Proroga del termine previsto dal punto 11.1 dell'allegato B al decreto ministeriale 20 dicembre 1982 | Geometra.info

Proroga del termine previsto dal punto 11.1 dell’allegato B al decreto ministeriale 20 dicembre 1982

Proroga del termine previsto dal punto 11.1 dell'allegato B al decreto ministeriale 20 dicembre 1982 concernente: <<Norme tecniche e procedurali, relative agli estintori portatili d'incendio, soggetti all'approvazione di tipo da parte del Ministero dell'interno>>.

dm 07/11/1985 [MOD]

VIGILI DEL FUOCO
Decreto Ministeriale 7 novembre 1985 (in Gazz. Uff., 27 novembre, n.
279). — Proroga del termine previsto dal punto 11.1 dell’allegato B
al decreto ministeriale 20 dicembre 1982 concernente: <<Norme
tecniche e procedurali, relative agli estintori portatili d’incendio,
soggetti all’approvazione di tipo da parte del Ministero
dell’interno>>.

Il Ministro dell’interno:
Visto il proprio decreto 20 dicembre 1982 recante <<Norme tecniche
e procedurali, relative agli estintori portatili d’incendio, soggetti
all’approvazione di tipo da parte del Ministero dell’interno>>,
pubblicato nel supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 19
del 20 gennaio 1983; Visto l’errata-corrige al suddetto decreto,
pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 48 del 18 febbraio 1983; Visto
il proprio decreto 7 luglio 1983 concernente alcune modificazioni al
citato decreto ministeriale 20 dicembre 1982, pubblicato nella
Gazzetta Ufficiale n. 201 del 23 luglio 1983; Vista la legge 7
dicembre 1984, n. 818; Visto il proprio decreto 8 marzo 1985,
pubblicato nel supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 95
del 22 aprile 1985, recante le direttive sulle misure più urgenti ed
essenziali di prevenzione incendi ai fini dell’applicazione della
legge 7 dicembre 1984, n. 818; Vista la legge 8 agosto 1985, n. 407
di conversione, con modifiche, del decreto-legge 21 giugno 1985, n.
288; Visto il proprio decreto pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n.
194 del 19 agosto 1985 concernente l’elevazione del termine previsto
dal punto 4 dell’art. 2 del precitato decreto del Ministero
dell’interno 8 marzo 1985; Rilevato che, in applicazione della
normativa sul <<nulla osta provvisorio per le attività soggette ai
controlli di prevenzione incendi>> richiamata con gli atti
legislativi precitati, gli adempimenti procedurali, a carico dei
titolari delle attività stesse, possono aver termine, in relazione
alla data di presentazione delle istanze, oltre la data del 31
dicembre 1985; Considerato inoltre che l’attuale produzione degli
estintori portatili di incendio non è tale da soddisfare, con i soli
tipi approvati secondo le specificazioni del decreto ministeriale 20
dicembre 1982, le esigenze del mercato; Ritenuto che le cennate
condizioni di mercato non siano superabili nel termine indicato al
punto 11.1 dell’allegato B al decreto ministeriale 20 dicembre 1982;
Sentito in proposito il parere del comitato centrale
tecnico-scientifico per la prevenzione incendi di cui all’art. 10 del
decreto del Presidente della Repubblica 29 luglio 1982, n. 577; Visto
il parere della commissione consultiva per le sostanze esplosive ed
infiammabili;

Decreta:

Art. 1. Al punto 6.3. dell’allegato B al decreto ministeriale 20
dicembre 1982, citato in premessa, è aggiunto il punto 6.3.1.
seguente:
<<6.3.1. Per l’iscrizione nell’elenco cronologico definitivo delle
istanze di cui al precedente punto 6.3. si adotta la seguente
procedura:
l’interessato, entro sessanta giorni dalla richiesta da parte del
centro studi ed esperienze, provvederà all’invio della campionatura e
agli adempimenti amministrativi per l’esecuzione delle prove; decorsi
sessanta giorni senza che l’interessato abbia provveduto in merito,
la pratica verrà archiviata per decorrenza termini.
Il centro studi ed esperienze, ricevuto quanto richiesto, iscriverà
la pratica entro i successivi quindici giorni nello specifico elenco
cronologico definitivo>>.

Art. 2. Le norme transitorie di cui ai punti 11.1. e 11.2.
dell’allegato B al decreto ministeriale 20 dicembre 1982, citato in
premessa, sono sostituite dalle seguenti:
<<11.1. A decorrere dal 19 gennaio 1987 potranno essere costruiti e
commercializzati solo estintori i cui prototipi siano stati
dichiarati di tipo approvato secondo le specificazioni di cui al
decreto ministeriale 20 dicembre 1982.
11.2. Decorsi sedici anni dalla data di emanazione del decreto
ministeriale 20 dicembre 1982, potranno essere utilizzati solo
estintori i cui prototipi siano stati dichiarati di tipo approvato
secondo il provvedimento stesso.
Decorso tale termine, i suddetti esemplari dovranno essere ritirati
dall’esercizio e resi inutilizzabili a cura del proprietario o
dell’esercente>>.

Art. 3. Il titolare della obbligatoria approvazione del tipo
rilasciata dal Ministero dell’interno, in data anteriore a quella di
emanazione del decreto ministeriale di cui al precedente articolo,
relativamente ad un estintore d’incendio portatile, producibile e
commercializzabile ai sensi del presente decreto non oltre la data
del 19 gennaio 1987, è responsabile, nella fase di produzione, in
ordine alla sussistenza dei requisiti di efficacia estinguenti e di
sicurezza dell’estintore stesso.

Proroga del termine previsto dal punto 11.1 dell’allegato B al decreto ministeriale 20 dicembre 1982

Geometra.info