MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO - DECRETO 28 aprile 2010 | Geometra.info

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO – DECRETO 28 aprile 2010

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO - DECRETO 28 aprile 2010 - Modificazioni al decreto 23 luglio 2009 recante istituzione di un nuovo regime di aiuto in favore di investimenti produttivi. (10A08086) - (GU n. 157 del 8-7-2010 )

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO

DECRETO 28 aprile 2010

Modificazioni al decreto 23 luglio 2009 recante istituzione di un
nuovo regime di aiuto in favore di investimenti produttivi.
(10A08086)

IL MINISTRO
DELLO SVILUPPO ECONOMICO

Visto il decreto del Ministro dello sviluppo economico del 23
luglio 2009 che, in attuazione dell’art. 1, comma 845 della legge 27
dicembre 2006, n. 296, istituisce un regime di aiuto per gli
investimenti delle imprese in conformita’ alla normativa comunitaria,
orientato al rafforzamento della competitivita’ del sistema
industriale del Paese;
Visto il decreto-legge 10 febbraio 2009, n. 5, convertito con
modificazioni dalla legge 23 luglio 2009, n. 99;
Visto il regolamento (CE) n. 800/2008 della Commissione, del 6
agosto 2008, pubblicato nella G.U.U.E. L 214 del 9 agosto 2008, che
dichiara alcune categorie di aiuti compatibili con il mercato comune
in applicazione degli articoli 87 e 88 del trattato (regolamento
generale di esenzione per categoria), di seguito denominato
regolamento GBER;
Visto il regolamento (CE) n. 1083/2006 del Consiglio, dell’11
luglio 2006, recante disposizioni generali sul Fondo europeo di
sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo e sul Fondo di coesione
e che abroga il regolamento (CE) n. 1260/1999;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 3 ottobre 2008, n.
196, che definisce le norme sull’ammissibilita’ delle spese ai fondi
strutturali per la fase di programmazione 2007-2013, ai sensi
dell’art. 56, paragrafo 4 del regolamento (CE) 1083/2006;
Considerata la necessita’ di sostenere il comparto turistico al
fine del complessivo rafforzamento della competitivita’ del sistema
produttivo del Paese;
Considerata l’opportunita’ di sostenere i programmi di investimento
che favoriscono la realizzazione di attivita’ comuni tra le imprese
proponenti, la partecipazione di imprese appartenenti al medesimo
distretto produttivo e/o aderenti al contratto di rete di cui al
comma 4-ter.2, dell’art. 3 del decreto-legge 10 febbraio 2009, n. 5,
convertito con modificazioni dall’ art. 1, comma 1, lettera b), della
legge 23 luglio 2009, n. 99, e ogni altra collaborazione volta a
conseguire anche forme di associazione permanente, specialmente tra
imprese delle aree Mezzogiorno e Centro-Nord;
Considerata l’opportunita’ di adeguamento alle norme
sull’ammissibilita’ delle spese alle risorse comunitarie provenienti
dall’utilizzo dei fondi strutturali, di cui al citato decreto del
Presidente della Repubblica 3 ottobre 2008, n. 196;

Decreta:

Art. 1

1. Il decreto del Ministro dello sviluppo economico del 23 luglio
2009 e’ cosi’ modificato:
1) al comma 1 dell’art. 2, prima del periodo «Ai fini della
classificazione delle imprese di piccola, media o grande dimensione
si rinvia ai criteri indicati nell’allegato 1 al regolamento GBER e
nel decreto del Ministro delle attivita’ produttive 18 aprile 2005»,
e’ aggiunto il seguente: «I soggetti ammissibili alle agevolazioni di
cui al presente decreto sono le imprese che intendono realizzare
programmi di investimento nei settori di cui all’art. 3, comma 1;
2) al comma 1 dell’art. 3, dopo la lettera c), sono aggiunte le
parole seguenti: «d) attivita’ del turismo e altre attivita’ connesse
elencate nell’allegato 1»;
3) alla fine del comma 3 dell’art. 3, e’ eliminato il seguente
periodo: «Non sono, altresi’, ammissibili i programmi realizzati, in
tutto o in parte, con la modalita’ del cosiddetto “contratto chiavi
in mano”»;
4) il comma 2 dell’art. 4 e’ sostituito dal seguente: «Le spese
relative ai beni acquisiti con il sistema della locazione finanziaria
sono ammissibili nei limiti ed alle condizioni di cui al regolamento
GBER e, qualora i programmi siano agevolati con le risorse
comunitarie relative ai fondi strutturali dell’Unione europea, nei
limiti ed alle condizioni di cui al decreto del Presidente della
Repubblica 3 ottobre 2008, n. 196, che definisce le norme
sull’ammissibilita’ delle spese ai fondi strutturali per la fase di
programmazione 2007-2013, ai sensi dell’art. 56, paragrafo 4 del
regolamento (CE) 1083/2006»;
5) al comma 2 dell’art. 6, dopo la lettera c), sono aggiunte le
parole seguenti: «d) priorita’ per specifiche tipologie di programmi
di investimento, con particolare riguardo ai programmi proposti da
imprese appartenenti al medesimo distretto produttivo e/o aderenti al
contratto di rete di cui al comma 4-ter.2 dell’ art. 3 del
decreto-legge 10 febbraio 2009, n. 5, convertito con modificazioni
dall’ art. 1, comma 1, lettera b), della legge 23 luglio 2009, n. 99,
nonche’ ai programmi che favoriscano l’utilizzo dei risultati da
parte di filiere produttive e ogni altra collaborazione volta a
conseguire anche forme di associazione permanente specialmente tra
imprese delle aree Mezzogiorno e Centro-Nord»;
6) alla fine del comma 3 dell’art. 6, e’ aggiunto il seguente
periodo: «Con i decreti di cui al comma 1, il Ministro dello sviluppo
economico puo’ prevedere che una quota delle agevolazioni possa
essere erogata a titolo di anticipazione, previa presentazione di
fideiussione bancaria o polizza assicurativa irrevocabile,
incondizionata ed escutibile a prima richiesta a favore del Ministero
dello sviluppo economico, rilasciata in stretta conformita’ alle
disposizioni emanate in merito dal medesimo Ministero».
2. Alla fine dell’allegato 1 del decreto del Ministro dello
sviluppo economico del 23 luglio 2009, sono aggiunte le seguenti
parole:
«Elenco delle attivita’ ammissibili nel settore del turismo e
attivita’ connesse:
55 – Turismo e attivita’ connesse limitatamente a:
a) alberghi e strutture simili (rif. 55.1);
b) villaggi turistici (rif. 55.20.1);
c) ostelli della gioventu’ (rif. 55.20.2);
d) rifugi di montagna (rif. 55.20.3);
e) affittacamere per brevi soggiorni, case ed appartamenti
per vacanze, bed and breakfast, residence, alloggio connesso alle
aziende agricole (rif. 55.20.5).
56 – Attivita’ di servizi alla ristorazione limitatamente a:
a) ristorazione con somministrazione (rif. 56.10.11);
b) attivita’ di ristorazione connesse alle aziende agricole
(rif. 56.10.12).».
Il presente decreto sara’ trasmesso alla Corte dei conti per la
registrazione e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica
italiana.
Roma, 28 aprile 2010

Il Ministro: Scajola

Registrato alla Corte dei conti il 3 giugno 2010
Ufficio di controllo atti Ministeri delle attivita’ produttive,
registro n. 2, foglio n. 375

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO – DECRETO 28 aprile 2010

Geometra.info