MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO - COMUNICATO - Abilitazione all'attivita' di certificazione CE ai sensi della direttiva 89/106/CE, dell'Organismo «Tecno Piemonte S.p.a.», in Romagnano Sesio. (GU n. 2 del 3-1-2009 | Geometra.info

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO – COMUNICATO – Abilitazione all’attivita’ di certificazione CE ai sensi della direttiva 89/106/CE, dell’Organismo «Tecno Piemonte S.p.a.», in Romagnano Sesio. (GU n. 2 del 3-1-2009

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO - COMUNICATO - Abilitazione all'attivita' di certificazione CE ai sensi della direttiva 89/106/CE, dell'Organismo «Tecno Piemonte S.p.a.», in Romagnano Sesio. (GU n. 2 del 3-1-2009 )

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO

COMUNICATO

Abilitazione all’attivita’ di certificazione CE ai sensi della
direttiva 89/106/CE, dell’Organismo «Tecno Piemonte S.p.a.», in
Romagnano Sesio.

Vista la direttiva 89/106/CE recepita con decreto del Presidente
della Repubblica n. 246 del 21 aprile 1993 ed il decreto
interministeriale, 9 maggio 2003, n. 156 concernente criteri e
modalita’ per il rilascio dell’abilitazione degli Organismi di
certificazione, ispezione e prove, con decreto dirigenziale del 2
dicembre 2008 l’Organismo «Tecno Piemonte Spa» – via C. Pizzorno n.
12 – Romagnano Sesia (Novara) e’ abilitato come Organismo di
certificazione delle prove iniziali del prodotto, controllo di
produzione in fabbrica con connessa ispezione, sorveglianza,
valutazione ed approvazione permanenti per la famiglia di prodotto
«Pannelli a base di legno per l’utilizzo nelle costruzioni-
Caratteristiche, valutazione di conformita’ e marcatura» sulla base
della norma indicata nel provvedimento.
L’abilitazione rilasciata non comprende l’eventuale necessita’ di
valutazione di idoneita’ dei Ministeri interno ed infrastrutture.
Vista la direttiva 89/106/CE recepita con decreto del Presidente
della Repubblica n. 246 del 21 aprile 1993 ed il decreto
interministeriale 9 maggio 2003, n. 156 concernente criteri e
modalita’ per il rilascio dell’abilitazione degli Organismi di
certificazione, ispezione e prove, con decreto dirigenziale del 2
dicembre 2008 l’Organismo «Tecno Piemonte S.p.a.» – via C. Pizzorno
n. 12 – Romagnano Sesia (Novara) e’ abilitato come Organismo di
certificazione delle prove iniziali del prodotto con connessa
ispezione, sorveglianza, valutazione ed approvazione permanenti per
la famiglia di prodotto «Strutture di legno-Legno lamellare
incollato-Requisiti; Legno strutturale – LVL – Requisiti» sulla base
delle norme indicate nel provvedimento.
L’abilitazione rilasciata non comprende l’eventuale necessita’ di
valutazione di idoneita’ Ministeri interno ed infrastrutture.
Vista la direttiva 89/106/CE recepita con decreto del Presidente
della Repubblica n. 246 del 21 aprile 1993 ed il decreto
interministeriale 9 maggio 2003, n. 156 concernente criteri e
modalita’ per il rilascio dell’abilitazione degli Organismi di
certificazione, ispezione e prove, con decreto dirigenziale del 2
dicembre 2008 l’Organismo «Tecno Piemonte S.p.a.» – Via C. Pizzorno
n. 12 – Romagnano Sesia (Novara) e’ abilitato come Organismo di
certificazione delle prove del tipo iniziale per la famiglia di
prodotto «Specifica per lementi complementari per muratura – Parte 2:
Architravi» sulla base della norma indicata nel provvedimento.
L’abilitazione rilasciata non comprende l’eventuale necessita’ di
valutazione di idoneita’ dei Ministeri interno ed infrastrutture.
Vista la direttiva 89/106/CE recepita con decreto del Presidente
della Repubblica n. 246 del 21 aprile 1993 ed il decreto
interministeriale 9 maggio 2003, n. 156 concernente criteri e
modalita’ per il rilascio dell’abilitazione degli Organismi di
certificazione, ispezione e prove, con decreto dirigenziale del 2
dicembre 2008 l’Organismo «Tecno Piemonte S.p.a.» – Via C. Pizzorno
n. 12 – Romagnano Sesia (Novara) e’ abilitato come Organismo di
certificazione delle prove iniziali del prodotto, controllo di
produzione in fabbrica con connessa ispezione, sorveglianza,
valutazione ed approvazione permanenti per la famiglia di prodotto
«Prodotti e sistemi per la protezione e la riparazione delle
strutture di calcestruzzo-Definizioni, requisiti, controllo di
qualita’ e valutazione della conformita’ – Parte 2: Sistemi di
protezione della superficie di calcestruzzo; Parte 3: Riparazione
strutturale e non strutturale; Parte 4: Incollaggio strutturale;
Parte 5: Iniezione del calcestruzzo; Parte 6: Ancoraggio
dell’armatura di acciaio; Parte 7: Protezione contro la corrosione
delle armature» sulla base della norma indicata nel provvedimento.
L’abilitazione rilasciata non comprende l’eventuale necessita’ di
valutazione di idoneita’ dei Ministeri interno ed infrastrutture.

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO – COMUNICATO – Abilitazione all’attivita’ di certificazione CE ai sensi della direttiva 89/106/CE, dell’Organismo «Tecno Piemonte S.p.a.», in Romagnano Sesio. (GU n. 2 del 3-1-2009

Geometra.info