MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE - CIRCOLARE 31 marzo 2003, n.19: Il monitoraggio della spesa del personale. Esercizio 2003 | Geometra.info

MINISTERO DELL’ECONOMIA E DELLE FINANZE – CIRCOLARE 31 marzo 2003, n.19: Il monitoraggio della spesa del personale. Esercizio 2003

MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE - CIRCOLARE 31 marzo 2003, n.19: Il monitoraggio della spesa del personale. Esercizio 2003 - Il conto annuale e la relazione sulla gestione. Esercizio 2002. (GU n. 106 del 9-5-2003- Suppl. Ordinario n.73)

MINISTERO DELL’ECONOMIA E DELLE FINANZE

CIRCOLARE 31 marzo 2003, n.19

Il monitoraggio della spesa del personale. Esercizio 2003 – Il
conto annuale e la relazione sulla gestione. Esercizio 2002.

Alla Presidenza del Consiglio dei
Ministri – Segretariato Generale
A tutti i Ministeri:
– Gabinetto
– Direzione generale affari generali e
del personale
Ai Direttori delle Agenzie fiscali
Al Consiglio di Stato
– Segretariato generale
Alla Avvocatura Generale dello Stato –
Segretariato generale
Alla Corte dei conti
– Segretariato generale
Alle Aziende autonome ed
amministrazioni autonome dello Stato
Ai Commissari del Governo presso le
regioni e le province autonome
Ai Presidenti degli enti pubblici non
economici
Ai Presidenti degli enti di ricerca
Ai Rettori delle universita’ e delle
Istituzioni universitarie
Ai Presidenti delle regioni a statuto
ordinario e a statuto speciale ed ai
Presidenti delle province autonome
Ai Presidenti degli enti pubblici non
economici dipendenti dalle regioni a
statuto ordinario
Ai Presidenti delle Aziende pubbliche
di servizi assistenziali (ex IPAB)
Ai Presidenti delle Istituzioni
pubbliche di assistenza e beneficenza
che svolgono funzioni sanitarie (ex
IPAB)
Alle Universita’ Agrarie ed
Associazioni agrarie dipendenti dagli
enti locali
Ai Presidenti delle province
Ai Sindaci dei comuni
Ai Presidenti delle Unioni di comuni
Ai Presidenti delle comunita’ montane
Ai Presidenti delle camere di
commercio, industria, artigianato e
agricoltura
Agli Istituti Autonomi Case Popolari
Ai Direttori generali delle aziende
sanitarie e ospedaliere
Ai Presidenti degli enti del Servizio
sanitario nazionale
All’Agenzia per i servizi sanitari
regionali
Alle Autorita’ di Bacino
All’Agenzia per la rappresentanza
negoziale delle pubbliche
amministrazioni (A.Ra.N.)
– Ufficio del Personale
All’Agenzia autonoma per la gestione
dell’albo dei Segretari comunali e
provinciali
Alla Scuola Superiore della Pubblica
Amministrazione Locale (SSPAL)
Al Consiglio nazionale dell’economia e
del lavoro
– Segretariato generale
All’E.N.E.A.
Al C.O.N.I.
All’E.N.A.C.
All’UNIONCAMERE
All’A.S.I.
Alla CASSA DEPOSITI E PRESTITI
Alle Aziende Territoriali per
l’Edilizia Residenziale (ATER)
Agli Enti per l’Edilizia Residenziale
Ai Presidenti delle Autorita’
indipendenti e degli altri organismi di
regolazione e vigilanza
Ai Servizi di Controllo Interno o
Nuclei di valutazione presso le
amministrazioni pubbliche
Agli Uffici Centrali del Bilancio
presso i ministeri
Agli Uffici Centrali di Ragioneria
presso le aziende autonome
Alle Ragionerie provinciali dello Stato
Ai Presidenti dei collegi dei revisori
dei conti presso gli enti
Ai rappresentanti dell’Economia e delle
Finanze in seno ai collegi dei revisori
dei conti presso gli enti
e, per conoscenza:
Alla Presidenza Consiglio dei Ministri
– Dipartimento per la Funzione Pubblica
– Dipartimento per gli affari regionali
Alla Segreteria della Conferenza
permanente per i rapporti fra lo Stato,
le regioni e le province autonome
Alla Segreteria della Conferenza Stato
– Citta’ – Autonomie locali
Al Ministero dell’Interno
– Direzione Generale per
l’Amministrazione Civile
Ai Prefetti
Al Consiglio Nazionale dell’Economia e
del Lavoro
– Presidenza
Alla Corte dei conti
– Servizio rapporti al Parlamento
All’A.Ra.N.
– Presidenza
ALL’ISTAT
– Presidenza
Agli Assessori alla sanita’ delle
Regioni
All’A.N.C.I
All’U.P.I.
All’U.N.C.E.M.
All’Unioncamere
Ai Dipartimenti e agli Uffici
Dirigenziali Generali del Ministero
dell’Economia e delle Finanze
Il monitoraggio della spesa del personale. Esercizio 2003 – Il
conto annuale e la relazione sulla gestione. Esercizio 2002.
Le Istituzioni in indirizzo sono tenute ad effettuare le attivita’
di rilevazione dei dati di organico e di spesa del personale
dipendente, secondo le disposizioni previste dal titolo V del D. Lgs.
30 marzo 2001 n. 165, sulla base dei modelli e delle indicazioni
fornite dallo scrivente con la presente circolare emanata d’intesa
con il Dipartimento della Funzione Pubblica.
L’insieme delle rilevazioni effettuate ai sensi della presente
circolare e’ coerente con le necessita’ informative del Ministero
dell’Economia e delle Finanze – Dipartimento della Ragioneria
Generale dello Stato – per l’attuazione dei compiti di controllo e
monitoraggio degli andamenti di finanza pubblica recentemente
potenziati dalla legge 31 ottobre 2002, n. 246.
Come gia’ avvenuto per la rilevazione dei dati relativi all’anno
2001, anche per l’anno 2002 la trasmissione delle informazioni deve
essere effettuata tramite accesso al sistema SICO (Sistema
Conoscitivo del personale dipendente dalle amministrazioni
pubbliche).
Dopo le iniziali difficolta’ derivanti dall’utilizzo del nuovo
strumento – che ha ridisegnato i compiti di ciascuno dei soggetti
coinvolti nel complesso processo di predisposizione ed invio dei dati
– la messa a punto tecnica del sistema informativo (nel frattempo
potenziato per rispondere adeguatamente alle esigenze di acquisizione
e controllo dei dati) consentira’ per l’anno in corso modalita’ di
acquisizione piu’ rapide ed immediate. Inoltre, l’esperienza
acquisita a livello tecnico e conoscitivo, da parte di quanti hanno
lavorato con il nuovo sistema informativo nel corso dell’anno 2002,
costituisce un patrimonio prezioso per le rilevazioni successive che
ne saranno sicuramente avvantaggiate.
L’invio dei dati relativi all’anno 2002 e’, poi, facilitato dalla
sostanziale invarianza della struttura della rilevazione che, per
quel che concerne i dati di conto annuale e della relazione, non
presenta novita’ di rilievo nell’impostazione e nella modulistica ad
eccezione di limitati aggiornamenti conseguenti a modifiche
introdotte nel corso del 2002 nella disciplina giuridica ed economica
di alcune categorie di personale.
La novita’ piu’ significativa riguarda, invece, il monitoraggio
delle spese di personale per l’anno 2003.
Indagine congiunturale su base campionaria (trimestrale)
A partire dal secondo semestre del 2003, l’indagine interessera’
835 Comuni (in luogo degli attuali 365), di cui 104 appartenenti
all’attuale campione. La procedura di acquisizione dei dati del nuovo
campione sara’ comunicata successivamente con apposite istruzioni. I
365 enti che costituiscono l’attuale campione (di cui si fornisce
l’elenco nella sezione “Il Monitoraggio”) continueranno, tuttavia, ad
inviare i dati per l’intero anno 2003 al fine di evitare soluzioni di
continuita’ nella rilevazione stessa.
A partire da settembre 2003, ne e’ prevista l’estensione anche
alle Province e, in una fase successiva, alle Regioni ed alle aziende
del Servizio Sanitario Nazionale. Anche in questo caso saranno
diramate apposite istruzioni.
L’ampliamento della rilevazione campionaria consentira’ alle
Istituzioni pubbliche che hanno bisogno di disporre di indicatori
congiunturali del costo del lavoro, anche in relazione ad obblighi
statistici previsti da disposizioni comunitarie, di avere
tempestivamente informazioni utili per lo svolgimento dei propri
compiti istituzionali.
Indagine congiunturale su base censuaria (flussi stipendiali
mensili)
Il monitoraggio mensile delle spese del personale dipendente dalle
Istituzioni pubbliche, che gia’ si avvale del trasferimento di flussi
da parte di alcuni sistemi informativi (CINECA per le Universita’;
SPT per l’Amministrazione centrale dello Stato, S.I. Guardia di
Finanza, S.I. Polizia Penitenziaria, S.I. Polizia di Stato) si
sviluppera’ nel corso dell’anno 2003 anche nei confronti di altre
Istituzioni (INPS, INAIL, INPDAP, Arma dei Carabinieri, ISTAT, INGV,
ecc.).
Regioni a statuto speciale e Province autonome
L’acquisizione delle informazioni connesse con il conto annuale e
la relazione sulla gestione riguarda, nel rispetto dell’autonomia
regionale, anche le Regioni a statuto speciale, in relazione
all’aspetto conoscitivo che riveste la rilevazione (Corte
Costituzionale sent. n. 359, del 30 luglio 1993).
Tenuto conto della specificita’ della normativa contrattuale,
applicata al personale dipendente dalle Regioni a statuto speciale e
dalle Province autonome di Trento e Bolzano, per la rilevazione dei
dati del conto annuale 2002 sono in corso di predisposizione appositi
modelli e relative istruzioni, che formeranno oggetto di un’apposita
circolare che verra’ emanata successivamente da questo Ministero.
Termini e modalita’ di invio dei dati
I termini per l’invio dei dati sono fissati come segue:
* conto annuale per l’anno 2002: dal 15 aprile al 31 maggio 2003
(per tutte le Istituzioni);
* relazione al conto annuale 2002: dal 1° giugno al 31 luglio 2003
(con riferimento ai Ministeri, ai Comuni ed alle ASL/AO);
* indagine congiunturale su base campionaria (campione dei comuni)
per l’anno 2003: entro il 15° giorno del mese successivo ad ogni
trimestre;
* indagine congiunturale su base censuaria (flussi stipendiali
mensili) per l’anno 2003: invio mensile, entro la fine del mese di
riferimento.
Le modalita’ di invio, che restano invariate rispetto all’anno
precedente, sono le seguenti:
* conto annuale e relazione per l’anno 2002: utilizzo
dell’applicazione SICO mediante immissione diretta dei dati nel
sistema gestionale da parte delle Istituzioni tenute all’invio dei
dati (cfr. sezione “Informazioni operative”). Nel caso in cui le
informazioni in oggetto siano accentrate, per piu’ Enti, in un unico
sistema informativo, le stesse possono essere trasmesse con FTP (File
Transfer Protocol) nel rispetto del protocollo di colloquio per
l’invio dei dati a SICO. A tal fine deve essere inviata un’apposita
richiesta al seguente indirizzo di posta elettronica:
[email protected];
* indagine congiunturale su base campionaria (campione dei comuni)
per l’anno 2003: utilizzo della specifica procedura disponibile nel
sito internet del Ministero dell’Economia e delle Finanze
(www.tesoro.it/dip/ii/igop) per l’immissione diretta dei dati da
parte dei comuni interessati. Per i Comuni che non dispongono di un
collegamento internet, e’ previsto l’invio dei modelli contenenti i
dati tramite fax (cfr. sezione “Il Monitoraggio”);
* indagine congiunturale su base censuaria (flussi stipendiali
mensili) per l’anno 2003 : le informazioni vengono inviate con
FTP nel rispetto del protocollo di colloquio concordato con
l’assistenza tecnica di SICO ([email protected]).
Enti del Servizio Sanitario Nazionale
Gli enti del Servizio Sanitario Nazionale inviano i dati del conto
annuale (e della relazione) tramite le stazioni di lavoro del
Ministero della Salute (S.I.S.) (flussi informativi sanitari). Tale
procedura e’ stata definita nell’ambito del protocollo d’intesa tra
il Ministero dell’Economia e delle Finanze ed il Ministero della
Salute, sulla base di quanto concordato dal gruppo di lavoro
costituito su richiesta della Commissione permanente per i rapporti
tra lo Stato e le Regioni.
Fanno eccezione gli istituti zooprofilattici sperimentali,
l’Ordine Mauriziano di Torino ed il Galliera di Genova, nonche’ le
Agenzie Regionali per la Protezione dell’Ambiente (ARPA) che seguono
la procedura di invio definita per la generalita’ delle altre
Istituzioni.
Si ribadisce che i dati di spesa, comunicati dalle aziende ed enti
del Servizio Sanitario Nazionale per l’anno 2002, dovranno essere
riferiti alla “competenza economica”, al fine di allineare il conto
annuale alla specifica contabilita’ utilizzata dalle aziende.
Enti con sede nella regione Toscana
Il “protocollo di collaborazione” sottoscritto dalla Ragioneria
Generale dello Stato e dal Dipartimento Economia e Finanza della
regione Toscana, ha previsto il coinvolgimento della Regione stessa
nella fase di analisi, elaborazione e pubblicazione dei dati del
conto annuale e della relazione allegata degli enti presenti sul
territorio, in collaborazione con le Ragionerie provinciali dello
Stato e le Associazioni degli enti territorialmente competenti
(A.N.C.I., U.P.I., ecc.). A tal fine, la Regione Toscana acquisisce i
dati sul personale (conto annuale e della relazione) tramite il
sistema informativo (SICO) del Ministero dell’Economia e delle
Finanze – Dipartimento Ragioneria Generale dello Stato.
Analoga collaborazione e’ in corso di attivazione con la regione
Veneto.
Enti di cui agli artt. 60 comma 3, e 70 comma 4, del D. Lgs. n.
165/2001
Per gli enti indicati negli artt. 60, comma 3, e 70, comma 4, del
D. Lgs. n. 165/2001, riportati nell’elenco inserito nell’apposita
sezione “Istruzioni generali e specifiche di comparto”, e per le
“Autorita’ Indipendenti” vengono adottate le stesse procedure di
invio e i termini di scadenza sopra specificati.
Istruzioni per la compilazione delle tabelle e modulistica
Per rendere coerente l’insieme delle informazioni che dovranno
pervenire da ciascuno degli enti (Istituzioni) tenuti all’invio, si
forniscono le “Istruzioni generali e specifiche di comparto” nonche’
un “Glossario” dei termini piu’ utilizzati di cui si raccomanda la
preventiva consultazione.
Tutti i modelli di rilevazione sono disponibili, in formato
elettronico, corredati di istruzioni e glossario, nel sito internet
del Ministero dell’economia e delle finanze al seguente indirizzo:
www.tesoro.it/dip/ii/igop.
Invio del conto annuale e della relazione
Il conto annuale e la relazione, ivi comprese le eventuali
successive rettifiche, vanno sottoscritti, oltre che dal Responsabile
del procedimento, anche dal Presidente del collegio dei revisori o
altro organo di controllo interno equivalente, indipendentemente
dalla presenza o meno nel collegio di un rappresentante del Ministero
dell’Economia e delle Finanze (salvo diversa indicazione nelle
istruzioni specifiche di comparto) e, come tali, rappresentano
documentazione ufficiale dell’Istituzione. Va garantita la
corrispondenza tra i modelli sottoscritti e le informazioni
memorizzate nel sistema informativo SICO.
Grazie alle nuove modalita’ di acquisizione dei dati, il conto
annuale e la relazione non vanno piu’ inviati in forma cartacea a
nessuna delle Istituzioni coinvolte (Uffici centrali del bilancio
presso i ministeri, Ragionerie Provinciali dello Stato, Corte dei
conti e Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per la
Funzione Pubblica) in quanto le stesse hanno diretto accesso ai dati
inviati attraverso il nuovo sistema SICO.
Attivita’ di assistenza amministrativa e tecnica
Sul sito internet del Ministero dell’Economia e delle Finanze
(www.tesoro.it/dip/ii/igop) e’ presente un corso di autoapprendimento
sulle funzionalita’ di sistema per acquisire le necessarie competenze
sull’utilizzo dell’applicazione SICO.
Sullo stesso sito saranno presenti, altresi’:
* le risposte alle domande piu’ frequenti poste dalle Istituzioni
tenute all’invio dei dati;
* gli aggiornamenti delle istruzioni contenute nella presente
Circolare ed ogni altra informazione utile alla rilevazione.
Come per la scorsa rilevazione, sara’ assicurata, attraverso un
servizio di help desk, l’assistenza necessaria per la soluzione delle
problematiche tecniche ed amministrative connesse alla rilevazione.
Nella sezione “Informazioni operative” sono indicati i numeri
telefonici e gli indirizzi di posta elettronica cui fare riferimento.
Ulteriori informazioni sull’attivita’ di assistenza saranno rese note
nel corso della rilevazione sul sito internet allo specifico
indirizzo sopra riportato.
Responsabile del procedimento amministrativo – Sanzioni
In applicazione della legge 7 agosto 1990, n. 241, dovra’ essere
indicato nel Prospetto Informativo – Informazioni di carattere
generale il responsabile del procedimento amministrativo oppure, se
non individuato, il rappresentante legale dell’ente. Nel precisare
che il conto annuale fa parte dei flussi informativi del Sistema
Statistico Nazionale (SISTAN) e ribadendo l’importanza che esso
assume per l’attivita’ delle amministrazioni e, piu’ in generale, del
Governo, si richiama la diretta responsabilita’ della dirigenza anche
in relazione agli effetti che possono derivare alla gestione
finanziaria in caso di inadempienza. In particolare si rammentano le
seguenti sanzioni:
* sospensione dei versamenti a carico del bilancio dello Stato in
favore degli enti, prevista dall’art. 60, comma 2, del D. Lgs. n.
165/2001 e art. 30, comma 11, della legge 5.8.1978, n. 468, e
successive modificazioni;
* misure amministrative pecuniarie previste dagli articoli 7 e 11
del D. Lgs. n. 322 del 6.9.1989, applicabili non solo in caso di
inadempienza ma anche nel caso in cui le informazioni fornite
risultino incomplete e/o chiaramente inattendibili. Tali misure sono
applicabili sia nei confronti dell’ente/Istituzione (da 516,46 euro a
5164,57 euro) che nei confronti del responsabile del procedimento (da
206,58 euro a 2065,83 euro).
La puntuale osservanza delle istruzioni impartite con la presente
circolare evitera’ l’attivazione della procedura che comporta la
dichiarazione di inadempienza, subito dopo le scadenze dei termini
sopra indicati.
Uffici Centrali del Bilancio e Ragionerie Provinciali
Gli Uffici Centrali del Bilancio e le Ragionerie provinciali
(uffici di monitoraggio di I livello) svolgeranno compiti di
controllo, sollecitando le Istituzioni di propria competenza nella
fase di acquisizione dei dati e provvedendo alla loro “validazione”.
Gli Uffici Centrali del Bilancio e le Ragionerie provinciali
assicureranno ogni possibile collaborazione alle amministrazioni
interessate, dando il massimo contributo per evitare inadempienze e
per assicurare la congruita’ dei dati e la corrispondenza degli
stessi con le risultanze contabili.
Le Ragionerie Provinciali dello Stato e gli Uffici centrali di
bilancio inoltrano al Prefetto del capoluogo di Regione,
nell’esercizio delle funzioni di Commissario del Governo, la
comunicazione concernente le Istituzioni inadempienti alle date di
scadenza riportate nel precedente paragrafo “Termini e modalita’ di
invio dei dati”.
Organi di controllo interno
Gli organi di controllo interno, indicati all’art. 48, comma 6,
del D. Lgs. n. 165/2001, sono tenuti all’invio delle specifiche
informazioni sulla contrattazione integrativa, come previsto
dall’art. 40 bis, comma 2, del medesimo D. Lgs. n. 165/2001. A tal
fine e’ stato predisposto, nell’ambito della rilevazione “conto
annuale”, un prospetto informativo per ciascun contratto integrativo
sottoscritto, che prevede una sezione della cui compilazione e’
responsabile il predetto organo.
Sara’ cura, inoltre, del Presidente dell’organo di controllo
sottoscrivere, unitamente al responsabile del procedimento
amministrativo individuato dall’Istituzione, tutte le tabelle del
conto annuale al fine di certificarne la conformita’ con le scritture
amministrative e contabili.
Revisori dei conti del Ministero dell’Economia e delle Finanze
Considerata la rilevanza del conto annuale e della relazione, ai
fini dell’espletamento delle funzioni di monitoraggio e verifica del
costo del personale e di analisi dei risultati, i revisori dei conti
designati o autorizzati all’incarico dal Ministero dell’Economia e
delle Finanze, interverranno tempestivamente per accelerare la
rilevazione.
In caso di accertamento di situazioni di ritardo negli adempimenti
suddetti, i revisori provvederanno alle necessarie segnalazioni agli
Uffici centrali di bilancio o alle Ragionerie Provinciali dello Stato
al fine di poter attivare le conseguenti iniziative.
Commissari del Governo
L’articolo 62 del D. Lgs. n. 165/2001 prevede la competenza
specifica del Commissario del Governo in materia di controllo del
costo del lavoro pubblico. Tale funzione viene svolta, in
applicazione del D.P.R. n. 287 del 17.05.2001 (articolo 2, commi 1 e
2) dal Prefetto del capoluogo regionale.
I Commissari del Governo, la cui azione si e’ rivelata
particolarmente preziosa nel corso delle precedenti rilevazioni,
solleciteranno, su segnalazione delle competenti Ragionerie, le
Istituzioni che risultano inadempienti o che inoltrano dati
incompleti od errati, non utili alle rilevazioni in oggetto.
Roma, 31 marzo 2003
Il ragioniere generale dello Stato: GRILLI

Informazioni operative

—-> Vedere testo e tabelle da pag. 14 a pag. 29

Il Monitoraggio

—-> Vedere testo e tabelle da pag. 32 a pag. 72

Il Consuntivo
Istruzioni

—-> Vedere testo e tabelle da pag. 74 a pag. 110

Il Consuntivo
Avvertenze specifiche di comparto

—-> Vedere testo e tabelle da pag. 111 a pag. 202

Il Consuntivo
Tabelle della relazione al conto annuale

—-> Vedere testo e tabelle da pag. 203 a pag. 229

Il Consuntivo
Classificazione attivita’ e prodotti
per la relazione al conto annuale

—-> Vedere testo e tabelle da pag. 230 a pag. 263

Glossario

—-> Vedere testo e tabelle da pag. 266 a pag. 276

MINISTERO DELL’ECONOMIA E DELLE FINANZE – CIRCOLARE 31 marzo 2003, n.19: Il monitoraggio della spesa del personale. Esercizio 2003

Geometra.info