MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO - DECRETO 16 novembre 2009 | Geometra.info

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO – DECRETO 16 novembre 2009

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO - DECRETO 16 novembre 2009 - Disposizioni in materia di incentivazione dell'energia elettrica prodotta da impianti, alimentati da biomasse solide, oggetto di rifacimento parziale. (09A14372) (GU n. 278 del 28-11-2009 )

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO

DECRETO 16 novembre 2009

Disposizioni in materia di incentivazione dell’energia elettrica
prodotta da impianti, alimentati da biomasse solide, oggetto di
rifacimento parziale. (09A14372)

IL MINISTRO
DELLO SVILUPPO ECONOMICO

di concerto con

IL MINISTRO DELL’AMBIENTE
E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE

Visto il decreto del Ministro dello sviluppo economico di concerto
con il Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio e del
mare 18 dicembre 2008, recante incentivazione della produzione di
energia elettrica da fonti rinnovabili, ai sensi dell’art. 2, comma
150, della legge 24 dicembre 2007, n. 244 (nel seguito: il decreto
ministeriale 18 dicembre 2008);
Visto in particolare il paragrafo 3 dell’Allegato A del decreto
ministeriale 18 dicembre 2008, nel quale viene trattata
l’incentivazione dell’energia elettrica prodotta a seguito di
rifacimento parziale di impianti alimentati da biomasse, e viene
rinviato a successivo provvedimento la determinazione degli elementi
per la valutazione dell’energia elettrica incentivata;
Visti gli ambiziosi obiettivi di consumo di energia da fonti
rinnovabili, fissati dapprima, con riferimento al 2010 e al solo
settore elettrico, dalla direttiva 2001/77/CE del 27 settembre 2001,
del Parlamento europeo e del Consiglio, sulla promozione dell’energia
elettrica prodotta da fonti energetiche rinnovabili nel mercato
interno dell’elettricita’, e piu’ recentemente, con riferimento al
2020 e all’intero settore energetico, dalla direttiva 2009/28/CE del
Parlamento europeo e del Consiglio del 23 aprile 2009 sulla
promozione dell’uso dell’energia da fonti rinnovabili, recante
modifica e successiva abrogazione delle direttive 2001/77/CE e
2003/30/CE;
Considerato che il perseguimento dei predetti obiettivi, indicativi
al 2010 e vincolanti al 2020, richiede non solo di sostenere la
produzione di energia elettrica da nuovi impianti, ma anche di
salvaguardare le produzioni esistenti;
Considerato che l’art. 2, comma 143, della legge 24 dicembre 2007,
n. 244, stabilisce che e’ incentivata, con i meccanismi previsti ai
successivi commi da 144 a 154, la produzione di energia elettrica
mediante impianti alimentati da fonti energetiche rinnovabili,
entrati in esercizio in data successiva al 31 dicembre 2007, a
seguito di nuova costruzione, rifacimento o potenziamento;
Considerato che la produzione di energia elettrica da biomassa
presenta proprie specificita’ rispetto alla produzione di
elettricita’ da altre fonti rinnovabili, soprattutto in ragione dei
costi di approvvigionamento della biomassa stessa;
Considerato inoltre che la definizione di biomassa, di cui all’art.
2, comma 1, lettera a), del decreto legislativo 29 dicembre 2003, n.
387, include una varieta’ di prodotti estremamente diversificata;
Considerato che i costi di investimento, esercizio, manutenzione e
approvvigionamento della biomassa dipendono dalla tipologia di
biomassa, e risultano usualmente piu’ elevati sa solida;
Considerato che, in ragione del costo di approvvigionamento della
biomassa solida, per gli impianti esistenti che cessano dal diritto
alle tariffe di cui al provvedimento Cip 6/92, ovvero dal diritto ai
certificati verdi, non sussistono, in assenza di appropriati
interventi di sostegno, le condizioni per il mantenimento in
esercizio degli impianti;
Ritenuto pertanto di dover salvaguardare prioritariamente la
produzione di energia elettrica da biomassa solida, in particolare in
impianti di potenza superiore a l MW, sostenendo adeguatamente idonei
interventi di rifacimento

Decreta:

Art. 1

Rifacimenti parziali di impianti a biomassa solida

1. Nell’allegato A del decreto ministeriale 18 dicembre 2008, il
paragrafo 3 e’ integralmente sostituito dal testo di cui all’allegato
1 del presente decreto.
2. Il presente decreto entra in vigore il giorno successivo alla
sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.

Roma, 16 novembre 2009

Il Ministro dello sviluppo economico
Scajola

Il Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio
e del mare
Prestigiacomo

Allegato 1

Parte di provvedimento in formato grafico

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO – DECRETO 16 novembre 2009

Geometra.info