MINISTERO DELLA SALUTE - DECRETO 4 agosto 2011 | Geometra.info

MINISTERO DELLA SALUTE – DECRETO 4 agosto 2011

MINISTERO DELLA SALUTE - DECRETO 4 agosto 2011 - Modifiche al decreto 10 novembre 1992 concernente produzione, acquisto e distribuzione dell'antigene di brucella tamponato (SAR) e dell'antigene per l'effettuazione della fissazione del complemento ai fini delle diagnosi della brucellosi ovi-caprina. (11A14149) - (GU n. 256 del 3-11-2011 )

MINISTERO DELLA SALUTE

DECRETO 4 agosto 2011

Modifiche al decreto 10 novembre 1992 concernente produzione,
acquisto e distribuzione dell’antigene di brucella tamponato (SAR) e
dell’antigene per l’effettuazione della fissazione del complemento ai
fini delle diagnosi della brucellosi ovi-caprina. (11A14149)

IL MINISTRO DELLA SALUTE

Visto il testo unico delle leggi sanitarie, approvato con regio
decreto 27 luglio 1934, n. 1265;
Vista la legge 9 giugno 1964, n. 615 concernente la bonifica degli
allevamenti dalla tubercolosi e dalla brucellosi, come modificata
dalla legge 23 gennaio 1968, n. 33;
Vista la legge 23 giugno 1970, n. 503, art. 2, modificata dalla
legge 23 dicembre 1975, n. 745;
Visto il regolamento di polizia veterinaria approvato con decreto
del Presidente della Repubblica dell’8 febbraio 1954, n. 320, e
successive modificazioni;
Vista la legge 23 dicembre 1978, n. 833, e successive
modificazioni;
Visto il decreto legislativo 30 giugno 1993, n. 270;
Visto il decreto del Ministro della sanita’ 10 novembre 1992,
concernente «Produzione, acquisto e distribuzione dell’antigene di
brucella tamponato (SAR) e dell’antigene per l’effettuazione della
fissazione del complemento ai fini delle diagnosi della brucellosi
ovi-caprina», pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica
italiana n. 277 del 24 novembre 1992, che individua gli Istituti
produttori e stabilisce il prezzo di cessione dell’antigene di
brucella tamponato per la siero-agglutinazione rapida in L. 45 a dose
oltre I.V.A. e dell’antigene per la fissazione del complemento ai
fini della vagliatura degli allevamenti e del controllo individuale
dei singoli soggetti, nell’ambito del piano di eradicazione della
brucellosi ovi-caprina in L. 4,5 per dose oltre I.V.A.;
Viste la richieste, di cui alle note del 19 luglio 2010 e del 17
febbraio 2011, dell’Istituto zooprofilattico sperimentale
dell’Abruzzo e del Molise «G. Caporale», con sede in Teramo, di
adeguare il prezzo di cessione dell’antigene Rosa Bengala a € 0,11
per dose oltre I.V.A., al fine di allinearlo ai costi di produzione e
distribuzione;
Rilevato che il citato decreto ministeriale 10 novembre 1992 reca
fissazione del prezzo, oltre che dell’antigene di brucella tamponato,
anche dell’antigene per l’effettuazione della fissazione del
complemento ai fini delle diagnosi della brucellosi ovi-caprina;
Vista la nota del 25 novembre 2010, con cui l’Istituto
zooprofilattico sperimentale della Lombardia e dell’Emilia Romagna
«B. Ubertini», con sede in Brescia, ha comunicato che i costi di
produzione e distribuzione dell’antigene per la fissazione del
complemento miniaturizzata e’ pari a € 0,05626 per dose oltre I.V.A.;
Ritenuto di aggiornare i prezzi di cessione degli antigeni di cui
al decreto ministeriale 10 novembre 1992, adeguandoli agli attuali
costi di produzione e di distribuzione in conformita’ a quanto
richiesto dall’ Istituto zooprofilattico sperimentale dell’Abruzzo e
del Molise «G. Caporale» e secondo quanto comunicato dall’Istituto
zooprofilattico sperimentale della Lombardia e dell’Emilia Romagna
«B. Ubertini»;
Visto l’art. 2 del decreto del Ministro della sanita’ del 6
novembre 1996, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 21 del 27
gennaio 1997, concernente «Individuazione delle prestazioni erogate
dagli Istituti zooprofilattici sperimentali e dei criteri per la
determinazione delle relative tariffe, di cui all’art. 5, comma 1,
del decreto legislativo 30 giugno 1993, n. 270»;
Considerato che le spese necessarie per l’attuazione dei piani
nazionali di profilassi e risanamento dalla brucellosi gravano sullo
stanziamento del Fondo sanitario nazionale (cap. 2700) iscritto nello
stato di previsione della spesa del Ministero dell’economia e delle
finanze nell’ambito della Missione «Relazioni finanziarie con le
autonomie territoriali» (3), programma «Concorso dello Stato al
finanziamento della spesa sanitaria» (3.6);

Decreta:

Art. 1

Modifiche al decreto ministeriale 10 novembre 1992

1. L’art. 2 del decreto ministeriale del 10 novembre 1992 e’
sostituito dal seguente:
«Sono incaricati della produzione degli antigeni di cui all’art.
1 i seguenti istituti:
1) Istituto zooprofilattico sperimentale dell’Abruzzo e del
Molise «G. Caporale», con sede in Teramo, per l’antigene al Rosa
Bengala (S.A.R.- Ag:RB). Il prezzo di cessione del prodotto e’
fissato in € 0,11 per dose, oltre I.V.A;
2) Istituto zooprofilattico sperimentale della Lombardia e
dell’Emilia «B. Ubertini», con sede in Brescia, per l’antigene per la
fissazione del complemento miniaturizzata (FdC-mi). Il prezzo di
cessione del prodotto e’ fissato in € 0,05625 per dose, oltre I.V.A.
2. I prezzi di cui al comma 1 decorrono dalla data di entrata in
vigore del presente decreto.

Art. 2

Entrata in vigore

1. Il presente decreto entra in vigore il giorno successivo a
quello della sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana.
Il presente decreto e’ trasmesso alla Corte dei conti per la
registrazione.
Roma, 4 agosto 2011

Il Ministro: Fazio

Registrato alla Corte dei conti il 29 settembre 2011
Ufficio di controllo preventivo sui Ministeri dei servizi alla
persona e dei beni culturali, registro n. 12, foglio n. 248

MINISTERO DELLA SALUTE – DECRETO 4 agosto 2011

Geometra.info