503, concernente l’ordinamento
degli Istituti zooprofilattici sperimentali, e successive
modificazioni;
Vista la legge 23 dicembre 1978, n. 833 e successive modificazioni;
Visto il testo unico delle leggi sanitarie approvato con regio
decreto 27 luglio 1934, n. 1265, e successive modificazioni;
Visto il regolamento di polizia veterinaria approvato con decreto
del Presidente della Repubblica 8 febbraio 1954, n. 320;
Visto il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165 e ss.mm.,
recante «Norme generali sull’ordinamento del lavoro alle dipendenze
delle amministrazioni pubbliche»;
Visto il regolamento di organizzazione del Ministero della salute,
di cui al decreto del Presidente della Repubblica 28 marzo 2003, n.
129 e ss. mm.;
Visto il regolamento di cui al decreto del Ministro della sanita’
16 febbraio 1994, n. 190, recante norme per il riordino degli
Istituti zooprofilattici sperimentali, in attuazione dell’art. 1,
comma 5, del decreto legislativo 30 giugno 1993, n. 270;
Visto il decreto ministeriale del 1° aprile 2010, recante delega
delle attribuzioni del Ministro della salute per taluni atti di
competenza dell’Amministrazione al Sottosegretario di Stato on.le
Francesca Martini;
Visto il decreto del Ministro della sanita’ 4 ottobre 1999,
pubblicato nella Gazzetta ufficiale della Repubblica italiana n. 300
del 23 dicembre 1999, recante: «Centri di referenza nazionale del
settore veterinario»;
Vista la domanda inoltrata, con nota di trasmissione n. protocollo
4057 dell’11 febbraio 2011 dall’Istituto zooprofilattico sperimentale
della Lombardia e dell’Emilia Romagna, relativa all’istituzione
presso lo stesso del Centro di referenza nazionale per i metodi
alternativi, benessere e cura degli animali da laboratorio;
Considerato che la direttiva 63/2010/UE relativa alla protezione
degli animali utilizzati a fini scientifici sancisce ed incoraggia lo
sviluppo di metodi alternativi per l’ottimizzazione delle procedure
sperimentali volte a ridurre la sofferenza degli animali, per la
limitazione degli animali e la sostituzione progressiva dei metodi
sperimentali che utilizzano animali;
Considerato che presso l’Istituto zooprofilattico sperimentale
della Lombardia e dell’Emilia Romagna sono gia’ operativi: il Centro
di referenza nazionale per i substrati cellulari istituito in data 22
luglio 1991 con nota prot. 600.2/24438/352; il Centro di referenza
nazionale per il benessere degli animali istituito con decreto del
Ministro della salute del 13 febbraio 2003; il Laboratorio di
riferimento nazionale per lo sviluppo dei metodi alternativi
all’impiego degli animali ai fini sperimentali istituito, ai sensi
dell’art. 47, comma 2 e 5 della direttiva sopra citata, dalla
Direzione generale della Sanita’ animale e del farmaco veterinario di
questo Ministero;

Decreta:

Art. 1

1. Presso l’Istituto zooprofilattico sperimentale della Lombardia e
dell’Emilia Romagna e’ istituito il Centro di referenza nazionale per
i metodi alternativi, benessere e cura degli animali da laboratorio.
2. Il Centro di cui al comma 1 svolge, in via prioritaria;
a) progettazione e sviluppo di metodi alternativi alla
sperimentazione animale;
b) stesura e validazione di specifici metodi di prova;
c) verifica della attendibilita’ e riproducibilita’ mediante
analisi comparative ed in prove interlaboratorio dei metodi di prova;
d) allestimento di standard di riferimento quali controlli
positivi e negativi;
e) attivita’ di formazione nelle materie di specifica competenza;
f) supporto tecnico scientifico nelle materie di specifica
competenza al Ministero della salute.

Art. 2

Le competenze del Centro di referenza nazionale per i substrati
cellulari sono integrate nel Centro di cui all’art. 1.
Il presente decreto sara’ trasmesso al competente organo di
controllo e successivamente pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana.

Roma, 20 aprile 2011

p. Il Ministro
Il Sottosegretario di Stato
Martini

Registrato alla Corte dei conti il 26 maggio 2011
Ufficio di controllo preventivo sui Ministeri dei servizi alla
persona e dei beni culturali, registro n. 7, foglio n. 400

MINISTERO DELLA SALUTE – DECRETO 20 aprile 2011

Geometra.info