Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Decreto 2 maggio 2016, n. 100 (corpi idrici, ambientale) | Geometra.info

Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Decreto 2 maggio 2016, n. 100 (corpi idrici, ambientale)

Regolamento recante criteri per il rilascio dell'autorizzazione al ravvenamento o all'accrescimento artificiale dei corpi idrici sotterranei al fine del raggiungimento dell'obiettivo di qualità, ai sensi dell'articolo 104, comma 4-bis, del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152. (16G00111) (G.U. Serie Generale n. 136 del 13-6-2016) note: Entrata in vigore del provvedimento: 28/06/2016

(Omissis)

Art. 1
Oggetto

1. Il presente decreto, ai sensi degli articoli 75, comma 3 e 104,
comma 4-bis, del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152,
stabilisce i criteri per il rilascio dell’autorizzazione al
ravvenamento o all’accrescimento artificiale dei corpi idrici
sotterranei, tramite gli interventi di ricarica controllata dei corpi
idrici sotterranei al fine del perseguimento degli obiettivi di
qualita’ ambientale di cui agli articoli 76 e 77 del citato decreto
legislativo 3 aprile 2006, n. 152.
2. Gli interventi di ricarica controllata di cui al comma 1
costituiscono misura supplementare ai sensi dell’articolo 116 e del
punto XIV) dell’Allegato 11 alla Parte III del decreto legislativo 3
aprile 2006, n. 152 e concorrono al raggiungimento dell’obiettivo di
qualita’ ambientale dei corpi idrici sotterranei, in coerenza con le
misure atte a prevenire o limitare le immissioni di inquinanti nelle
acque sotterranee di cui all’articolo 7 del decreto legislativo 16
marzo 2009, n. 30.

Art. 2
Definizioni

1. Ai fini del presente decreto si applicano le seguenti
definizioni:
a) corpo idrico donatore: corpo idrico da cui provengono le acque
con le quali viene effettuato l’intervento di ricarica controllata
del corpo idrico sotterraneo ricevente;
b) corpo idrico sotterraneo ricevente: corpo idrico sotterraneo
sottoposto ad intervento di ricarica controllata con acque ritenute
idonee ai sensi del presente decreto;
c) ricarica controllata: intervento finalizzato al ravvenamento
del corpo idrico sotterraneo, attraverso l’immissione diretta o
indiretta di acque provenienti da corpi idrici donatori, allo scopo
di innalzare il livello piezometrico dell’acquifero e di concorrere
al raggiungimento dell’obiettivo di qualita’ ambientale;
d) immissione diretta: immissione di acque nel corpo idrico
sotterraneo ricevente senza processi di filtrazione attraverso gli
strati superficiali del suolo e del sottosuolo;
e) immissione indiretta: immissione di acque nel corpo idrico
sotterraneo ricevente mediante processi di filtrazione attraverso gli
strati superficiali del suolo e del sottosuolo.

(Omissis)

(Scaricare l’allegato)

Documento allegato

A questa pagina é allegato un file.

Scarica l file allegato
Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Decreto 2 maggio 2016, n. 100 (corpi idrici, ambientale)

Geometra.info