MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO - DECRETO 16 settembre 2011 | Geometra.info

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO – DECRETO 16 settembre 2011

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO - DECRETO 16 settembre 2011 - Programma Operativo Interregionale "Energie rinnovabili e risparmio energetico"(FESR) 2007 - 2013 - Linea di attivita' 1.3 "Interventi a sostegno della produzione di energia da fonti rinnovabili nell'ambito dell'efficientamento energetico degli edifici e utenze energetiche pubbliche o ad uso pubbliche" - "Avviso pubblico per il finanziamento di progetti esemplari di produzione di energia da fonti rinnovabili su edifici pubblici". (11A12736) - (GU n. 230 del 3-10-2011 )

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO

DECRETO 16 settembre 2011

Programma Operativo Interregionale “Energie rinnovabili e risparmio
energetico”(FESR) 2007 – 2013 – Linea di attivita’ 1.3 “Interventi a
sostegno della produzione di energia da fonti rinnovabili nell’ambito
dell’efficientamento energetico degli edifici e utenze energetiche
pubbliche o ad uso pubbliche” – “Avviso pubblico per il finanziamento
di progetti esemplari di produzione di energia da fonti rinnovabili
su edifici pubblici”. (11A12736)

IL DIRETTORE GENERALE
per l’energia nucleare, le energie rinnovabili
e l’efficienza energetica

Vista la decisione della CE C(2007) 6820 del 20 dicembre 2007, con
la quale la Commissione Europea ha approvato il Programma Operativo
Interregionale «Energie rinnovabili e risparmio energetico»(FESR)
2007-2013;
Visto in particolare l’Asse I «Produzione di Energia da Fonti
Rinnovabili» del citato programma, che ha l’obiettivo specifico di
promuovere e sperimentare forme avanzate di interventi integrati e di
filiera finalizzati all’aumento della produzione di energia da fonti
rinnovabili;
Vista la Convenzione, sottoscritta il 15 maggio 2009, ai sensi
dell’art. 59, secondo paragrafo, del Regolamento (CE) n. 1083/2006,
tra l’Area Generale Programmazione e Finanza della Regione Puglia, in
qualita’ di Autorita’ di Gestione (di seguito AdG) del POI «Energia»
2007-2013 e la Direzione generale per l’energia nucleare, le energie
rinnovabili e l’efficienza energetica (di seguito DGENRE) del
Ministero dello sviluppo economico – Dipartimento per l’energia, in
qualita’ di Organismo Intermedio (di seguito OI), con cui l’AdG ha
delegato all’OI le funzioni per la gestione, tra le altre, della
suddetta linea di attivita’ 1.3 e delle linee di intervento in essa
ricomprese;
Visto che, nell’ambito dell’Asse I, l’attivita’ 1.3 riguarda
interventi a sostegno della produzione di energia da fonti
rinnovabili, nell’ambito dell’efficientamento energetico degli
edifici e utenze energetiche pubbliche o ad uso pubblico;
Visto l’avviso pubblico del Ministero dello sviluppo economico –
Direzione generale per l’energia nucleare, le energie rinnovabili e
l’efficienza energetica del 30 dicembre 2010, che destina 20.000.000
euro per il finanziamento di progetti esemplari di produzione di
energia da fonti rinnovabili su edifici pubblici da realizzare
nell’ambito della citata linea di attivita’ 1.3: «Interventi a
sostegno della produzione di energia da fonti rinnovabili nell’ambito
dell’efficienza energetica degli edifici e utenze energetiche
pubbliche o ad uso pubblico» del Programma operativo interregionale
POI «Energie rinnovabili e risparmio energetico» 2007-2013,
pubblicato sul sito istituzionale del Ministero dello sviluppo
economico il 3 gennaio 2011 e nella G.U.R.I, serie generale n. 22,
del 28 gennaio 2011;
Visto il decreto del direttore generale per l’energia nucleare, le
energie rinnovabili e l’efficienza energetica del 30 marzo 2011 di
nomina dei componenti della Commissione tecnica prevista dall’art. 6
dell’avviso pubblico del 30 dicembre 2010, per la valutazione tecnica
e amministrativa delle istanze presentate, pubblicato in pari data
sul sito www.poienergia.it e sul sito istituzionale del Ministero
dello sviluppo economico www.sviluppoeconomico.gov.it;
Viste le risultanze dell’attivita’ della Commissione tecnica,
nominata con il citato decreto direttoriale del 30 marzo 2011,
trasmesse alla Direzione generale per l’energia nucleare, le energie
rinnovabili e l’efficienza energetica, con nota prot. n. 0000367 del
16 settembre 2011;
Viste le decisioni prese dal Comitato Tecnico Congiunto di
Attuazione del Programma, nella riunione del 5 maggio 2010, in
relazione all’ ampliamento della dotazione finanziaria della linea di
attivita’ 1.3 «Interventi a sostegno della produzione di energia da
fonti rinnovabili nell’ambito dell’efficienza energetica degli
edifici e utenze energetiche pubbliche o ad uso pubblico»;

Decreta:

Art. 1

1. E’ approvata la graduatoria dei progetti presentati nell’ambito
dell’avviso pubblico del 30 dicembre 2010, linea di attivita’ 1.3
«Interventi a sostegno della produzione di energia da fonti
rinnovabili nell’ambito dell’efficienza energetica degli edifici e
utenze energetiche pubbliche o ad uso pubblico», del POI «Energie
rinnovabili e risparmio energetico 2007-2013», come riportata
nell’allegato n. 1, parte integrante del presente decreto e come
previsto dall’art. 7 dell’ avviso pubblico del 30 dicembre 2010,
formulata sulla base dei criteri di cui all’art. 8 dello stesso
avviso pubblico.

Art. 2

1. La dotazione di risorse complessivamente disponibili, cosi’ come
indicata nell’art. 1 – comma 4 – dell’avviso pubblico del 30 dicembre
2010, e’ ampliata fino a concorrenza di Euro 20.772.555,78, giusta
decisione del Comitato Tecnico Congiunto di Attuazione del Programma
del 5 maggio 2010, citata in premessa al presente decreto.

Art. 3

1. Gli enti pubblici ammessi ai contributi dell’avviso pubblico del
30 dicembre 2010 sottoscrivono con il MiSE Direzione generale per
l’energia nucleare, le energie rinnovabili e l’efficienza energetica,
entro sessanta giorni dalla pubblicazione nella GURI del presente
decreto, pena la decadenza dal contributo stesso, un disciplinare,
che regola i rapporti giuridici e amministrativi relativi alla
realizzazione degli interventi per i quali sono stati concessi i
contributi previsti dall’avviso pubblico del 30 dicembre 2010.
2. Il disciplinare, di cui al comma precedente, riporta
l’individuazione degli interventi da realizzare e degli edifici cui
asservire gli impianti e regola, in particolare, i seguenti aspetti:
a) modalita’ e tempi di realizzazione degli interventi;
b) eventuali prescrizioni tecniche;
c) proroghe dei termini di inizio e fine lavori e varianti di
progetto;
d) gli impegni ed obblighi del beneficiario, con riferimento a
quanto prescritto dalla normativa comunitaria in materia di
concorrenza, di informazione e pubblicita’;
e) l’impegno all’applicazione dell’art. 11 della legge 16 gennaio
2003, n. 3 relativa alla registrazione al sistema CUP (codice unico
di progetto) dei progetti di investimento pubblico secondo quanto
gia’ stabilito dalla deliberazione CIPE n. 143 del 2002;
f) le condizioni che possono determinare la revoca del
contributo;
g) gli obblighi connessi al monitoraggio;
h) le modalita’ di trasmissione e rendicontazione delle spese
sostenute;
i) le modalita’ di comunicazione delle informazioni dei risultati
raggiunti.
3. La sottoscrizione dei disciplinari avverra’ presso la sede del
Ministero dello sviluppo economico, via Molise 2, 00187 Roma; per la
fissazione della data di sottoscrizione, le Amministrazioni ammesse
ai contributi sono tenute a contattare il Dipartimento per l’energia
– Direzione generale per l’energia nucleare, le energie rinnovabili e
l’efficienza energetica – Divisione IX al recapito telefonico
06/47052028 o all’indirizzo di posta elettronica certificata
[email protected]

Art. 4

1. E’ fatta salva la facolta’ dei soggetti beneficiari di
rinunciare al contributo assegnato, entro 60 giorni dalla
pubblicazione del presente decreto nella Gazzetta Ufficiale, dandone
comunicazione al MiSE – Direzione generale per l’energia nucleare, le
energie rinnovabili e l’efficienza energetica, divisione IX, tramite
raccomandata A/R o – successivamente alla sottoscrizione del
disciplinare di cui all’art. 3 – secondo le modalita’ e i termini
previsti dallo stesso disciplinare.

Art. 5

1. Il presente decreto sara’ pubblicato nella GURI, sul sito
www.poienergia.it e sul sito istituzionale del Ministero dello
sviluppo economico www.sviluppoeconomico.gov.it

Art. 6

1. Avverso il presente decreto e’ ammesso ricorso giurisdizionale
al Tribunale Amministrativo Regionale competente, entro i termini
previsti dalla legge.
Roma, 16 settembre 2011

Il direttore generale: Romano

Allegato

Parte di provvedimento in formato grafico

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO – DECRETO 16 settembre 2011

Geometra.info