MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO - DECRETO 27 novembre 2009 | Geometra.info

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO – DECRETO 27 novembre 2009

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO - DECRETO 27 novembre 2009 - Decorrenza delle spese ammissibili, comulabilita' delle agevolazioni e rimodulazione dei programmi di investimento per i contratti di programma presentati entro il 31 dicembre 2008 relativi al settore agroindustriale. (10A05068) (GU n. 97 del 27-4-2010 )

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO

DECRETO 27 novembre 2009

Decorrenza delle spese ammissibili, comulabilita’ delle agevolazioni
e rimodulazione dei programmi di investimento per i contratti di
programma presentati entro il 31 dicembre 2008 relativi al settore
agroindustriale. (10A05068)

IL MINISTRO
DELLO SVILUPPO ECONOMICO

Visto l’art. 2, comma 203, lettera e), della legge 23 dicembre
1996, n. 662;
Visto il decreto del Ministro dello sviluppo economico di concerto
con il Ministro dell’economia e delle finanze 24 gennaio 2008,
pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 56 del 6 marzo 2008, adottato
ai sensi dell’art. 8-bis del decreto-legge n. 81 del 2 luglio 2007,
convertito, con modificazioni, dalla legge 3 agosto 2007, n. 127, con
il quale si e’ provveduto a disciplinare la concessione di incentivi
alle imprese mediante la sottoscrizione di contratti di programma;
Visto il decreto del Ministro dello sviluppo economico di concerto
con il Ministro dell’economia e delle finanze e con il Ministro delle
politiche agricole alimentari e forestali 2 maggio 2008, pubblicato
nella Gazzetta Ufficiale n. 173 del 25 luglio 2008, con il quale le
disposizioni del decreto interministeriale 24 gennaio 2008 sono state
estese alle attivita’ economiche relative alla trasformazione e alla
commercializzazione dei prodotti agricoli, compresi quelli della
pesca e dell’acquacoltura;
Visto il decreto ministeriale 23 dicembre 2008 con il quale il
Ministro dello sviluppo economico ha autorizzato il direttore
generale della DGSAI ad approvare entro il 31 dicembre 2008 le
agevolazioni in favore delle iniziative imprenditoriali nel settore
della trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli, ai
sensi dell’Aiuto di Stato n. 729/A/2000, valutate positivamente
dall’Agenzia, fatto salvo il buon esito del susseguente procedimento
diretto alla conferma delle agevolazioni nei modi individuati dalle
procedure del decreto interministeriale 24 gennaio 2008;
Visti i decreti del 30 dicembre 2008 con i quali il direttore
generale della DGSAI ha approvato, fatto salvo il buon esito del
susseguente procedimento diretto alla conferma delle agevolazioni nei
modi individuati dalle procedure del decreto interministeriale 24
gennaio 2008, le agevolazioni in favore dei seguenti Contratti di
programma:

Parte di provvedimento in formato grafico

Considerato che gli aiuti nel settore della trasformazione e
commercializzazione dei prodotti agricoli, ai sensi del regime di
aiuti n. 729/A/2000, sono applicabili fino al 31 dicembre 2008;
Considerato che il suddetto regime di aiuti n. 729/A/2000 prevede
la cumulabilita’ con altri interventi pubblici, nel rispetto delle
intensita’ massime previste dalla pertinente normativa comunitaria;
Considerato che l’art. 17, comma 4 e l’art. 24, comma 4, del
decreto interministeriale 24 gennaio 2008 prevedono che i programmi
di investimento industriali devono essere avviati successivamente
alla data della comunicazione inviata dall’Agenzia di cui all’art. 7,
comma 1 del medesimo decreto;
Considerato che l’art. 2, comma 1, del decreto interministeriale 2
maggio 2008 prevede l’ammissibilita’ delle spese a decorrere dalla
data di approvazione della proposta di contratto di programma da
parte del CIPE;
Considerato che la DGIAI, relativamente alle istanze valutate
positivamente, autorizza l’Agenzia a procedere alla verifica
dettagliata, di cui all’art. 7, comma 2, del decreto
interministeriale 24 gennaio 2008, propedeutica alle successive fasi
che contemplano una specifica deliberazione del CIPE di
autorizzazione alla stipula del contratto;
Considerato che la DGIAI ha autorizzato l’Agenzia ad avviare la
verifica dettagliata, subordinatamente all’accettazione da parte
delle aziende richiedenti di una intensita’ di aiuto non superiore al
10% dell’intensita’ massima concedibile, relativamente ai seguenti
contratti inerenti il settore agroalimentare di cui al regime di
aiuti n. 729/A/2000;
Considerato che le agevolazioni approvate con i decreti del 30
dicembre 2008 sono pari al 10% dell’intensita’ massima concedibile ai
sensi dell’Aiuto di Stato n. 729/A/2000, pari al 40% ESL, e che le
stesse comportano per le imprese beneficiarie l’assunzione pressoche’
integrale degli oneri economici derivanti dalla realizzazione delle
iniziative;
Ritenuto opportuno dover favorire la realizzazione degli
investimenti e l’accelerazione della spesa nonche’ garantire una
migliore sostenibilita’ finanziaria degli investimenti,

Decreta:

Art. 1

Decorrenza delle spese ammissibili

1. Per i seguenti Contratti di programma l’ammissibilita’ delle
spese decorre dal giorno successivo alla data di emanazione del
decreto direttoriale di approvazione delle agevolazioni:
Agriport (soggetto proponente Conserve Italia S.c.a.);
Progetto Qualita’ (soggetto proponente Parmalat S.p.A.);
Innovazione nelle produzioni Made in Italy nei comparti
lattiero caseari e dei salumi (soggetto proponente Egidio Galbani
S.p.A.);
Boschi Food & Beverage S.p.A. (soggetto proponente Boschi Food
& Beverage S.p.A.);
Agricola Tre Valli del Gruppo Veronesi ambasciatore del Made in
Italy agroalimentare nel mondo (soggetto proponente Agricola Tre
Valli Soc. Coop.);
Progetto Vino (soggetto proponente Antinori Agricola S.r.l.);
Nuove cantine (soggetto proponente Consorzio di Produzione de
Griafone e Pianamonte);
La carne di qualita’ Made in Italy (soggetto proponente Unipeg
Soc. Coop. Agricola);
Consorzio Coverfil (soggetto proponente Caseificio Elda
S.r.l.);
La Gioiosa (soggetto proponente La Gioiosa S.p.A.);
Compa (soggetto proponente Compa S.r.l.).

Art. 2

Cumulabilita’ delle agevolazioni

1. Per i contratti di programma di cui all’articolo 1 e’ ammesso il
cumulo con altre agevolazioni, nel rispetto delle intensita’ massime
di aiuto previste al momento della concessione dall’Aiuto di Stato n.
729/A/2000.

Art. 3

Rimodulazione dei programmi di investimento

1. Per i Contratti di programma di cui alle premesse la DGIAI e’
autorizzata a ricevere, fermo restando il rispetto degli importi
minimi di investimento stabiliti per i singoli programmi e per il
complessivo progetto industriale dal decreto interministeriale 2
maggio 2008, richieste di rimodulazione in moduli organici e
funzionali dei programmi di investimento gia’ approvati.
2. Le agevolazioni concedibili sulle rimodulazioni di cui al comma
precedente potranno essere concesse, fermo restando l’intensita’
massima prevista dall’Aiuto di Stato n. 729/A/2000, nei limiti di
quanto gia’ approvato con i decreti del 30 dicembre 2008 gia’ citati.
3. Per le richieste di cui al comma 1, l’Agenzia nazionale per
l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa dovra’
verificare il permanere dei requisiti di organicita’ e funzionalita’
dei piani progettuali, in assenza dei quali la richiesta di
rimodulazione non potra’ essere accolta.
4. Le suddette rimodulazioni potranno essere assentite con decreto
del direttore della DGIAI.
Roma, 27 novembre 2009

Il Ministro: Scajola
Registrato alla Corte dei conti il 3 marzo 2010
Ufficio di controllo atti Ministeri delle attivita’ produttive,
registro n. 1, foglio n. 137

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO – DECRETO 27 novembre 2009

Geometra.info